Timballo di riso in crosta

Difficoltà:
Cottura:
55 min
Preparazione:
20 min
Per:
6
persone

Non mi capita spesso di fare ricette così importanti (per non dire colesterolicamente abbondanti 😀 ) come questo timballo di riso in crosta, perchè in casa siamo in due e dovremmo mangiarlo per tre giorni di seguito (on che ci dispiacerebbe, sia chiaro!). Però talvolta mi lascio prendere la mano e tolgo i freni inibitori, sapendo di poter contare sui miei genitori e i miei fratelli. E infatti, dopo aver portato da loro questo timballo, mio padre mi ha detto: sì però la prossima volta fallo più grande! 😀

Se fossero state di stagione, avrei usato delle melanzane per la parte esterna e magari ne avrei fatto una versione vegetariana e alla siciliana, ma è solo questione di tempo, quest’estate non me lo lascerò scappare! L’unico consiglio che vi do per questi timballo di riso è di usare un riso carnaroli o roma, ricco d’amido, di farlo asciugare ben bene in padella e di non capovolgerlo immediatamente, ma di farlo riposare un attimo, per evitare lo scatafascio. 😀

Vi auguro una buona giornata! :)

 

Ingredienti

300 g di riso carnaroli
300 g di carne macinata
350 ml di passata di pomodoro
150 g di scamorza
150 g di pancetta a fette
1 cipolla piccola
50 ml di vino bianco
1 litro di brodo vegetale circa
40 g di parmigiano
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Preparazione

In una padella rosolate la cipolla.

Aggiungete la carne e fate cuocere 5 minuti.

Aggiungete il vino bianco e quando sarà evaporato aggiustate di sale. Mettete da parte metà di questa carne.

Nella padella aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere 5 minuti.

Aggiungete il riso e fate insaporire due minuti.

Coprite con il brodo vegetale caldo.

Aspettate che sia stato assorbito e prima di aggiungerne dell’altro. Quando il riso sarà bello al dente (ci vorranno 10-15 minuti), spegnete, aggiungete pepe, parmigiano ed aggiustate di sale.

Prendete uno stampo per ciambelle del diametro di 24cm e foderatelo con la pancetta.

Versate metà del riso e scavatelo un po’ al centro.

Mettete la carne che avete tenuto da parte e la scamorza a cubetti.

Coprite con il riso rimanente e richiudete la pancetta.

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 200° per circa 15-20 minuti.

Lasciate intiepidire una quindicina di minuti almeno prima di capovolgere il vostro timballo di riso in crosta.

Volete favorire? 😀

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di glutine.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:08

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Timballo di riso in crosta"

(media voti:3 su 9 commenti)
  1. pina te l’avrei offerta volentieri!
    ele ma grazie!!! :)))))
    sìsì laura! ^_^

  2. ciao, volevo sapere se al posto della pancetta posso usare del prosciutto cotto visto che sono incinta e nn posso mangiare altri salumi.

  3. Elena sono anni che seguo il tuo blog e mi sono finalmente decisa a scriverti perché devo proprio dirtelo…sei un genio! Sei il mio mito personale! le tue versioni delle merendine sono tutte sono un capolavoro e tutte le ricette sono spiegate molto semplicemente…da buona napoletana (come me) devi essere una persona molto pratica! …davvero complimenti!

  4. Elena sono anni che seguo il tuo blog e mi sono finalmente decisa a scriverti perché devo proprio dirtelo…sei un genio! Sei il mio mito personale! le tue versioni delle merendine sono tutte sono un capolavoro e le tutte le ricette sono spiegate molto semplicemente…da buona napoletana (come me) devi essere una persona molto pratica! …davvero complimenti!

  5. Ho appena preso il caffè, ma ma ne sarei fatta volentieri una fetta.La guida fotografata è favolosa: sembra semplice anche a me che non amo cucinare

  6. lo era! oink! 😀

  7. deve essere di un succulento…

  8. magari clementina! :)

  9. Favorire? moooooooooooolto volentieri.
    Ma nn gratis, mi piacerebbe tanto anche aiutarti. Chissà se un giorno ci riuscirò
    baci

TOP