Pupa e cavallo di Pasqua

Difficoltà:
Cottura:
15 min
Preparazione:
1 h e 20 min + riposo
Per:
10
persone

La pupa e il cavallo sono dei biscotti (molto grandi, per la verità!) che si regalano ai bambini il giorno di Pasquetta: la pupa alle bambine e il cavallo ai maschietti. :) Fino a qualche settimana fa non conoscevo questo dolce di Pasqua abruzzese, ma poi un ragazzo sulla pagina facebook mi ha chiesto la ricetta, così mi sono documentata.

La pupa e il cavallo simboleggiano da un lato la fertilità (infatti anticamente pare venissero regalate alle coppie di sposini. e questi biscotti riportavano al centro un uovo sodo, per sottolineare ancor di più questo aspetto) e dall’altro lato la rinascita legata alla cristianità della Pasqua.

Non sapendo dove prendere la ricetta della pupa e del cavallo (come tutte le ricette tradizionali, ne esistono varie versioni), mi è venuta in soccorso una mia amica, di origini abruzzesi e con il padre che aveva una pasticceria. Non potevo chiedere niente di meglio e la ringrazio tanto! :)

Ho apportato solo due modifiche:

-ho dimezzato le dosi ed ho fatto dei biscotti piu’ piccoli da poter poi regalare senza doverli rompere (fare due biscotti da un kg l’uno era davvero troppo per me e il mio ragazzo, dal momento che in questo periodo si mangia gia’ tantissimo!)

-non ho messo le uova al centro (perchè so gia’ che non le avremmo mangiate e non mi andava di buttarle).

Detto ciò, abbiate pietà di me per le mie abilità manuali nel fare questi dolcetti e cogliete quest’occasione per poter coinvolgere i vostri bimbi nel preparare la pupa e il cavallo. :)

 

Ingredienti

150 g di zucchero
150 g di miele
2 uova
100 g di liquore a piacere (io ho usato il limoncello)
75 g di burro o strutto
150 g di mandorle tritate
75 g di gocce di cioccolato
1 cucchiaino di cacao
1 pizzico di ammoniaca per dolci
500 g di farina
1 bustina di vanillina
buccia di limone o arancia grattugiata
Per decorare:
confettini
cioccolato fuso
ghiaccia

Preparazione

Lavorate le uova e lo zucchero.

Aggiungete il miele e la buccia di limone grattugiata.

Aggiungete il liquore e poi il burro (o lo strutto).

Aggiungete mandorle e gocce di cioccolato.

Aggiungete farina, cacao, vanillina e ammoniaca setacciati.

Coprite e mettete in frigo per almeno un’ora.

A questo punto formate la pupa e il cavallo (con queste dosi potete fare una pupa e un cavallo grandi o dieci pupe e dieci cavalli piccoli).

Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per circa 10-15 minuti (se li fate grandi, circa una mezz’ora).

Lasciate raffreddare e decorate a piacere. :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:12

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 7 commenti a "Pupa e cavallo di Pasqua"

(media voti:3 su 7 commenti)
  1. ciao grillone! non lo conosco purtroppo, questi comunque vengono abbastanza croccanti e biscottosi! :)

  2. sono cercando une ricetta d’un dolce che si comprava l’estate viccino Vibo-Valentia sembrava un puo a questo ma era duro ? lo conosce ? ti ringrazio per tutte le tue ricette mi fa piacere a leggerti in Francia, sei un puo il paese !!!

  3. filippo: puoi sostituirla con un pizzico di lievito per dolci. il miele puoi metterlo di qualsiasi tipo, calcola solo che potrebbe sentirsi di piu’ il sapore. io ho usato il millefiori. :)
    grazie memi! 😀

  4. bravissima Elena ti sono usciti proprio carinissimi :)
    Un baciotto

  5. Ho 2 domande:
    1) posso evitare di mettere l’ammoniaca?
    2) il miele va bene di qualsiasi tipo?

  6. grazie patrizia! :)

  7. Carinissimi. E che bello tramandare le tradizioni. Brava. Proverò a farli e poi ti farò sapere.

TOP