Escalope montagnarde

Difficoltà:
Cottura:
50 min
Preparazione:
20 min
Per:
2
persone

Ho scelto di lasciare come ultima ricetta di questo 2014, un piatto che mi ricorda uno dei momenti più belli di quest’anno, il mio viaggio a Parigi, e per la precisione l’ultima sera, in un vicoletto senza turisti, lontano dalle zone più inflazionate, in un marasma di ragazzi del posto. Erano le dieci e mezza di sera ed era ancora giorno, c’era un’atmosfera magica e io mi sono sentita a casa.

E per interrompere l’idillio aggiungo che il mio compagno, che non parla francese, ha chiesto al cameriere, gesticolando, di portare via il mio piatto prima che iniziassi a riempirmici le tasche, visto che ero sazia, ma non potevo lasciare lì una delle cose più goduriose mai mangiate. 😀 Si tratta dell’escalope montagnarde, un piatto basco a base di carne, patate e crema di funghi. La ricetta originale non so quale sia, ma vi assicuro che quello che ho riprodotto in casa era da leccarsi i baffi ed è stato un tuffo nei ricordi!

Se vi trovaste a Parigi vi consiglio vivamente di provare questo ristorante, suggeritomi da una mia cara amica che ha vissuto lì. Si chiama Chez Gladines, ce n’è più di uno, ma tra i due che ho provato, io ho adorato questo, sia per la cucina (il menu è identico, ma i piatti sono cucinati diversamente!) che per l’atmosfera. :)

Vi auguro un buon anno cari golosauri, ricco di cose belle, da vedere, toccare e soprattutto assaggiare! :)

 

Ingredienti

600 g di carne di vitello (io ho usato due fette di controfiletto)
500 g di patate
80 g di prosciutto crudo (affettato un po' più spesso)
100 g di fontina
sale
pepe
olio di semi per friggere
Per la crema di funghi:
30 g di funghi secchi
200 ml di latte
200 ml di panna
40 g di burro
1 spicchio d'aglio
30 ml di brandy
1 porro
pepe
sale

Preparazione

Mettete i funghi in acqua tiepida, io li ho lasciati venti minuti, ma seguite sempre le istruzioni sulla confezione.

Sciacquateli e tenete da parte.

Eliminate le estremità del porro e tagliatelo a fettine.

In una padella sciogliete il burro e rosolate porro e aglio.

Aggiungete i funghi e fate insaporire due minuti. Sfumate con il brandy. Appena sarà evaporato aggiungete panna, latte ed un po’ di sale.

Fate cuocere una ventina di minuti. Elimnate l’aglio e frullate il tutto, aggiustando di sale e pepe. Tenete da parte.

Nel frattempo sbucciate le patate, tagliatele a fette spesse circa mezzo cm e friggetele in abbondante olio.

Asciugate l’olio in eccesso e mettete in due pirofiline. Salate leggermente.

Cuocete le fette di carne due tre minuti per lato, se le volete al sangue, altrimenti regolatevi in base ai vostri gusti. :)

Mettete ancora calde sulle patate, salate un pochino ed aggiungete la fontina a fette.

Aggiungete il prosciutto.

Ed infine irrorate il tutto con la crema di funghi.

Mettete in forno preriscaldato statico a 200° per circa 15 minuti.

Servite immediatamente la vostra escalope montagnarde! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 13:16

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 10 commenti a "Escalope montagnarde"

(media voti:5 su 10 commenti)
  1. mi sa che ti tocca! 😀 😀

  2. Sublime! Ottima! Adesso mi ha fatto venire voglia di andare a Parigi! :O

  3. grazie di cuore gabriella! :))))

  4. mi hai fatta commuovere… anche io ho bellissimi ricordi legati a “chez gladines”… ci sono stata due volte durante il mio viaggio a parigi col mio ragazzo, uniche due sere in cui abbiamo mangiato bene 😀 complimenti per il blog e grazie per questa ricetta!

  5. clementina puoi usare la cipolla o lo scalogno! :)
    rosanna vacci, ne vale la pena!
    giusy se vai sul link che ho messo, rimanda proprio a quello che ho provato io. :)
    pillow cara, grazie! <3 quella è un’altra ricetta che voglio provare! 😀
    esa ho assaggiato dell’anatra ai funghi, la mia amata soup à l’oignon e croque monsieur come se piovesse! 😀

  6. sarei curiosa di sapere cos’altro hai assaggiato :)

  7. sarebbe un filetto alla wellington francesizzato..
    AUGURI SPLENDORE!

  8. ma se ce n’è più di uno,come trovare il tuo???

  9. Eh già da leccarsi i baffi proprio!!!
    Mi segnerò l’indirizzo, avrei proprio voglia di tornare a Parigi!
    Buon 2015 Elena!!!!!

  10. al posto del porro cosa mettere?
    Buon Anno e grazie

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP