Plumcake salato senza uova

Difficoltà:
Cottura:
55 min
Preparazione:
25 min
Per:
10
persone

Il plumcake salato senza uova è un rustico che ho preparato domenica scorsa per mia mamma, utilizzando latte e yogurt senza lattosio; per un plumcake salato vegano, potete sostituirli con quelli alla soia, assicurandovi che non siano dolcificati.

Per il ripieno del mio rustico, ho scelto zucchine, carote e cipolle, ma ci si può sbizzarrire anche con altre verdure, formaggi o salumi, se non seguite diete particolari.

Vi auguro una buona giornata golosauri!

Ingredienti per il plumcake salato senza uova

300 g di farina
250 g di yogurt bianco
120 g di latte
100 g di olio di semi
15 g di lievito istantaneo per torte salate
250 g di zucchine
150 g di carote
1 cipolla
olio extravergine d'oliva per cuocere le verdure
sale
pepe

Come fare il plumcake salato senza uova

Pelate le carote e tagliate sia loro che le zucchine a cubetti piccoli.

In una padella rosolate la cipolla tagliata a fettine. Aggiungete carote e zucchine.

Aggiungete un po’ di sale, coprite e fate cuocere una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Fate raffreddare.

In una ciotola mescolate olio, latte e yogurt.

Aggiungete farina setacciata, lievito e sale.

Infine aggiungete le verdure ed un po’ di pepe.

Mescolate e versate in uno stampo per plumcake lungo 30cm, dopo averlo imburrato leggermente.

Cuocete in forno preriscaldato statico a 170° per circa 40 minuti.

Lasciate raffreddare completamente.

E servite il vostro plumcake salato senza uova. :)

Come conservare

Si conserva per 2 giorni ben chiuso in frigo. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 09:33

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP