Torta setteveli

Difficoltà:
Cottura:
50 min
Preparazione:
1 h e 30 min + riposo
Per:
20
persone

La torta setteveli è il dolce piu’ complicato che abbia mai preparato, per diversi motivi; innanzi tutto la ricetta è super segreta, in quanto i tre pasticceri che l’hanno inventata (Biasetto, Beduschi e Mannori) si sono guardati bene dal divulgarla. 😀 E poi ogni strato deve riposare prima di poter passare a quello successivo, percio’ ci ho messo all’incirca dieci ore, ma ne è valsa la pena! Mi sono documentata un po’ su internet e poi alla fine ovviamente ho fatto una mia versione della torta sette veli, perchè io la penso così: se chi inventa un dolce non ne divulga la ricetta, ognuno è autorizzato ad interpretarla e riprodurla come vuole. 😉

Io ho fatto un doppo strato di pan di spagna al cioccolato, due dischi di cioccolato gianduia con cereali, bavarese alle nocciole, mousse al cioccolato e glassa a specchio. Confesso che mi sono risparmiata i veli di cioccolato fondente tra i vari strati, che voi potete tranquillamente preparare seguendo il procedimento che io ho utilizzato per i dischi di gianduia. :) L’unico consiglio che vi posso dare, oltre a quello di non avere fretta, è di mettere una striscia di carta da forno tra la cerniera ed i lati della torta, in modo che quando andrete ad aprirla, non se ne verranno via pezzi di torta che dovrete poi rimettere a posto. 😛

La torta setteveli è stato il dolce scelto per festeggiare i sette anni di GnamGnam, nessuna torta poteva essere più indicata! Quindi ve ne mando virtualmente una fetta perchè dopo tanto tempo il mio blog è diventato un po’ anche il vostro, e io non potrei esserne più felice! :)

Vi mando un bacio grande grande! Se provate questa o altre ricette potete far vedere a tutti le vostre foto sul gruppo facebook di GnamGnam! :)

 

Elena

 

 

Ingredienti

Primo e quinto strato:
2 uova
150 g di zucchero
80 g di olio di semi
80 g di latte
160 g di farina
8 g di lievito per dolci
100 g di cioccolato fondente
Secondo e quarto strato:
200 g di cioccolato al latte
40 g di nocciole
30 g di cereali (tipo special k)
Terzo strato:
250 ml di latte
40 g di farina
60 g di zucchero
4 g di gelatina in fogli
100 g di nocciole
200 ml di panna
Sesto strato:
250 ml di latte
30 g di farina
60 g di zucchero
200 g di cioccolato fondente
200 ml di panna
Settimo strato:
220 g di zucchero
70 g di cacao
175 ml di acqua
150 g di panna
8 g di gelatina in fogli
Per le decorazioni:
200 g di cioccolato al latte
50 g di cioccolato bianco

Preparazione

Preparate il pan di spagna. Lavorate le uova e lo zucchero.

Aggiungete latte e olio.

Aggiungete farina e lievito setacciati.

Aggiungete il cioccolato fuso.

Versate in una tortiera del diametro di 24cm imburrata e infarinata.

Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per circa 30-40 minuti. Fate la prova stecchino! Lasciate raffreddare completamente.

Preparate il secono strato. Mettete le nocciole in un mixer e frullate fino a ridurle in pasta (ci vorranno cinque minuti circa, dipende dalla potenza del mixer! 😀 ). Io per comodità ho frullato anche le nocciole che mi serviranno per la bavarese alle nocciole, ne ho presi i 100g e li ho tenuti da parte per dopo :) ).

Fondete il cioccolato al latte ed aggiungete 40g di pasta di nocciole.

Aggiungete i cereali tritati.

Fate ora i due dischi di gianduja. Io ho preso la base dello stampo a cerniera che userò poi per la torta, l’ho rivestito di pellicola ed ho steso metà del cioccolato con i cereali, ottenendo uno strato bello sottile. Mettete in frigo venti minuti e ripetete l’operazione con il resto del cioccolato. Conservate i due dischi di gianduia in frigo, fino al momento di utilizzarli.

Preparate ora la bavarese alle nocciole. Mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda per dieci minuti.

In un pentolino setacciate farina e zucchero.

Aggiungete a filo il latte, mescolando con una frusta.

Cuocete a fiamma bassa fino a far addensare la crema (ci vorranno circa 5 minuti). Spegnete ed aggiungete la gelatina strizzata.

Aggiungete i 100g di pasta di nocciole.

Mescolate e trasferite in un piatto. Coprite con pellicola a contatto e lasciate raffreddare per bene.

Una volta raffreddata la crema alle nocciole, incorporatevi la panna montata.

Iniziate a montare il dolce. Dal pan di spagna ricavate due dischi alti un cm (vedrete che vi avanzerà del pan di spagna! :) ).

Mettete un disco di pan dis pagna ed uno di gianduia ai cereali.

Versate la bavarese alle nocciole. Livellate bene la superficie e mettete in frigo per tre ore almeno.

Preparate la mousse al cioccolato. In un pentolino mescolate farina e zucchero. Aggiungete il latte, mescolando con una frusta.

Fate cuocere a fiamma bassa, sempre mescolando, fino a che la crema non si sarà addensata (ci vorranno circa cinque minuti).

Spegnete ed aggiungete il cioccolato.

Mescolate fino a farlo sciogliere. Lasciate raffreddare, dopo aver coperto con della pellicola a contatto.

Incorporate la panna montata.

Prendete lo stampo, mettete un disco di gianduia,

il pan di spagna

ed infine la mousse al cioccolato, livellandone bene la superficie.

Mettete in frigo per tre ore.

Preparate la glassa a specchio: mescolate zucchero e cacao.

Mescolando con una frusta, aggiungete l’acqua e la panna.

Nel frattempo mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda per dieci minuti.

Quando il composto inizia a bollire, spegnete ed aggiungete la gelatina strizzata.

Fate intiepidire la glassa (dovrete toccarla e non scottarvi, ma sentirla tiepidina).

Ora mettete la torta in freezer per mezz’ora, prima di glassarla.

Preparate le decorazioni di cioccolato: sciogliete il cioccolato bianco e fate dei ghirigori su della carta da forno, poggiata su una teglia.

Mettete in frigo 15-20 minuti.

Sciogliete il cioccolato al latte e ricoprite il cioccolato bianco. Mettete in frigo per 20 minuti.

Con un bicchiere o una cerniera, ricavate dei cerchi, i miei erano di 8cm di diametro.

Togliete la torta dalla cerniera e mettetela su una gratella. Io sotto ho messo un vassoio con carta da forno per recuperare della glassa, in caso di necessità. :)

Ricoprite la torta sette veli con la glassa; non dovete spatolarla, ma semplicemente irrorarla di glassa. Mettete ai lati i dischi di cioccolato decorativi mettete in frigo per un’ora prima di servirla.

Ed eccovi una bella fettona di torta sette veli! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 08:00

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 119 commenti a "Torta setteveli"

(media voti:5 su 119 commenti)
  1. ciao stefania! in verità non si “attacca”, ma volendo puoi metterci un velo di mousse che faccia da collante! :)

  2. Buona sera Elena, complimenti per le tue ricette! Volevo chiederti una cosa sulla sette veli……ma come fa a stare attaccato il disco di croccante al pan di Spagna se non c’è niente che li tiene attaccati?? Cmq voglio provare è un’ottima ricetta!!! Grazie in anticipo!!!!

  3. ciao catia! una volta preparate le due creme (quella alla nocciola e quella al cioccolato) va aggiunta la panna montata. :)

  4. Ma,sig.Amatucci,mi spiega un attimo le musse,io le ho fatte come sono scritte sulla ricetta,leggendo I commenti la panna va montata,ma dove ,in quake strato ? Grazie della risposta che mi dara’

  5. L’ho fatta,la devo assemblare,incrociamo le dita,ma sono un po’ impaurita,qualcuno mi sa dare qualche dritta ?

  6. mmm..angela potresti provare con una crema al mascarpone? oppure fare un po’ di mousse alle nocciole in piu’! serve qualcosa di chiaro! :)

  7. Mi sapresti suggerire come coprire la torta per poi mettere l’ostia, al di là della panna semplice?

  8. grazie elena

  9. angela io te lo sconsiglio perchè è scura e rovinerebbe i colori dell’ostia! :)

  10. Ciao Elena. Io feci la tua setteveli l’anno scorso per il compleanno di mio figlio, ora vorrei utilizzare la glassa a specchio della tua settevli per ricoprire un pandispagna farcito per il compleanno di mia figlia. Volevo sapere da te se sia possibile applicare poi sopra un’ostia

  11. giovanna io ho preferito lasciarlo asciutto, ma se vuoi puoi bagnarlo leggermente. :)

  12. ciaooo, ricetta fantastica.. solo una cosa il pan di spagna non va bagnato? resta asciutto?

  13. chiara ti sei fatta capire benissimo, le dosi sono quelle totali! 😀

  14. buongiorno prima di tutto complimentissimi per il blog che è un fonte continua di ispirazione,secondo devo fare una domanda ( forse stupida) su questa ricetta: quando parliamo di ingredienti si fa l associazione primo-quinto strato e secondo-quarto strato, mi chiedevo se le dosi indicate sono totali per entrambi gli strati in esame oppure se ogni strato è formato da quelle dosi. spero di essermi fatta capire xD
    grazie in anticipo !!

  15. giusy se ci riesci puoi tranquillamente, basta far raffreddare per bene tutto! :)

  16. Ricetta fantastica, grazie.
    Mi domandavo, però, se fosse consigliabile preparare tutte le basi (creme, dischi e pan di spagna)lo stesso giorno, a prescindere dai tempi di composizione della torta.
    Tu che ne pensi?
    Grazie

  17. non c’è di che! 😀

  18. Grazie mille, é una ricetta fantastica con tutti trucchi e dettagli! Grazie ancora!!! :))))))

  19. morena puoi condividere la foto qui!

    https://www.facebook.com/groups/lericettedignamgnam/

    Spero ti sia piaciuta! ^_^

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP