Panettone

Difficoltà:
Cottura:
40 min
Preparazione:
2 ore
Per:
10
persone

Ed ecco finalmente la ricetta del panettone. :) Dovete sapere che non amo i canditi e l’uvetta, quindi ogni anno non lo assaggio mai. Ma quest’anno che ho deciso di preparare il panettone in casa, l’ho farcito con gocce di cioccolato e amarene: MERAVIGLIOSO! 😀

Queste dosi sono per un panettone da un kg; come per il pandoro la ricetta si divide in tre fasi: preparazione della biga (che io ho fatto al mattino), un primo impasto (che ho fatto nel primo pomeriggio) e il terzo impasto (che ho fatto la sera). Poi ho lasciato lievitare tutta la notte e la mattina dopo l’ho cotto. :) I tempi di lievitazione sono indicativi, dipende dalla temperatura della vostra cucina. :)

Negli ingredienti trovate la somma totale di tutti gli ingredienti, e in ogni passaggio trovate le dosi che vi servono per biga e i due impasti. Infine: io ho usato l’impastatrice, e vi consiglio di fare altrettanto! 😀

Spero davvero che vi piaccia. 😉

NB: questa non è la ricetta originale del panettone, che prevede l’utilizzo della pasta madre. Però va piu’ che bene per chi vuole provare a fare il panettone in casa la prima volta e non ha modo di procurarsi il lievito madre. L’anno prossimo rimedierò! 😉 Ho tra l’altro sostituito la farina 0 con quella manitoba ed il risultato è stato più soffice! :)

Ingredienti per panettone

400 g di farina manitoba
30 g di acqua tiepida
12 g di lievito di birra fresco
150 ml di latte tiepido
140 g di zucchero
120 g di burro
5 tuorli
30 g di miele
1 stecca di vaniglia
5 g di sale
150 g di canditi
150 g di uvetta
Oppure
150 g di gocce di cioccolato
150 g di amarene

Come fare panettone

1)Biga:

60g di farina

30g di acqua tiepida

12g di lievito di birra

Disponete la farina a fontana e mettete al centro il lievito e l’acqua.

Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Coprite con la pellicola e lasciate lievitare fino a raddoppiamento di volume. Io l’ho lasciato circa due ore.

2)Secondo impasto:

220g di farina

70g di zucchero

3 tuorli

100ml di latte tiepido

60g di burro

Mettete nell’impastatrice la biga, la farina setacciata e lo zucchero.

Aggiungete i tuorli leggermente sbattuti un po’ alla volta.

Lavorate fino ad amalgamare tutto. Aggiungete il latte tiepido poco alla volta.

Lasciate impastare una decina di minuti ed aggiungete il burro ammorbidito (non fuso!) poco alla volta, continuando a farlo impastare.

Mettete l’impasto leggermente infarinato in una ciotola e coprite con la pellicola.

Lasciate lievitare fino a quando sarà raddoppiato di volume. Io l’ho lasciato circa 5 ore.

3)Terzo impasto:

120g di farina

70g di zucchero

30g di miele

2 tuorli

50ml di latte tiepido

5g di sale

1 stecca di vaniglia

60g di burro

canditi e uvetta

oppure

gocce di cioccolato e amarene

Nell’impastatrice mettete l’impasto, metà della farina setacciata, lo zucchero ed il miele.

Impastate fino ad amalgamare il tutto ed aggiungete i tuorli leggermente sbattuti un poco alla volta.

Aggiungete il sale, il latte ed i semini della vaniglia e mescolate.

Aggiungete il resto della farina, poco alla volta.

Aggiungete il burro a pezzetti (deve essere a temperatura ambiente), poco alla volta, aspettando che sia stato assorbito prima di aggiungerne dell’altro.

Appena si sarà amalgamato il tutto aggiungete gocce di cioccolata e amarene (o i canditi e l’uvetta, dopo averla messa in ammollo dieci minuti in acqua tiepida).

Impastate il tutto. Trasferite sul piano da lavoro infarinato e impastatelo un po’ con le mani.

Mettete l’impasto  nello stampo del panettone. Spennellatelo con il burro fuso per non far formare la crosticina durante la lievitazione.

Lasciate lievitare tutta la notte (io l’ho lasciato circa 14 ore).

Fate una croce con un coltello, senza affondarlo troppo e mettete al centro un cubetto di burro.

Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per circa 40-50 minuti (fate la prova dello stecchino).

Mettete degli spiedoni ai lati del panettone

Capovolgetelo in una pentola e fatelo raffreddare completamente.

Ed ecco il mio panettone! :)

E questa è una fetta di panettone. 😉

Consigli

Per stare piu' tranquilli ed evitare pasticci, potete dividere la farina da aggiungere al primo impasto a metà ed aggiungere la prima parte all'inizio, poi il resto degli ingredienti, e alla fine l'altra metà, dopo che si è amalgamato il tutto. E potete fare la stessa cosa anche per il secondo impasto. :)
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:18

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 90 commenti a "Panettone"

(media voti:5 su 90 commenti)
  1. ciao caterina, utilizza le istruzioni sulla confezione, se ci sono! :)
    grazie mille elisabetta! buone feste anche a te! ^_^

  2. Bravissima ho proprio voglia di provare a farlo. Mi hanno regalato la planetaria,che ho appena iniziato ad usare. Purtroppo non so mai come regolarmi con la velocità…comunque grazie per le ricette e i consigli..leggere le tue ricette e poterle realizzare mi entusiasma….un abbraccio buone feste

  3. * lievito di birra secco non fresco

  4. Mi scusi, se utilizzo il lievito di birra fresco, prima di miscelarlo con acqua e farina devo scioglierlo con zucchero e acqua come indicato sulla bustina? Grazie

  5. antonella se lo chiudi per bene appena raffreddato, un paio di giorni dovrbbe mantenersi senza problemi! :)
    claudia per quanto riguarda il terzo impasto: “Nell’impastatrice mettete l’impasto, metà della farina setacciata, lo zucchero ed il miele.”, gli ingredienti vanno quindi aggiunti all’impasto precedente. Il sistema degli spiedoni serve proprio a non far sgonfiare il panettone, perchè appena infilati (nel panettone caldo), subito lo capovolgi e lo lasci raffreddare così. La lievitazione sì, a temperatura ambiente, sperando che non faccia troppo freddo in casa! :)

  6. Ciao, il panettone è davvero molto invitante e vorrei provare a farlo, ci sono però dei passaggi che non mi sono del tutto chiari. Quando si arriva al terzo impasto, bisogna unirlo al secondo o farlo separatamente, cioè iniziare da zero con farina,zucchero, tuorli ecc….e soltanto dopo averlo impastato unirlo all’ impasto precedente?
    Inoltre, gli spiedoni bisogna infilarli e farli passare da un lato all’ altro, quando il panettone è ancora bollente?
    Questo passaggio non rischia di far “sgonfiare” il panettone?
    La lievitazione tutta la notte va fatta a temperatura ambiente?
    Grazie
    Claudia

  7. Grazie per la ricetta del panettone volevo però chiedere se rimane morbido per qualche giorno o se va consumato in giornata. Bravissima e grazie per tutte le ricette

  8. la maledizione del panettone!! sì, potrebbe dipende dal pezzetto di burro che ha appesantito il tutto, a questo punto i puoimetterci dei fiocchetti oppure, se temi che possa fare danni, non aggiungere nulla! accendi direttamente il forno con il panettone dentro, così eviti che venga sballottolato! :\

  9. Allora ti aggiorno: sono andata fino in fondo anche per “fare esperienza” sperando che la terza sia la volta buona.. Intanto stamattina dopo 12 ore era lievitato, era uscito fuori lo stampo facendo la tipica forma a fungo, quindi l’ho cotto. L ho cacciato fuori delicatamente per far scaldare il forno. È sceso pochissimo perché chiaramente fuori era un poco Piu freddo, ma poi in cottura la cupoLetta si è afflosciata al centro… Come mai secondo te??? Può dipendere dal pezzo di burro al centro?? Secondo te, se la prossima volta dopo la lievitazione il panettone non lo tolgo proprio dal forno lo spennello solo con burro fuso, e porto a temperatura tutto assieme? Credi ne risenta l impasto o magari è meglio per la sua stabilità?? Ti ringrazio dei consigli, vorrei riuscirci la prossima volta.. Ho sempre fatto questa ricetta perché di te mi fido, l anno scorso una tragedia con gli stecchi, adesso si è afflosciato.. Speriamo bene per la terza

  10. Elena… ho fatto le 2 prime fasi perfettamente, ma solo adesso come una sciocca mi sono resa conto di una cosa gravissima… anziché usare la Manitoba ho usato la farina 00 normale… potrei mettere la Manitoba nel l’ultima lievitazione, i 120 gr che restano ma.. ho paura che possa non servire a niente… dammi tu un consiglio.. devo buttare tutto?:-(

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP