Zeppole di San Giuseppe fritte

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
40 min
Per:
15
zeppole piccole

L’anno scorso ho provato per la prima volta a fare le zeppole di San Giuseppe al forno;  quest’anno è toccato invece alle zeppole di San Giuseppe fritte. 😀

Le zeppole di San giuseppe fritte sono un dolce tradizionale a base di crema ed amarene, che si prepara in occasione della festa del papà. :)

Volendo potete preparare le zeppole di San Giuseppe per intolleranti al lattosio, sostituendo burro e latte con margarina e latte di soia. 😛

Ingredienti

Per le zeppole di San Giuseppe:
250 ml di acqua
80 g di burro
160 g di farina
60 g di zucchero
3 uova
1 pizzico di sale
Per la crema pasticcera:
500 ml di latte
130 g di zucchero
80 g di fecola di patate
3 tuorli
buccia di limone
amarene
zucchero a velo per guarnire
olio di semi per friggere

Preparazione

Scaldate il latte con la sbuccia di limone o la stecca di vaniglia.

In una terrina lavorate tuorli e zucchero.

Aggiungete la fecola setacciata (e se necessario un po’ del latte, non eccessivamente caldo).

Aggiungete il latte filtrato, mescolando con una frusta, e ponete la crema pasticcera sul fuoco. Cuocete a fiamma bassa mescolando continuamente, finchè la crema non si sarà addensata. Ci vorranno circa 5-10 minuti. Spegnete subito!

A questo punto io ho trasferito la crema su un piatto piano abbastanza grande e l’ho coperta con della pellicola a contatto.

Oppure potete scegliere di lasciarla nel pentolino con qualche fiocchetto di burro in superficie. Questi due metodi servono per evitare che si formi la pellicola in superficie.

In una pentola mettere l’acqua, il burro, lo zucchero ed un pizzico di sale e portare ad ebollizione.

Aggiungere la farina tutta in una volta e mescolare fino ad amalgamare il tutto.

Spegnete e mescolate fino a formare un impasto compatto.

Fate intiepidire, e aggiungete le uova una alla volta, mescolando fino a che non si sarà assorbito, prima di aggiungere quello successivo.

Otterrete un composto come in foto. Mi raccomando, la grandezza delle uova puo’ variare, quindi aggiungetene sempre una alla volta fino ad ottenere una consistenza che mantenga la forma delle zeppole. Nel caso la otteniate prima di aggiungere tutte le uova, fermatevi! :)

Dopo aver messo il beccuccio a stella nella sac à poche, versatevi il composto delle zeppole di San Giuseppe.

Formate le zeppole sulla da forno in questo modo:

Scaldate l’olio e tuffatevi le zeppole di San Giuseppe con tutta la carta da forno (si staccherà dopo qualche secondo e potrete eliminarla con una pinza :) ).

Cuocetele fino a che non risulteranno gonfie e dorate. La fiamma non deve essere troppo forte!

Scolatele e mettetele su carta assorbente.

Guarnite le zeppole con la crema pasticcera, le amarene e spolverate con un po’ di zucchero a velo.

Ed ecco a voi le mie prime zeppole di San Giuseppe fritte. 😉

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di lattosio.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 00:33

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 59 commenti a "Zeppole di San Giuseppe fritte"

(media voti:5 su 59 commenti)
  1. grazie marcella! :)

  2. DEVONO ESSERE BUONISSIME LE PREPARERò SERA QUESTA

  3. ciao matilde! sì in frigo, e sì, dopo averla fatta raffreddare. :)

  4. Ciao, se preparo la crema la sera prima la devo conservare in frigo con la pellicola tutta la notte?e in frigo va messa una volta raffreddata?grazie

  5. grazie lucia! 😀

  6. Le trovo fantastiche le provero’ sicuramente

  7. sìsì! :)

  8. Questa ricetta mi sembra ottima , ma ti vorrei chiedere se si puo usare metâ burro e metä margarina . Grazie

  9. grazie mille a te nadia! 😀

  10. Ho preparato le zeppole fritte ieri sera. Oggi le stiamo gustando… Vi assicuro che sono buonissime! E non riusciamo a smettere di mangiarle! Grazie Elena per le tue meravigliose ricette!

  11. ciao rossana, ho aggiustato, va aggiunto nell’acqua! :)

  12. Ho provato a fare le zeppole al forno e sono una vera delizia!!!!leggendo la variante fritta nn ho capito come usare lo zuucchero, visto che c’è scritto di mettrlo a bollire con acqua burro e sale, e dopo aver messo la farina aggiungere altro zucchero??? Grazie in anticipo.

  13. grazie patrizia! :)

  14. Ciao , io conosco una ricetta senza zucchero . Ma la tua mi ispira troppo … Brava

  15. rosalinda ciao! forse è proprio per non farle sgonfiare? non saprei, io le friggo direttamente! per il fatto che si sgonfiano un po’, credo dipenda dalle uova, un po’ come quando fai la frittata, che in cottura cresce e una volta nel piatto si ridimensiona. 😀

  16. ciao gnamgnam, volevo un cosiglio: ho letto che molte, prima di friggerle, consiglano di passarle nel forno a 140°-150° per 5-10 minuti, mi sapresti spiegare il perchè? e poi: perchè durante la cottura si gonfiano e, una volta raffreddate, si sgonfiano? grazie

  17. con queste dosi vengono 15 zeppole piccole, quindi volendo puoi farne dieci un po’ piu’ grandi! la carta serve per sollevarle e metterle nell’olio, perchè sono abbastanza molli e non possono essere maneggiate! :)

  18. Ciao elena per fare zeppole piu grandi va bene questa dose ? Per 10 ad es ? E per la carta da forno a quadratini serve qualcosa in particolare ?

  19. mi fa troppo piacere mariagrazia bella! :)

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP