Tortano

Il tortano è un rustico a base di sugna, salumi e formaggi che rientra nelle ricette di Pasqua.

Spesso c’è confusionte tra tortano e casatiello. In realtà gli ingredienti ed il procedimento sono quasi identici, la differenza è che nel tortano le uova sode sono fatte a pezzetti e messe nell’impasto, mentre nel casatiello si lasciano intere e si mettono sopra.

Non si prepara mai un solo tortano, ma almeno due o tre, sia per regalarne un pezzo agli amici e ai parenti, sia per portarne un po’ per la gita di Pasquetta.

Questa è la ricetta del mio tortano, fatene buon uso! :)

 


difficoltà
cottura:
60 min
preparazione:
60 min
persone:
15

INGREDIENTI

 1 kg di farina
 25 g di lievito di birra fresco
 600 ml di acqua calda
 10 g di zucchero
 400 g di salumi (io ho usato pancetta, prosciutto cotto e salame)
 400 g di formaggi (io ho usato provolone piccante e dolce)
 2 uova sode a pezzetti
 250 g di sugna (più extra per lo stampo)
 25 g di sale
 pepe

Preparazione

In una terrina mettere l’acqua calda e sciogliere il lievito e lo zucchero.

Aggiungere metà della farina ed il sale.

Tortano 1

 

 

Impastare ed aggiungere l’altra metà della farina. Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Tortano 2

 

 

Coprire l’impasto e lasciare lievitare un’oretta. Se fa freddo, coprire con un maglione o qualcosa di lana.

Nel frattempo tagliate i salumi ed i formaggi e cuocete le uova (dovranno cuocere per 7 minuti da quando inizia a bollire l’acqua).

Aggiungere la sugna (conservandone un po’ per lo stampo) ed il pepe all’impasto lievitato

Tortano 3

 

 

e lavorare per mezz’ora.

Tortano 4

 

 

Aggiungere i salumi, i formaggi e le uova sode.

Tortano 5

 

 

e lavorare il tortano fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Se preferite potete stendere l’impasto e cospargerlo di salumi, formaggi e uova e poi arrotolarlo ben stretto.

Mettere il tutto nello stampo per ciambella del diametro di 30cm, dopo averlo unto con un po’ si sugna.

Tortano 6

 

 

e lasciare lievitare il tortano circa un’ora e mezza.

Cuocere il tortano in forno preriscaldato a 180° per almeno un’ora (ma anche un’ora e mezza, dipende dal vostro forno!).

Sfornate lasciate raffreddare coperto da un panno pulito.

Tagliare a fette il tortano e servire. ;)

 

 

 

 

 



Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.



Condividi


Visitato 34885 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 7 ottobre 2007 alle 18:07

Categoria: Ricette di Pasqua, Rustici e torte salate

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 30 commenti a "Tortano"

(media voti:5 su 30 commenti)
  1. meravigliosooooo!!! :O
    quanto mi piacciono le ricette della tradizione campana!! pastiera in primis!

    ciaociao

  2. buongustaia. :D

  3. ciao,
    io e francesca amiamo molto le tue ricette ma ho una domanda..
    cosa e’ la sugna?

  4. la sugna sarebbe lo strutto, grasso di maiale in pratica. :D

  5. grazie..
    posso usare il burro invece di questa sugna? tanto per alleggerire un pò il piatto.. mica per altro..

  6. beh, volendo sì, pero’ poi non è proprio la stessa cosa. :P

  7. una mia zia napoletana usava decorare la superficie del tortano con alcune uova con guscio e
    ricoperte da strisce di pasta a croce per fissarle all’impasto principale.Oltre all’effetto
    artistico era divertente liberare le uova (diventate sode) dalle strisce di pasta che si sbocconcellavano
    come primizia della golosità che si sarebbe mangiata, si toglieva il guscio e si riponeva le uova nel loro alloggiamento per poi tagliare a fette , con la porzione di uovo sodo sormontante il tutto. Da provare
    Per quanto ricordo il tortano era ideale per concludere la festività di Pasqua con un picnic fuori porta
    insieme ai resti -sempre abbondanti- dei dolci pasquali,pastiera in primis. ciao

  8. è buonissimo! lo adoro!

  9. ciao, volevo sapere se al posto della sugna posso usare l’olio d’oliva e se si, in quale quantità?grazie baci….

  10. laura sì, grosso modo nelle stesse quantità. anche se poi l’impasto viene più croccante e secco rispetto a quando si usa la sugna!

  11. Ciao,
    vorrei provare questa ricetta ma vorrei chiederti se è proprio necessario lavorare l’impasto così a lungo…addirittura un’ora! Non si può lavorarlo quel tanto che basta affinchè risulti omogeneo? Grazie e complimenti per le tue ricette deliziose!!!

  12. fairymoon più lo impasti più diventa morbido. magari un’ora no, però di sicuro 15-20 minuti sì. :)

  13. Ciao, faccio il casatiello da anni, con una ricetta che mi ha lasciato mio zio, napoletano doc.
    Ho voluto provare la tua, un solo neo, la sugna aggiunta dopo la prima lievitazione, nonostante la lavorazione anche eccessiva si sente troppo dopo la cottura e non mi è piaciuto, io la metto negli ingredienti insieme a tutti gli altri all’inizio.
    Ad ogni modo il tuo sito è splendido, complimenti.
    Se sei interessata ti manderò la ricetta dei taralli con l’olio di mia madre, una prelibatezza….
    Ciaoooo!!!

  14. grazie mille mary! volentieri. :)

  15. Con questa ricetta ci hai ucciso….. in tutti i sensi… ma il risultato finale so che è divino! (una mia amica napoletana lo fa sempre a Pasqua, ed è ottimo), quest’anno provo io :)
    Ciao e Buona Pasqua!!

  16. uaehueaheau grazie angela! buona pasqua anche a te! :D

  17. ciaoo avrei una domanda sicco,e sono poco pratica… vorrei sapere nel forno a gas x non farlo bruciare sul fondo in quale ripiano devo riporlo?

  18. ciao simona, dipende dal tuo forno! cuoce troppo velocemente sotto, mettilo nella parte medio-alta, magari tra la teglia dove sta il tortano e la base del forno, inserisci un’altra teglia, che faccia un po’ da isolante! :)

  19. ciao sono paola al posto della sugna posso usare la margarina valle

  20. ciao paola, se proprio vuoi, ma il sapore sarà diverso! :D

  21. Ciao Elena
    So perfettamente che non è la stessa cosa ma al posto della sugna è possibile utilizzare il burro o l’olio ?
    Grazie 1000
    Smack e buona Pasqua :)

  22. Scusa ho letto soltanto ora i commenti precedenti e allora non mi resta che farti tanti complimenti per il tuo sito. Sei bravissima !!!! baciiiii

  23. patrizia grazie mille!!! :) ))

  24. prova a mettere nell’impasto quando mischi acqua e farina anche del romano e parmigiano grattugiati e un po di pepe, cambierà completamente sapore perchè sentirai il formaggio anche nell’impasto … una vera delizia

  25. Per preparare il “Tortano” con la planetaria potrebbe dirmi per quanto tempo lavorarlo e a che velocità?. Ed ancora per 2 o 3 persone è giusto dividere le sue dosi per tre? Grazie anticipatamente

  26. ciao marta! l’impasto va lavorato finchè non si “incorda”, ossia si stacca dalle pareti della planetaria e si avvolge attorno al gancio, io la faccio andare per circa 5 minuti per il primo impasto e dieci minuti il secondo. inizio a velocità bassa, poi media e alla fine al massimo, per poco tempo. per due tre persone, sì, puoi dividere per tre le dosi. :)

  27. Grazie per la gentilissima e sollecita risposta, ma l’ho preparato ieri sera e mi è venuto “pataterniaco” Grazie ancora

  28. grazie a te! ^_^

  29. Se ho fatto metà dose della tua ricetta e ce la siamo spazzolata in 4 é molto grave???? No, direi che ti fa capire quanto ci é piaciuto questo tortano!!!!!

  30. io confesso che di solito un’intero tortano ce lo spazzoliamo in due! :D :D

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*