Zuppa di cipolle

 

Alcuni di voi mi hanno detto che non metto abbastanza ricette di zuppe, così questa settimana ho deciso che mi darò da fare, ed iniziamo con una zuppa che io ho trovato meravigliosa: la zuppa di cipolle (o come si dice in Francia, soupe à l’oignon ).

Si tratta di una zuppa quasi esclusivamente a base di cipolle, in grado di conquistare anche chi non la ama. Inoltre è una ricetta molto dietetica, visto che le cipolle hanno pochissime calorie. Quel po’ di burro poi da’ un sapore che provoca quasi dipendenza. :D

Vi consiglio assolutamente di provarla in una di queste fredde sere, vi rinfrancherà il morale! :)

Potete servire la zuppa di cipolle così, come trovate la ricetta, oppure potete mettere in un tegame, delle fette di pane abbrustolito, coprirle con la zuppa e spolverare il tutto con della gruyère. Passatela in forno giusto il tempo di farla gratinare e vi assicuro che mi ringrazierete. ;)

Buona giornata!

 


difficoltà
cottura:
1 h e 30 min
preparazione:
10 min
persone:
4

INGREDIENTI

 500 g di cipolle
 800 ml di brodo vegetale
 20 g di burro
 30 g di farina
 sale
 pepe

Preparazione

 

Eliminate le estremità delle cipolle, sbucciatele e tagliatele a fettine sottili.

 

 

 

In una pentola capiente, sciogliete il burro.

 

Aggiungete le cipolle e fatele appassire a fuoco dolce, senza mai farle colorare, coprendo con un coperchio. Devono semplicemente ammorbidirsi.

 

Dopo venti minuti aggiungete la farina setacciata.

 

Mescolate ed aggiungete il brodo caldo ed un po’ di sale. Mettete il coperchio senza chiudere del tutto, per lasciar evaporare un po’ di brodo.

 

Lasciate cuocere la zuppa di cipolle circa un’ora. Servite con dei crostini di pane. :)

 

 

Varianti

Potete decidere di gratinare la zuppa di cipolle mettendo dei crostini di pane in una terrina grande o in 4 monoporzione. Coprite con la zuppa e spolverate con del formaggio gruyère, passate in forno a 200° finchè la zuppa non si formerà una crosticina. Potete decidere di frullarla per avere una vellutata di cipolle. Inoltre potete decidere per una zuppa più o meno liquida aggiungendo brodo o lasciando cuocere senza coperchio fino a raggiungere la densità che desiderate.


Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.





Visitato 16207 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 11 dicembre 2012 alle 12:47

Categoria: Ricette senza uova, Ricette vegetariane, Zuppe
Altre categorie:
Altre ricette con:

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 17 commenti a "Zuppa di cipolle"

(media voti:4 su 17 commenti)
  1. Elena veramente ti devo ringraziare, l’ho preparata per la cena, i miei familiari mi guardavano disgustati, e invece poi è stata sublime!!!

  2. ottima per l’inverno!!!

  3. brava elena! hai fatto bene con questo freddo ci vuole proprio una bella zuppa calda… in più se è anche deliziosa e leggera, direi 10 e lode! continua cosi!w le zuppe! ;)

  4. io l’ho trovata buonissima, la rifarò spesso. :)

  5. Penso che provero la ricetta originale poi quella gratinata , spero e penso che sia buonissima ( noi mangiamo le cipolle) grazie ciao

  6. ciao paolo, grazie a te. :)

  7. La farò domani sera, voglio farla mangiare anche a mia figlia che ha 8 anni. Le cipolle le piacciono, vedremo cucinate così…..ti farò sapere…. Vai sempre così Elena!!!

  8. fammi sapere! :D

  9. La zuppa è stata un successo ma mia figlia non ha apprezzato ma d’altronde ha 8 anni!!! Grazie e alla prossima

  10. grazie lia! :D riprova quando sarà piu’ grande! :D

  11. Zuppa di cipolle… buonissima sempre, per renderla perfetta e cromaticamente attraente mancano solo dei fiocchi di sale Nero di Cipro…

  12. buona buona! :D

  13. la ricetta delle cipolle è interessante……

  14. provero’ a farla…..

  15. non te ne pentirai! ;)

  16. Ho provato la soup a l’oignon anni fa quando sono stato a Cannes per la prima volta. E’ stato amore a prima vista. Da allora la prendo sempre come starter ogni volta che vado a cena da Chez Max, il più famoso ristorante francese che c’è qui a Dublino. Ho seguito la tua ricetta e impiattato come fanno loro, o vero con crostini e formaggio a scaglie a parte. Ho fatto un po’ di casino nella preparazione perché la fiamma era troppo alta e le cipolle stavano cominciando a caramellare (maledetta piastra elettrica!) però credo di aver salvato tutto in extremis. Il sapore infatti è risultato molto gradevole e, soprattutto, una volta aggiunto il formaggio non si è unito tutto insieme a formare un’enorme palla, come invece puntualmente mi succede da Chez Max! :D Grazie mille per questa ricetta Elena!

  17. a te per il reportage tesoro! :***

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*