Calamari fritti

Difficoltà:
Cottura:
10 min
Preparazione:
10 min
Per:
2
persone

I calamari fritti sono un piatto molto semplice e che amo particolarmente, ma che richiede qualche piccola accortezza per farli venire come si deve. Oggi vi darò qualche piccolo suggerimento per ottenere una frittura di calamari dorata, croccante ed asciutta! :)

Innanzitutto la scelta dei calamari: ovviamente se sono freschi e presi dal vostro pescivendolo di fiducia è tanto meglio; se proprio non avete modo di comprarlo fresco e dovete prendere quello surgelato, prendete i calamari sporchi, che dovrete pulite voi. Evitate quei bei calamari bianchi già puliti e, per l’amor di dio, non prendete quelli gia’ tagliati a rondelle. Magari risparmiate dieci minuti, ma il risultato non sarà dei migliori! :)

L’olio: deve essere abbondante, se decidete di fare i calamari fritti non potete pretendere di usare poco olio con la vana illusione che così saranno piu’ leggeri: avrete dei calamari mollicci e magari bruciaticci. Dovrete cuocerlo in abbondantissimo olio (non a caso nei ristoranti si usano le friggitrici, con decine di litri d’olio), quindi non temete e usate anche un litro d’olio, così vi verranno sicuramente piu’ asciutti e puliti. Inoltre non deve essere troppo caldo e soprattutto non fatelo “fumare”, altrimenti i calamari risulteranno amarognoli e bruciati.

La panatura: per i calamari fritti basta solo la farina, non c’è bisogno di aggiungere uova, olio o altro (certo, a meno che non vogliate dei calamari in pastella!). I calamari dovranno essere asciutti, passati solo nella farina.

I calamari fritti vanno serviti subito, se li lasciate 5 minuti ad attendere perderanno inesorabilmente la loro croccantezza. Quindi vi toccherà cuocerli in piu’ riprese, ma ne sarà valsa la pena. :)

Penso di avervi detto tutto quello che so sui calamari fritti, voi provate e fatemi sapere! 😉

 

Ingredienti

2 calamari (da circa 300g l'uno)
farina
olio di semi per friggere
sale
pepe
limone

Preparazione

Pulite i calamari togliendo la pelle, eliminando le interiora ed il becco, che si trova alla base dei tentacoli (qui trovate il procedimento con foto per pulire i calamari).

Tagliateli il corpo a rondelle ed i tentacoli a metà.

Fate asciugare benissimo, con della carta assorbente. Questo eviterà che durante la cottura i calamari fritti scoppiettino e che la panatura assuma strane forme. 😀

Mettete i calamari in un sacchetto con la farina e agitate per bene, in modo da infarinarli uniformemente.

Iniziate a scaldare l’olio, che dovrà essere abbondante (io uso un pentolino alto e uso quasi un litro d’olio) e non deve essere troppo caldo.

Prendete la porzione di calamari che dovete friggere (non esagerate, dovete metterne pochi per volta per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi troppo) e scuoteteli in un setaccino per eliminare la farina in eccesso.

Friggete i calamari fino a farli dorare. 😀

Sollevate li con una schiumarola, asciugare l’olio in eccesso e servite i calamari fritti subito, ancora caldi, con un po’ di sale e pepe e qualche fettina di limone. :)

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di lattosio.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:27

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Calamari fritti"

(media voti:3 su 9 commenti)
  1. mmm..l’unica soluzione è il paraschizzi! :)

  2. Ciao vorrei sapere se hai un consiglio per friggere i calamari senza che schizzino tutta la cucina in frittura li ho asciugati bene ma non è servito a molto …scoppiettano.Grazie

  3. grazie vale! ^_^

  4. Elena li ho fatto stasera ed erano più buoni di quelli del ristorante 😀 grazie mille della ricetta!!!

  5. buona domenica sera a voi! :)

  6. Sono squisiti i calamari fritti… :)
    grazie per i consigli sempre utilissimi.
    Buona domenica Elena!

  7. mmmmmmm li vorrei propio ora…

  8. ne mangerei a quintali! *_*

  9. Che buoni che devono essere 😀

TOP