Crostata di frutta

 

La crostata di frutta è un dolce estivo che con questo caldo soppianta le classiche torte farcite o al cioccolato. :) Non aspettavo altro che uscisse tutta la frutta che amo per poterci preparare una crostata colorata e saporita! :)

Potete usare la frutta che preferite, ma credo di aver accontentato quasi tutti con fragole, pesche, ciliegie, kiwi e fichi! :)

Io per spennellare questa crostata ho usato della confettura di albicocche sciolta con un pochino d’acqua perchè non amo quelle bustine di gelatina in polvere, che hanno anche un saporaccio secondo i miei gusti. :D

Vi auguro una coloratissima giornata con questa crostata di frutta! :)

 


difficoltà
cottura:
35 min
preparazione:
60 min + riposo
persone:
8

INGREDIENTI


Per la pasta frolla:
 350 g di farina
 125 g di burro freddo a pezzetti
 125 g di zucchero
 2 tuorli
 1 uovo intero
 buccia d'arancia grattugiata

Per la crema pasticcera:
 400 ml di latte
 100 g di zucchero
 2 tuorli
 60 g di fecola di patate
 buccia di limone

Per la copertura:
 100 g di fragole
 100 g di ciliegie
 1 pesca grande
 1 kiwi
 1 fico
 2 cucchiai di confettura di albicocche

Preparazione

 

Lavorate burro e farina fino ad ottenere un composto “sabbioso”.

 

 

 

Al centro mettete zucchero, tuorli, l’uovo intero e la buccia d’arancia.

 

 

Impastare gli ingredienti partendo dal centro fino ad incorporare a poco a poco la farina. Lavorare l’impasto fino ottenendo un composto omogeneo. Fare una palla, coprire con la pellicola trasparente e lasciare riposare la pasta frolla in frigo per mezz’ora.

 

 

Scaldate il latte con la sbuccia di limone.

In una terrina lavorate lo zucchero ed i tuorli.

 

Aggiungete la fecola setacciata (e se necessario un po’ del latte, non troppo caldo, per non far cuocere le uova).

 

Aggiungete il latte filtrato, mescolando con una frusta. Versate in un pentolino filtrando con un colino e ponete sul fuoco. Cuocete a fiamma bassa mescolando continuamente con una frusta, finchè la crema non si sarà addensata. Ci vorranno circa 5-10 minuti. Spegnete subito!

 

 

Trasferite la crema in una ciotola e copritela con pellicola a contatto. Lasciate raffreddare completamente.

Su un piano infarinato stendere la pasta frolla.

 

Rivestite una tortiera del diametro di 28cm imburrata e infarinata.

Bucherellate la base con una forchetta (questo impedisce alla crostata di gonfiarsi durante la cottura).

 

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 20-25 minuti. Lasciate raffreddare.

 

Lavate la frutta, sbucciatela e tagliatela a fettine di circa mezzo centimetro.

 

Tagliate anche le fragole. Tagliate le ciliegie a metà e togliete i noccioli.

 

Versate la crema nella base della crostata. E iniziate a disporre la frutta come meglio credete.  Io ho alternato i colori. :)

 

 

 

 

 

Sciogliete la confettura di albicocche con un paio di cucchiai di acqua e spennellate la frutta. In questo modo diventerà lucida e non si annerirà a contatto con l’aria.

Conservate la crostata di frutta in frigo fino al momento di servirla. :)

 

 



Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.





Visitato 52129 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 19 giugno 2013 alle 11:26

Categoria: Crostate, Ricette per l'estate

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 25 commenti a "Crostata di frutta"

(media voti:4 su 25 commenti)
  1. Non ti nascondo che per il compleanno del mio nanetto (2 anni la prox settimana) stavo pensando proprio ad una crostata.Ma ahimè pensavo di farmela confezionare in pasticceria perchè per problemi vari non riuscirò a farla io.Ma giuro che quando fra 15gg riuscirò a tirare il fiato, la preparerò!Sono anni ormai che nn ne preparo una con la frutta fresca!
    Bella la dritta sulla marmellata diluita per non fare annerire la frutta!nemmeno io amo la gelatina e sopratutto non trovo mai il coraggio di fare annegare i miei dolci con il quantitativo che ne esce fuori da una bustina e finisco quindi per sprecarne tanta buttandola via.
    Bella anche l’ultima ricetta di cheesecake (mi stai sfidando a colpi di colla di pesce??? ;-) proverò anche quella e ti farò sapere come andrà)
    Brava Elena!

  2. Ciao Elena! questa crostata è bellissima, colorata e molto estiva, complimenti! non sapevo si potesse sostituire la gelatina con la marmellata, ho imparato una cosa nuova! :)

  3. Complimenti x il sito,buona anche la crostata di frutta, io la pasta frolla la preparo con lo zucchero a velo anzichè quello semolato e la gelatina la preparo con acqua, zucchero, gelatina in fogli, un pò di scorza di arancia o di limone e un pezzetto di bacca di vaniglia, rimane buona e isola bene la frutta. Ciao continuerò a seguire con piacere il tuo blog. Buona giornata.

  4. Ciau Elena, volevo chiederti due-tre cosette su questa crostata, che pare e sicuramente è ottima. Avrei intenzione di servirla domenica a pranzo, è possibile già prepararla al sabato? Vorrei poi un tuo parere, in base anche alla tua esperienza, del perchè la frolla mi resti sempre un po’ dura. In cosa potrei sbagliare? Troppo tempo di cottura? La mia perenne sostituzione del burro con la margarina? grazie mille…

  5. X Ninha, se mi posso permettere di risponderti io ti posso dire che la crostata con frutta fresca sarebbe meglio prepararla in giornata più che altro perchè la frutta anche se coperta di gelatina tende a perdere la sua freschezza, per la pasta frolla io sò che và impastata molto velocemente proprio per evitare che cotta diventi duretta, io prima di cuocerla metto sopra la pasta stesa nella tortiera un foglio di carta forno dove verso dei fagioli o dei ceci secchi così cuocendo serve oltre che a non far alzare la pasta, trattiene un pò di umidità e non la fa seccare, li tolgo poi solo quando è fredda. Spero di esserti stata di aiuto. Buona crostata.

  6. Grazie mille Daniela, cercherò di seguire i tuoi preziosi consigli, sperando che questa volta non serva uno scalpello per tagliare la mia crostata;)ancora grazie

  7. Ciao Elena, volevo un tuo consiglio sulla frolla.
    Io ,ormai da tempo aggiungo sempre una mezza bustina di lievito perchè anche a me come dice Ninha veniva sempre molto dura. Il risultato però direi che non è male.. Cosa dici continuo così o mi arrischio a farla con le tue dosi?
    A proposito ho contagiato anche mio marito nella passione per le tue ricette. Mia figlia ha stampato il tuo ricettario e anche lui sta copiazzando…
    Bene , così quando torno dal lavoro trovo qualcosa di buono…

  8. grazie mille a tutte! :)
    ninha mi sa che ti rispondo un po’ in ritardo! ma vedo che daniela ti ha gia’ ben consigliato! ;)

    chiara hai fatto dilagare la gnamgnam mania! :D io cmq per non far venire dura la frolla, la cuocio un po’ meno e resta friabile, ma non dura. :)

  9. Per diverse volte ho fatto la crostata con la crema alle fragole e ricoperta con le fragole fresche ed è molto piaciuta ,vorrei sapere se si possono sostituire le fragole con un altro frutto visto che nell’orto cominciano a scarseggiare ,se si in che misura? grazie PAOLO M

  10. ciao paolo, ma dici con la mia crema alle fragole o con crema pasticcera e fragole? io cmq sostituirei con delle pesche! :)

  11. la faro’ sicuramente troppo buona

  12. grazie marisa! :)

  13. Buonissima! Da provare senza ombra di dubbio!! ma ora dei dubbi da chiarire ne avrei io…innanzitutto questa ricetta mi colpisce perchè diversamente dalla mia pasta frolla che prevede 1 uovo intero su 250 gr di farina, questa prevede i 2 tuorli oltre l’uovo intero e mi fa dedurre che la consistenza non è dura e intagliabile come quella che faccio io ma neanche sabbiosa(al mio ragazzo piace friabile e semi croccante)…dici che questa ricetta è quella giusta dati i gusti descritti?? inoltre, recentemente sto usando al posto della farina 00, la farina di semola rimacinata di grano duro di una nota azienda e adatta proprio per fare frolle,biscotti e crostate…se usassi al posto della farina 00 questa qui verrebbe una cosa mangiabile e sempre restando sulla stessa consistenza desiderata??Grazie mille a presto!

  14. Sono sempre io Mary..stavo vedendo il sito quà e là e ho trovato la ricetta della crostata di fragole..non capisco perchè cambia leggermente la ricetta della crema pasticcera..la pasta frolla è la stessa..però ora mi è venuto un ennesimo dubbio :’( premetto che fare la crostata di fragole e kiwi e sopra vorrei provare a mettere la marmellata al posto della classica gelatina che non piace:(

  15. ciao mary! allora, per quanto riguarda la ricetta della pasta frolla, io uso questa da quindici anni e mi sono sempre trovata bene! per eliminare ogni dubbio..provala! ;) non ho mai usato questo tipo di farina, se però è specifica per frolle e biscotti, direi che va bene! per quanto riguarda la ricetta, cambia poco, evidentemente avevo solo due uova in casa invece di tre ed ho adattato la ricetta, ma vanno bene entrambe. :)

  16. Ciao Elena,
    vorrei provare a fare questa torta per il festeggiare il compleanno di mio figlio e di una sua amichetta. Secondo te riesco a mettere al centro una cialda di quelle con i personaggi dei cartoni?Voglio dire se spennello la superficie con la marmellata+acqua può essere sufficiente per l’applicazione della cialda?
    Grazie!!

  17. roberta credo ti verrebbe tutta storta! al massimo puoi provare a mettere uno strato di panna e li’ ci poggi l’ostia! :)

  18. Bellissima
    D’inverno che frutta si può usare?

  19. banane, mele, arance, kiwi, pere.. :D

  20. buonissime .

  21. grazie! :)

  22. Ho appena fatto questa buonissima crostata seguendo la ricetta, ma nonostante il gusto buonissimo ho avuto difficoltà con l’impasto per la crostata, molto sabbioso, era quasi impossibile fare la palla, poi quando l’ho stesa si vedevano le crepature che si facevano man mano che lo stendevo, impossibile metterlo in teglia , mi sono fatta aiutare da mio marito e con le mani messe sotto l’abbiamo trasferito in teglia, non vi dico la mia paura che si rompesse tutto in un attimo, poi sicuramente ho sbagliato io con la cottura ma dopo 25 min in forno a 180 ventilato è diventato troppo dura, infatti poi non si riusciva a talgiare, era diventato un biscotto durissimo.
    La crema pasticciera invece è troppo densa , secondo me al posto di 400 gr, di latte ci vanno benissimo anche 500.
    Che dire, l’ho fatta con molto enthusiasmo, bellissima da vedere, buonissima anche, non intendetemi male, ma a me non è risucita….cmq si mangerà,questo è sicuro, perchè troppo buona, grazie per la ricetta!

  23. ciao daniela! la prossima volta se hai problemi con la frolla che si sgretola, puoi aggiungerci un tuorlo in piu’, o addirittura un altro uovo che faccia da legante! per la crema se la vuoi meno densa, puoi o aggiungere un po’ di latte o cuocerla leggermente di meno. :) e per la cottura potrebbe dipendere dal forno, devi toglierla dal forno quando è ancora morbida perchè raffreddandosi si indurisce! spero ci riproverai e di esserti stata utile! :)

  24. Elena cosa ne pensi di una crema pasticcera aromatizzata all’amaretto per la crostata di frutta? Ci sta bene o stona?

  25. lally chiedi alla persona sbagliata, io odio i dolci alcolici! :D non so, l’amaretto non mi sconfinfera tantissimo, ma credo sia solo una questione di gusti! :D

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*