Panini all’olio

 

Devo confessarvi che pure essendo napoletana, ho una passione innata per i panini all’olio, molto più che per il nostro meraviglioso pane cafone. :D Hanno un profumo ed una morbidezza ai quali non so proprio resistere. :) Così ho deciso di preparare i panini all’olio in casa, e mi sono davvero divertita a dare forme diverse dal classico panino. Se avete bambini piccoli, questo è un ottimo sistema per farli giocare e per avvicinarli al mondo della cucina; ricordo che da bambina quando mia nonna faceva il pane nel forno a legna, mi dava sempre un po’ d’impasto e io ci facevo dei piccoli omini che poi lei cuoceva e a me sembrava una magia. Magari è nata da lì la mia passione per la cucina. :D

 


difficoltà
cottura:
15 min
preparazione:
40 min + riposo
per 20
panini

INGREDIENTI

 300 g di farina 0
 200 g di farina 00
 300 ml di acqua tiepida
 10 g di lievito di birra fresco
 70 ml di olio extravergine d'oliva (più extra per spennellare i panini)
 10 g di sale
 10 g di zucchero

Preparazione

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida (non bollente!) con lo zucchero. Aspettate che si formi una schiumetta (vorrà dire che il lievito è attivo).

 

Setacciate i due tipi di farina e mescolate con il sale. Mettete al centro l’acqua con il lievito e l’olio.

 

Impastate il tutto, trasferite su una spianatoia infarinata e formate una palla.

 

Coprite e lasciate lievitare fino a che non sarà raddoppiato di volume (io l’ho lasciato dure ore).

 

Ricavate dei pezzetti di impasto del peso di 50g.

 

Impastateli e formate i vostri panini belli lisci. Vi riporto le foto dei panini al latte per farvi vedere il procedimento:
tirate i lati dell’impasto e portateli verso il basso

 

schiacciate la base con le dita e fate passare l’impasto come in foto attraverso le altre due dita della mano (è piu’ difficile a dirsi che a farsi :D ).

 

Mettete i panini su una teglia rivestita di carta da forno, coprite e lasciate lievitare un’altra oretta.

 

Potete decidere di usare tutti i pezzetti di impasto per fare solo panini oppure come ho fatto io, potete ricavare altre forme.

Se formate tre salsicciotti con tre pezzetti di impasto, potete formare la vostra treccia.

 

 

 

Oppure potete stendere un pezzetto di impasto (sempre dopo averlo lavorato un po’)

 

Arrotolarlo

 

tagliarlo a metà, rifare la stessa cosa con un altro pezzetto in modo da ottenere 4 girandole e formare una farfalla.

 

Insomma potete dare libero sfogo alla fantasia. :)

Alla fine mettete sempre su una teglia rivestita di carta da forno e lasciate lievitare, coprendo, per un’ora.

 

Una volta che i panini saranno lievitati, spennellateli con l’olio.

 

 

 

Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° fino a doratura (io li ho fatti cuocere circa 10-15 minuti).

Sfornate e lasciate raffreddare coprendoli con un canovaccio.

Ed ecco i miei panini all’olio! :)

 

 

 

 

 

Varianti

Potete aggiungere all'impasto delle olive o delle noci per la versione salata oppure, per una versione dolce, dei pezzetti di cioccolato. :)


Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.


Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di lattosio.





Visitato 39487 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 9 gennaio 2013 alle 13:57

Categoria: Pane pizze e focacce, Ricette per bambini, Ricette senza lattosio, Ricette senza uova, Ricette vegan, Ricette vegetariane
Altre categorie:

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 75 commenti a "Panini all’olio"

(media voti:5 su 76 commenti)
  1. ciao barbara, grazie! :) intendi quello morbido alto, o proprio come quello della ricetta, ma in piu’ col cioccolato? :)

  2. Ciao ciao… intendevo il torrone tutto cioccolato e mandorle. Questa sera ho fatto la piza utilizzando la tua ricetta… mia figlia di sei anni mi ha detto che sono stata bravissima:) Grazie ancora:)

  3. Molto buoni e, miracolo, non diventano GOMMOSI dopo qualche ora.
    Brava
    Claudio

  4. grazie barbara! nocmq quello non l’ho fatto. :)
    claudio grazie! :D

  5. Ciao! Complimenti sono davvero belli! Oggi proverò a farli..ma secondo te posso usare anche solo la farina 0? E si possono surgelare cotti o meglio da cuocere? Grazie mille!

  6. puoi usare solo la farina0! ti consiglio di surgelarli cotti! :)

  7. Ciao Elena, ho fatto questi panini settimana scorsa e sono davvero strepitosi. Ho però usato solo farina 0 e ho messo meno olio, ma sono venuti molto bene comunque, quindi grazie davvero per la ricetta. Li ho preparati la sera e il giorno dopo, per un pranzo al sacco, erano ancora più buoni di quando li ho assaggiati appena sfornati. Se ti fa piacere, posso mettere la ricetta sul mio blog, ovviamente citandoti? buona giornata :-)

  8. mi farebbe molto molto piacere!! :) ))

  9. ciao elena io uso il lievito in polvere,volevo saapere se il procedimento e uguale grazie

  10. sìsì! :) ovviamente devi usarne di meno! :D

  11. Ciao Elena, ho provato a fare questi panini già due volte ma l’impasto rimane sempre molto appiccicoso tanto che non riesco a formare la palla per la lievitazione.
    La scorsa volta ho cotto comunque i panini dopo la lievitazione e son venuti buoni, ma vorrei capire dove sbaglio…ho provato anche ad aggiungere abbondante farina ma niente…
    Ti ringrazio!!

  12. ciao valeria, prova a diminuire le dosi di acqua leggermente! potrebbe dipendere dalla marca di farina, non tutte assorbono allo stesso modo! :)

  13. Grazie Elena…ti farò sapere!! :-)

  14. ^_^

  15. Ottimii , li ho appena sfornati.Grazie mille per la ricetta :)

  16. grazie a te laura! :)

  17. Li ho preparati qualche giorno fa e sono buonissimi!! :)
    Grazie per la ricetta!

  18. grazie a te claudia! :)

  19. Ciao! volevo chiederti qualche chiarimento in più sulla farina 0 e 00…
    è meglio usare quelle biologiche?
    Per farina 0 tu intendi la Manitoba?
    Tu che marche usi?
    Grazie in anticipo.
    Lidia

  20. ciao lidia! allora, la farina 00 è più lavorata, quindi più fine, e si preferisce per i dolci. la 0 è meno lavorata, e la si usa solitamente per pizze e pane. la manitoba si ricava da un grano canadese che contiene molto glutine, responsabile dell’elasticità degli impasti. quindi la si usa per lievitati come baba’ o brioche! :)

  21. per quanto riguarda le marche, dipende da dove vado a fare la spesa! :D

  22. Grazie mille Elena (scusami se rispondo solo ora!)
    ho fatto molti panini all’olio e al latte per la felicità dei miei nipotini e non solo!
    Sono davvero buonissimi, semplici ma speciali al contempo! :)

    Poiché sono novella, per ora sto usando farine tipo Simec per i rinfreschi di LM, e per il pane e panini le biologiche di conad, oppure ecor, molino rossetto.. naturalmente non posso sempre spendere così tanto perciò uso anche i tre molini di eurospin e mi trovo con tutte abbastanza bene (naturalmente in relazione alla mia modestissima esperienza)…
    Tu cosa consigli cara Elena?

    un grande grazie per tutto! Confermo, sei molto rilassante e guardare le tue video ricette è davvero bello!

  23. lidia io sono ancora più novellina di te! :D solitamente, se la trovo, compro la farina almaverde bio, che costa un pochino di piu’, ma credo di avere un prodotto più salutare. prendo quello perchè è l’unica marca bio del mio supermercato, ma se mi capita di andare altrove vedo quello che trovo! :) non so se dipende da me, ma non avverto differenze quando uso una marca o l’altra. :P

  24. Tu più novellina di me? scherzi? :D ho iniziato più o meno un mese fa… :)
    ok, quindi prediligi il biologico.. anche io quando posso … effettivamente sembrano ottime e siamo certe che sono più salutari :)
    grazie mille come sempre ! :)

  25. per quanto riguarda la panificazione devo ancora approfondire tantissimo! :D :D buona giornata! ^_^

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*