Millefoglie di pandoro al cocco

Difficoltà:
Cottura:
Senza cottura
Preparazione:
30 min
Per:
4
persone

Vi state chiedendo come riutilizzare il pandoro avanzato? Beh eccovi la prima ricetta per riciclare il pandoro. :) Superata la fase di inzuppo nel latte e se già avete provato il tiramisu’ con il pandoro, questa millefoglie di pandoro al cocco è quello che ci vuole. :) Magari potete preparare queste millefoglie di pandoro per capodanno, da servire come dolce. :)

Se non amate il cocco potete toglierlo ed aggiungere delle gocce di cioccolato fondente (dopo aver messo la farcia con la sac à poche, per evitare che si incastrino nel beccuccio 😉 ).

Inoltre, se non amate i dolci molto..dolci, invece di fare solo le striscioline decorative sulle vostre millefoglie, potete coprire interamente con del cioccolato fuso, per avere un effetto sorpresa! 😉

Con tutti i ritagli di pandoro, potete preparare dei biscotti all’amarena. 😉

Potete realizzare la stessa ricetta sostituendo il pandoro con il panettone o con la colomba, dipende dal periodo dell’anno! 😀

Buona giornata a tutti! :)

Ingredienti per millefoglie di pandoro al cocco

1 pandoro
250 g di mascarpone
50 g di zucchero
25 g di farina di cocco
nutella o cioccolato fondente q.b.

Come fare millefoglie di pandoro al cocco

Tagliate il pandoro a fettine spesse meno di un centimetro.

Ricavatene dei cerchietti con un coppa pasta o con un bicchiere.

Tostate qualche minuto il pandoro, o passatelo 5 minuti in forno.

Lavorate in una terrina il mascarpone, lo zucchero e la farina di cocco.

Mettete la farcia al cocco in una sac à poche con il beccuccio a stella e farcite la millefoglie.

Decorate con del cioccolato fondente fuso o con della nutella e guarnite con un ciuffetto di crema al cocco.

Et voilà. :)

Consigli

Se il pandoro fosse eccessivamente secco, dopo averlo tostato, bagnatelo con un cucchiaio di latte. :)
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:10

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP