Polpette di asparagi e speck

Difficoltà:
Cottura:
20 min
Preparazione:
25 min
Per:
25
polpette di asparagi

Gli asparagi sono una di quelle verdure che non vengono molto apprezzate dai bambini, ma anche da qualcuno piu’ grandicello. :) Farne delle polpette con aggiunta di speck, puo’ essere un modo efficace per farli mangiare anche ai piu’ diffidenti! :)

Potete usare anche gli asparagi surgelati e decidere di cuocere le polpette al forno (a 180° per 15-20 minuti, a seconda della grandezza delle vostre polpette).

In questi giorni mi metterò sotto e preparerò altre ricette di San Valentino, e non vedo l’ora di utilizzare i prodotti tipici che ho portato a casa da Torino! :)

Vi auguro buona giornata!

Ingredienti per le polpette di asparagi e speck

200 g di pane raffermo
300 g di asparagi
80 g di speck a cubetti
2 uova
sale
pepe
olio di semi per friggere

Come fare le polpette di asparagi e speck

Mettete gli asparagi in una ciotola con acqua fredda per un quarto d’ora, per eliminare l’eventuale terreno presente, e poi sciacquateli delicatamente.

Pulite gli asparagi eliminando la parte piu’ legnosa del gambo

e raschiateli leggermente con il pelapatate.

Tagliateli a pezzetti.

Sbollentate per 10 minuti circa (devono ammorbidirsi ma non sfaldarsi).

Fate ammorbidire il pane con l’acqua e strizzatelo.

Aggiungete le due uova, lo speck, gli asparagi, sale e pepe.

Impastate il tutto. Se l’impaso risultasse troppo molle, potete aggiungere un po’ di pangrattato.

Formate le vostre polpette e friggetele in abbondante olio, ben caldo.

Ed eccovi le mie polpette di asparagi e speck.

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:59

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP