Pasta di zucchero

Difficoltà:
Cottura:
Senza cottura
Preparazione:
30 min
Per:
8
persone

La settimana scorsa mi sono cimentata per la prima volta nella preparazione della pasta di zucchero (pdz). E’ un composto a base di zucchero a velo, gelatina in fogli e glucosio (o miele) e si usa per rivestire e decorare le torte come quelle che si vedono nei film americani. :)

La ricetta della pasta di zucchero era tra quelle che avevo un po’ di timore a provare, ma approfittando di un’occasione speciale, ho deciso di lanciarmi. Beh, alla fine non è tanto difficile preparare la pasta di zucchero! :)

Ho usato la pdz per decorare una torta a tre piani per una laurea, una torta mucca per la precizione! 😀 Ebbene sì, ho deciso di iniziare dalle cose semplici. 😛

Ecco qualche consiglio che può tornarnvi utile per lavorare la pasta di zucchero:

 

-usate zucchero a velo confezionato, non pensate di utilizzare zucchero semolato frullato in casa. 😛

-il composto di glucosio (o miele), gelatina e acqua non deve mai bollire.

-per preparare la pasta di zucchero è preferibile usare un robot da cucina con le lame. Se non l’avete, potete farlo anche a mano, richiede solo un po’ più di tempo e fatica. 😉

– quando lavorate la pasta di zucchero, spolverate sempre il piano di lavoro con zucchero a velo.

-per colorare la pasta di zucchero utilizzate coloranti alimentari in pasta. I coloranti liquidi sono sconsigliati perchè restano abbastanza tenui e se ne mettete una quantità troppo grande, possono alterare la consistenza della pdz. I coloranti in polvere rischiano di non amalgamarsi per bene.

-se decidete di rivestire una torta, ques’ultima deve essere ricoperta da un sottile strato di panna o di crema al burro per far aderire la pasta di zucchero come si deve.

-potete preparare le decorazioni in pdz anche il giorno prima.

-potete “nascondere” le imperfezioni della pasta alla base della torta con un nastrino o facendo delle palline colorate con cui coprire la base della torta.

-i panetti di pdz vanno avvolti sempre e subito nella pellicola per evitare che si secchino.

-conservata ben chiusa in frigo, la pasta di zucchero dura svariate settimane.

-prima di lavorare la pasta di zucchero, se l’avete tenuta in frigo, aspettate che torni a temperatura ambiente.

-se decidete di fare pupazzetti o decorazioni, queste si attaccano tra loro inumidendo con acqua le parti che vanno a contatto e lasciando che si asciughino all’aria. Se vedete che non si reggono, potete usare un composto fatto di zucchero a velo con pochissima acqua. Funziona come un vero e proprio cemento. 😉

 

Bene, credo sia tutto, passiamo alla ricetta della pasta di zucchero! :)

Ingredienti per la pasta di zucchero

500 g di zucchero a velo
5 g di gelatina in fogli
40 ml di acqua
50 ml di glucosio o miele

Come fare la pasta di zucchero

In un robot da cucina, mettete lo zucchero a velo setacciato.

In un piatto fate ammorbidire per dieci minuti la gelatina con i 40ml di acqua.

Fate scaldare il glucosio (o il miele) a fiamma bassissima per una decina di secondi. Aggiungetevi la gelatina con l’acqua e mescolate finchè non si sarà sciolta. Non fate MAI bollire il composto!

Versate nel robot da cucina con lo zucchero a velo.

Azionate il robot e lasciatelo in movimento fino a che il composto non si sarà amalgamato tutto da un lato.

Trasferite la pasta di zucchero su un piano spolverato di zucchero a velo.

Lavorate la pasta di zucchero fino ad ottenere un panetto omogeneo. Conservate la pasta di zucchero avvolta nella pellicola fino al momento di utilizzarla, se la preparate il giorno prima, conservatela in frigo, sempre chiusa nella pellicola. 😉

Come conservare

Si conserva per 1 settimana ben chiuso a temperatura ambiente. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 07:00

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP