Torta salata con pane azzimo

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
20 min
Per:
4
persone

Qualche giorno fa ho provato ad utilizzare il pane azzimo per preparare una bella torta salata al posto della classica (e più calorica) pasta sfoglia. E devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa! Come primo esperimento ho scelto una farcitura abbastanza semplice e golosa: ricotta e salame; ma per alleggerire ulteriormente il tutto potete utilizzare ricotta e spinaci, oppure verdure grigliate e formaggio fresco, salmone e zucchine e così via. E dare un’occhiata a tutte le mie torte salate, per trovare l’ispirazione.

Credo che diventerà una valida alternativa ai miei pranzi light: tutto infilato nel pane azzimo e poi in forno! 😀

Vi auguro una buona giornata golosauri. :*

 

Ingredienti per la torta salata con pane azzimo

4 fette di pane azzimo
400 g di ricotta
100 g di salame
100 g di mozzarella o formaggio filante a piacere
pepe
olio extravergine d'oliva

Come fare la torta salata con pane azzimo

Mettete a bagno il pane azzimo per 2-3 minuti. Fate attenzione a non farlo diventare troppo morbido! 😀

Mescolate la ricotta con il salame e la mozzarella a cubetti, aggiungete anche un po’ di pepe.

Prendete una teglia da due porzioni e dopo averla rivestita con carta da forno o unta con un po’ d’olio, disponete due fette di pane azzimo.

Versate il ripieno

e coprite con altre due fette di pane azzimo. Spennellate con poco olio.

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per 20-25 minuti.

Lasciate raffreddare completamente prima di servire. :)

Come conservare

Si conserva per 2 giorni ben chiuso in frigo. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:37

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP