Ciambella bicolore

Difficoltà:
Cottura:
40 min
Preparazione:
15 min
Per:
14
persone

La ciambella bicolore è stato uno dei primi dolci che ho preparato, e ricordo uno dei preferiti di mio fratello. Un ciambellone soffice, senza burro e che resta morbido per giorni. 😀

Era da tantissimo che non lo preparavo, fino a qualche giorno fa, quando mi scervellavo su qualche dolce preparare per la colazione e mi sono detta: il ciambellone della nonna! Se avete problemi di intolleranza, potete farla anche senza latte, utilizzando la stessa quantità di acqua o latte vegetale, mentre per un tocco in piu’, potete sostituirlo con il succo d’arancia e la sua buccia grattugiata.

Vi auguro una buona giornata, golosauri nostalgici. :)

Ingredienti per la ciambella bicolore

4 uova
175 g di zucchero
150 g di latte
150 g di olio di semi
300 g di farina
16 g di lievito per dolci
20 g di cacao
aroma alla vaniglia

Come fare la ciambella bicolore

In una ciotola lavorate uova e zucchero.

Aggiungete olio, latte e aroma alla vaniglia.

Aggiungete farina e lievito setacciati.

Dividete l’impasto in due parti, e in una delle due aggiungete il cacao.

Ungete uno stampo per ciambella del diametro di 26cm e versate i due composti a cucchiaiate.

Continuate ad alternare i due impasti. Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per 30-40 minuti.

Lasciate raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo.

Ed eccovi una bella fetta di ciambellone bicolore. :)

Come conservare

Si conserva per 4 giorni ben chiuso a temperatura ambiente. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:12

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP