Zuppa di cozze

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
30 min
Per:
2
persone

La zuppa di cozze napoletana non è un semplice piatto di mare, ma un rito, nonchè vera e propria istituzione. Il giovedì santo è tradizione mangiare la zuppa di cozze fatta in casa o al ristorante (il più famoso a Napoli è senza ombra di dubbio A figlia do marenaro).

La ricetta tradizionale oltre alle cozze, prevede il polipo e, a picere, vongole, lupini, gamberi e scampi. Il tutto è servito su una fresella, che assorbe tutto il brodo, e una volta portata a tavola, bisogna irrorarla con un olio piccantissimo detto ‘o russo (“il rosso”). Ci andrebbero anche le lumache di terra, ma questa tradizione si è andata un po’ perdendo, per l’accostamento che si fa delle lumache ai cimiteri. Nel periodo di Pasqua i pescivendoli vendono tutto l’occorrente per preparare la zuppa di cozze in casa, ovvero la materia prima da cuocere, le freselle e ‘o russo.

Il rituale prevede che i frutti di mare vengano messi non del tutto cotti sulla fresella per poi essere irrorati a ripetizione con il brodo di polpo, tenendo il piatto un po’ inclinato per far scorrere il brodo in eccesso. Vi confesso che questo passaggio l’ho saltato, innanzi tutto per evitare di allagare la cucina, e poi per essere certa che le cozze fossero del tutto cotte. :)

Vi auguro una buona giornata golosauri, e  ringrazio Gaetano per la consulenza telefonica prima di mettermi all’opera! 😀

Ingredienti per la zuppa di cozze

1 kg di cozze
400 g di polpo già pulito
250 g di vongole
250 g di lupini
2 freselle
Per l'olio piccante:
500 ml di olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
2 peperoncini

Come fare la zuppa di cozze

Iniziamo preparando l’olio. In una padella o un pentolino mettete l’olio, il concentrato di pomodoro ed il peperoncino a pezzi. Fate cuocere a fiamma bassissima, non deve mai soffriggere. Io ho lasciato cuocere 10 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare.

Pulite le cozze: togliete il bisso, quel filamento tipo spugnetta che fuoriesce dalle valve. Bisogna tirarlo verso la parte arrotondata della cozza e strapparlo via. Con una retina pulite per bene i gusci e se ci fossero delle escrescenze dure, toglietele grattando con un coltello. Sciacquate per bene.

Nel frattempo cuocete il polipo in poca acqua per 25 minuti circa.

Mettete le cozze in una padella, copritele con un coperchio e fate cuocere fino a che non si apriranno (ci vorranno 5-10 minuti).

Spegnete e lasciate coperte.

Fate los tesso con i lupini e le vongole.

Appena si aprono spegnete e lasiate coperte.

A questo punto aprite tutti i frutti di mare, eliminando la parte del guscio vuoto e tenendo solo quelle con il frutto all’interno. Una volta fatta questa operazione, coprite i frutti di mare con il coperchio, mentre il liquido potete filtrarlo ed aggiungerlo al brodo di polpo.

Ora potete filtrare l’olio piccante con un colino a maglie stette e trasferirlo in una bottiglina.

Tagliate i polpo a pezzi (io ho lasciato dei pezzi grandi, perchè li trovo più scenografici).

Prendete un piatto, mettete la fresella

ed i frutti di mare.

Aggiungete il polipo ed irrorate con il brodo. Servite la zuppa di cozze napoletana con l’olio piccante! 😀

Come conservare

Da consumare al momento.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:41

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP