Ribollita

Difficoltà:
Cottura:
1 h e 40 min
Preparazione:
30 min
Per:
6
persone

La ribollita è un piatto tipico toscano a base di cavolo nero, fagioli cannellini e pane raffermo; rientra a pieno titolo nei piatti poveri di una volta, veniva preparata in grandi quantità per poi essere scaldata (da qui il nome ribollita) nei giorni seguenti. E questa è la caratteristica che la distingue dalla classica minestra di pane. Essendo un piatto tipicamente invernale, ho utilizzato solo verdure di stagione e passata di pomodoro (che potete sostituire con i pelati, se preferite). E niente zucchine. 😀

Come tutte le volte che devo cimentarmi con una piatto tipico di un’altra regione, chiedo a chi è originario del posto, leggo piu’ che posso su internet e cerco di capire se esista una ricetta originale. In questo caso non possono mancare i tre ingredienti di cui sopra, non si aggiunge parmigiano o formaggio, i fagioli devono essere quelli secchi e dovete ottenere una zuppa abbastanza solida e non troppo brodosa. E’ meglio usare cavolo nero che abbia attraversato le gelate invernali, in questo modo le foglie saranno arricciate e tenere. Infine: andrebbe ovviamente utilizzato pane toscano, ma qui a Napoli è un po’ difficile da trovare. 😀 Se avete altri suggerimenti o volete raccontarmi come preparate voi la ribollita toscana, lasciatemi un commento!

Buona giornata golosauri. :*

Ingredienti per la ribollita

500 g di cavolo nero
1 fascetto di bietole
250 g di verza già pulita
250 g di patate
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
150 ml di passata di pomodori o 150g di pelati
250 g di pane raffermo
olio extravergine d'oliva
sale
Per i fagioli:
250 g di fagioli cannellini secchi
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva

Come fare la ribollita

Iniziamo (il giorno prima) mettendo a bagno i fagioli per 8-12 ore. In foto ne vedete mezzo kg, perchè una volta che apri la confezione che fai, non li cuoci tutti? 😀 Dopo ho poi preso solo quelli necessari alla ricetta.

Ecco come risultavano al mattino, dopo a verli privati dell’acqua.

In una pentola rosolate uno spicchio d’aglio.

Aggiungete i fagioli.

Eliminate l’aglio e coprite con abbondante acqua calda. Fate cuocere per un’ora, un’ora e mezza.

Nel frattempo pulite le verdure: eliminate le coste interne più dure dal cavolo nero e tagliatelo a pezzi.

Eliminate le radici delle bietole e tagliatele a fette.

Eliminate il torsolo dal cavolo verza e tagliate le foglie a striscioline (e pesatene la quantità necessaria).

In una padella rosolate cipolla, sedano e carote, che io ho lasciato a pezzi grandi.

Aggiungete le patate sbucciate e tagliate a cubetti, fate insaporire un minuto.

Aggiungete le verdure dopo averle sciacquate per bene, insieme ad un po’ di sale. Coprite e fate ammorbidire 5 minuti.

Aggiungete la passata di pomodoro 5-6 mestoli di acqua di cottura dei fagioli.

Coprite con un coperchio e fate cuocere una trentina di minuti.

Trascorso tale tempo, aggiungete i fagioli e date una bella mescolata. Aggiustate anche di sale.

In un contenitore abbastanza capiente mettete metà del pane.

Coprite con la zuppa.

Aggiungete il pane rimanente

e di nuovo zuppa. Io ho poi fatto riposare una buona mezz’ora, dovrete aspettare che il pane si sia ben ammorbidito.

Trasferite di nuovo nel tegame e “ribollite” il tutto. 😀

Servite la vostra zuppa con un filo di olio a crudo. :)

Come conservare

Si conserva per 3 giorni ben chiuso in frigo.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:35

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 2 commenti a "Ribollita"

(media voti:3 su 2 commenti)
  1. rosssss grazie! <3 sì, mi è piaciuta assai! 😀

  2. Bravissima Elena hai fatto una ribollita speciale come L avrei fatta io che ho la ricetta della nonna…..non so se ti è piaciuta perché i gusti sono gusti però la ribollita così fatta è sana e gustosa, ciao. “Toscanaccia”r

TOP