Sfinci di San Giuseppe

Difficoltà:
Cottura:
15 min
Preparazione:
40 min
Per:
15
sfinci

Gli sfinci, detti anche “sfince”, di San Giuseppe sono dei dolci tipici siciliani (e in particolare di Palermo) che si preparano per la festa del papà; il termine “sfinci” significa spugna proprio per la forma irregolare di questi soffici dolcetti che vengono ricoperti di una crema di ricotta, canditi e pistacchi.

Si tratta di una pasta choux fritta che ricorda molto le zeppole di San Giuseppe fritte che si preparano sempre per il 19 marzo, a Napoli. Era da tanto che volevo provare la ricetta degli sfinci di San Giuseppe, poi quando al supermercato ho trovato la ricotta di pecora (difficile da reperire qui), l’ho considerato un segno del destino. E dopo averli assaggiati, devo dire che ne è valsa la pena stare a friggere per tipo un’ora! 😀

Vi auguro una buona giornata golosauri!

 

Ingredienti per gli sfinci di San Giuseppe

Per la base:
150 ml di acqua
30 g di burro
120 g di farina
3 uova
1 litro di olio di semi per friggere
Per la copertura:
500 g di ricotta di pecora
150 g di zucchero
80 g di gocce di cioccolato
canditi
granella di pistacchio

Come fare gli sfinci di San Giuseppe

Setacciate la ricotta e lavoratela con lo zucchero.

Aggiungete le gocce di cioccolato. Mescolate, coprite e lasciate in frigo.

Nel frattempo scaldate l’acqua con il burro.

Appena inizia a bollire e il burro si sarà sciolto, spegnete e versate la farina tutta d’un colpo.

Ponete nuovamente sul fuoco a fiamma bassa e mescolate per un minuto circa.

Lasciate intiepidire ed aggiungete un uovo alla volta, mescolando con un cucchiaio di legno, aspettando che sia stato assorbito prima di aggiungerne un altro.

Questa è la consistenza che dovrete ottenere.

Scaldate l’olio in una pentola non troppo larga. Versatevi due o tre cucchiaiate di impasto e abbassate la fiamma quasi al minimo.

Friggete per dieci-quindici minuti. Gli sfinci hanno bisogno di una lunga e dolce frittura, rigirateli ogni tanto e vedrete che aumenteranno notevolmente di volume.

Sollevateli ed asciugate l’olio in eccesso e lasciate intiepidire. Io non ho resistito e ne ho aperto uno per vedere l’interno (e per fare la prova assaggio, ovviamente 😀 ).

Decorate i vostri dolcetti con la ricotta e quando li mettete nel piatt, fate un po’ di pressione, onde evitare che inizino a rotolare. Oppure metteteli nei pirottini per muffin. 😀

Decorate gli sfinci con i canditi e la granella di pistacchio e servite! :)

Come conservare

Si conserva per 2 giorni ben chiuso in frigo. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:18

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP