Genovese di polpo

Difficoltà:
Cottura:
4 h e 45 min
Preparazione:
40 min
Per:
6
persone

La genovese di polpo è una variante del classico napoletano, la genovese, che è a base di carne; l’ho assaggiata per la prima volta qualche anno fa, in un ristorante, e me ne sono innamorata. L’ho poi provata in altre varianti di mare, con il tonno e ultimamente con il baccalà, e visto il mio debole per le cipolle, credo mi toccherà fare anche queste. 😀

Inizialmente ero un po’ dubbiosa sulla cottura del polpo, su internet mi sono imbattuta in un paio di ricette farlocche, con cotture di tipo un’ora e mezza, che per noi napoletani è un sacrilegio: la genovese, come il ragù, ha bisogno di molte ore di cottura, così da diventare una crema. Ho visto anche che qualcuno cuoce il polpo a parte, ma io trovo che così si perda tutto il sapore. Se amate i sapori particolari ed i piatti di mare, vi consiglio vivamente di provare la ricetta della mia genovese di polpo. :9

Buona giornata golosauri!

 

Ingredienti

600 g di pasta
1,5 kg di polpo già pulito
3 kg di cipolle dorate
2 carote
1 costa di sedano
1 spicchio d'aglio
100 ml di vino bianco
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Preparazione

Ecco il mio polpo gigante, già pulito dal pescivendolo. Nel caso dobbiate pulirlo voi, dovrete svuotare la testa ed eliminare occhi e “becco” che di strova nel punto in cui si attaccano i tentacoli. Sciacquate per bene, soprattutto le ventose.

Tagliate i tentacoli a pezzetti.

E la testa a striscioline.

In una pentola capiente, rosolate l’aglio con le carote e il sedano tagliati a cubetti piccoli.

Aggiungete il polpo e fatelo insaporire un paio di minuti.

Eliminate l’aglio ed aggiungete il vino.

Appena sarà evaporato (ci vorrà qualche minuto, a me è rimasto comunque il liquido del polpo), eliminate l’aglio ed aggiungete le cipolle tagliate a fettine sottili. Coprite e fate cuocere quattro ore.

Poi scoprite e lasciate asciugare il liquido in eccesso (io ho lasciato cuocere un’altra ora e mezza). Aggiustate di sale.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, trasferitela al dente nella pentola con la genovese, fate insaporire un minuto e servite, con una bella spolverata di pepe. E se vi piace, anche un po’ di pecorino grattugiato! 😉

Come conservare

Si conserva per 1 giorno ben chiuso in frigo.
Cuocete la pasta al momento di servire.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:43

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 3 commenti a "Genovese di polpo"

(media voti:3 su 3 commenti)
  1. grazie fanciulle! <3

  2. non ho parole. anzi, svengo, va’!
    già la genovese mi fece impazzire, l’ho fatta il giorno dopo averti letta (come fu per le lasagne di cavolfiore, una cosa divina) ma questo mi lascia con la salivazione di un labrador!

  3. Ricetta insolita…da provare visto che anch’io amo la genovese!

TOP