Fagottini scarole e formaggio

Difficoltà:
Cottura:
35 min
Preparazione:
25 min
Per:
12
fagottini

Adoro le scarole, ancor di più l’asiago e non vi dico i rusticini, quindi immaginate quanti di questi fagottini potrei mangiare senza fermarmi. :D Li ho preparati qualche sera fa per una cena con degli amici, ed ho pensato che oggi, essendo sabato e quindi la giornata della pizza, potrebbe far venire voglia a qualcuno di voi di provarli, specie se avete in programma per stasera una pizza con le scarole. :D

Per una versione vegan, eliminate latte e formaggi e, invece di mettere le scarole semplicemente lesse, potete saltarle in padella con aglio, uvetta e pinoli, ricordandovi che ormai quasi tutti i tipi di pasta sfoglia presenti in commercio, sono (per me tristemente) a base di grassi vegetali e nemmeno l’ombra di burro. :)

Vi auguro un buon week end golosauri!

Ingredienti per fagottini scarole e formaggio

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 scarola di medie dimensioni
150 g di asiago
parmigiano q.b.
latte q.b.
sale
pepe

Come fare fagottini scarole e formaggio

Pulite le scarole togliendo qualche foglia esterna più dura e staccando poi le foglie interne dal torsolo della scarola. Sciacquate per bene le foglie che avete staccato e mettete in una pentola capiente con un pochino di sale e mezzo bicchiere d’acqua.

Coprite e lasciate cuocere a fiamma bassa per una ventina di minuti, girando di tanto in tanto. Appena le scarole si saranno ammorbidite, scolate l’acqua in eccesso, aggiustate di sale e lasciate raffreddare. Tagliatele con un coltello o delle forbici.

Mescolatele con il formaggio tagliato a cubetti.

Srotolate la pasta sfoglia e ricavatene 12 quadratini.

Mettete un po’ del ripieno al centro.

E chiudete i triangolini.

Fate dei forellini sulla pasta sfoglia, in modo da fa uscire l’umidità durante la cottura. Spennellate con un po’ di latte e spolverate con parmigiano e pepe.

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 15 minuti. Ed ecco i miei fagottini di scarole! ^_^

Come conservare

Si conserva per 1 giorno ben chiuso in frigo. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 17:07

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP