Spaghetti cinesi alla piastra

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
15 min
Per:
4
persone

Gli spaghetti cinesi alla piastra erano il mio primo preferito quando anni fa ancora andavo al ristorante cinese. La settimana scorsa sono andata a fare una spesona di ingredienti etnici al supermercato e, appena ho visto gli spaghetti all’uovo cinesi, ho subito pensato a quel piatto. E infatti il pomeriggio li ho comprati e la sera mi sono messa all’opera. 😀

La ricetta degli spaghetti alla piastra è semplicissima, basta cuocere le verdure, aggiungere gli spaghetti e poi piastrarli. A me piaceva la versione con verdure, ma se volete potete aggiungere anche degli straccetti di pollo o dei gamberu sgusciati, durante la cottura delle verdure. Se non trovate gli spaghetti cinesi all’uovo, potete utilizzare anche quelli di riso o soia, o se proprio non trovate nulla del genere, andate di spaghetti normali e chi s’è visto s’è visto. 😀

Buona giornata golosauri, e se siete alla ricerca di altri ricette cinesi, cliccate qui!

Ingredienti

250 g di spaghetti cinesi
250 g di carote
300 g di zucchine
150 g di germogli di soia
1 cipolla
olio di semi
sale
salsa di soia a piacere

Preparazione

Lavate le verdure. Pelate le carote e tagliatele a listarelle; io le taglio prima a fettine spesse poco meno di mezzo cm e poi a listerelle.

Fate lo stesso con le zucchine.

In una padella fate appassire la cipolla, che non dovrà prendere colore, ma solo ammorbidirsi.

Aggiungete carote e zucchine.

Aggiungete un pizzico di sale, coprite e fate cuocere una quindicina di minuti a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto. Quando le verdure risulteranno morbide, aggiungete i germogli di soia ed un po’ di salsa di soia.

Fate insaporire qualche minuto. Nel frattempo cuocete gli spaghetti seguendo le istruzioni sulla confezione; nel mio caso, li ho messo in acqua bollente, spento il fuoco e coperto. Ho lasciato riposare quattro minuti e poi allargato gli spaghetti con una forchetta.

Scolateli e trasferiteli nel tegame. Mescolate per bene

e trasferite su una piastra. Io ho usato una padella antiaderente, perchè le mie piastre non hanno fatto una bella riuscita. 😀

Piastrate per qualche minuto a fuoco vivo e servite i vostri spaghetti cinesi alla piastra, con un altro po’ di salsa di soia.

Come conservare

Da consumare al momento.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:04

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 4 commenti a "Spaghetti cinesi alla piastra"

(media voti:5 su 4 commenti)
  1. ciao! ^_^ purtroppo non li ho mai fatti, quindi non so come aiutarti! :(

  2. Ciao bellissima Elena !!! Anche io sono appassioanto di cucina cinese.Mi piacciono molto gli spaghetti di riso,siccome in vendita non trovo più quelli della Scotti (solo riso e mais) e non sono ancora andato a comprare quelli cinesi dell’Esselunga avevo pensato di farmeli da solo,tu li hai fatti o sapresti indicarmi una ricetta con solo farina e acqua ?

  3. provali e vedrai rosanna! :)

  4. Anch’io quando andavo al ristorante cinese (ora non ci vado più) prendevo gli spaghetti di solito di soia con le verdure, mi piacevano un sacco oppure il riso alla cantonese! un classico!
    da fare quanto prima!!!

TOP