Tiella di patate riso e cozze

Difficoltà:
Cottura:
1 h e 5 min
Preparazione:
30 min
Per:
2
persone

La tiella di patate riso e cozze è un piatto tipico della cucina barese che stazionava nella mia lista di ricette da sperimentare da circa due anni. 😀 La “tiella” sarebbe il “tegame” dove vengono messi gli ingredienti crudi, ricoperti di brodo e poi messi in forno a cuocere lentamente. Non vi dico che profumo e che sapore, pensavo che per due persone fosse tanto, poi una volta che assaggi non riesci a smettere fino a che non hai finito tutto! :)

La tiella di riso patate e cozze è ottima sia appena sfornata, che fredda, che il giorno dopo, la cosa piu’ noiosa è pulire le cozze, ma magari potete fare affidamento sul vostro pescivendolo di fiducia che snellirà di molto la preparazione.

Un ringraziamento speciale alle mie amate amiche pugliesi del gruppo facebook di Gnam Gnam che sono subito accorse per darmi consigli prima che mi mettessi all’opera. 😀

Buona giornata golosauri!

Ingredienti

1 kg di cozze
500 g di patate
200 g di riso
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
200 g di pomodorini
prezzemolo
40 g di pecorino
pangrattato
olio extravergine d'oliva
pepe

Preparazione

Innanzitutto bisogna pulire le cozze, che è la fase che porta via piu’ tempo. 😀 Togliete il bisso, quel filamento tipo spugnetta che fuoriesce dalle valve. Bisogna tirarlo verso la parte arrotondata della cozza e strapparlo via.

Con una retina pulite per bene i gusci e se ci fossero delle escrescenze dure, toglietele grattando con un coltello.

Sciacquate le cozze mettetele in una pentola.

Coprite con un coperchio e mettete sul fuoco a fiamma media, lasciate cuocere circa cinque minuti: le cozze dovranno aprirsi leggermente e lasciar fuoriuscire la propria acqua.

Spegnete, aprite le cozze a metà e filtrate il brodo.

Lavate e sbucciate le patate e tagliatele a fettine spesse circa mezzo cm.

In un tegale ben unto d’olio, fate uno strato di patate. Io ho usato una teglia rettangolare ed un coccio. 😀

Aggiungete cipolla tagliata a fette, prezzemolo e spicchio d’aglio privato dell’anima e tritato.

Aggiungete le cozze

ed il riso.

Fate uno strato di patate ed aggiungete i pomodorini tagliati a metà. Versate l’acqua delle cozze filtrate (che io ho allungato con altra acqua, ma meglio ancora se avete del brodo di pesce!). Arrivate quasi a filo con le patate, io non ho aggiunto sale!

Spolverate con pangrattato, pecorino, pepe, un po’ di prezzemolo e abbondante olio.

Cuocete in forno preriscaldato statico a 160° per circa un’ora. Ed ecco la mia tiella di patate riso e cozze! 😀

Volete favorire? :)

Come conservare

Da consumare in giornata.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:35

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 16 commenti a "Tiella di patate riso e cozze"

(media voti:5 su 16 commenti)
  1. sìsì, crudo! :)

  2. Volevo sapere se il riso va messo a crudo o prima bollire a parte

  3. eahuaehuae anna ne sono felice! 😀

  4. Fatto. Commento di mio cognato pugliese:ma niente,niente sei pugliese e non lo dici?…Grazie Elena!!!!!!

  5. rispondo a Riccardo, l’aglio io lo mettto solo sullo strato delle cozze con aggiunta di pepe e non su tutti gli strati, mentre la cipolla si.
    Questa è la ricetta che ho imparato da mia madre e non metto il pangrattato ma solo formaggio, che può essere pecorino e a chi non piace, come me, può essere parmigiano, in ogni strato va messo il condimento.
    Io non uso brodo ma solo acqua in quanto in ogni strato metto il sale, ricordati di mettere anche l’olio di oliva e tutti gli altri ingredienti.
    Buon appetito

  6. francesco e mariella, grazie per i consigli!
    riccardo negli ingredienti ci sono aglio e cipolla, così come nella descrizione! 😀
    nuccia potrebbe dipendere dallo spessore o dalla qualità delle patate, o ancora dalla quantità di brodo! la prossima volta tagliale piu’ sottili oppure aggiungi un altro po’ di brodo a metà cottura! :)

  7. Ciao Elena, sicuramente devo aver commesso io qualche errore ma le mie patate sono risultate decisamente crude, nonostante le abbia rimesse di nuovo in forno, dopo ca 20 minuti il risultato è rimasto uguale, sigh……..

  8. Parli di aglio, ma nelle illustrazioni vedo cipolla!

  9. Ciao sono pugliese di Bari ma devo dirti che le cozze vanno aperte a mano, danno più sapore, il condimento, prezzemolo pomodorini tagliati a pezzi sale,cipolla ecc. va messo anche al fondo della teglia.Io nel fondo al posto delle patate ci metto le zucchine tagliate a fette, e non ci metto il brodo ma solo acqua, perchè il condimento è già compreso di sale. L’aglio lo metto solo sullo strato di cozze con il pepe. Se ti va puoi provare anche questa versione, Vera Barese.
    Ciao Mariella

  10. VI CONSIGLIO DI AGGIUNGERE UNA ZUCCHINA A FETTINE E LE COZZE A CRUDO
    APPENA APERTE COL COLTELLO E LASCIARE TUTTI E DUE I GUSCI.
    FRANCO PUGLIESE DOK ( LA TIELLA )

  11. ale la prima volta che ho pulito le cozze, in un ristorante, rimasi tipo un’ora con le mani sotto l’acqua fredda, facendo tutta l’operazione. una volta chiusa l’acqua, che in pratica aveva avuto la funzione di anestetico, mi ritrovai le mani completamente piene di graffi! 😀

  12. L’altro giorno in pescheria ho visto le cozze e mi è subito venuta in mente questa ricetta! Non potevo non provarla! Sono andato veramente allo sbaraglio, non ho mai cucinato le cozze in vita mia prima d’ora. Come al solito seguendo le tue direttive passo passo, Elena, non ho potuto sgarrare. Anzi è stato tutto molto più semplice di come me l’aspettavo… Non avevo mai mangiato questo piatto prima d’ora quindi non so fare il paragone con l’originale tradizionale pugliese ma… Era veramente buono! E io di solito non vado matto per le ricette di mare… La prossima volta inviterò a cena qualche mio amico pugliese per avere il suo giudizio :)

  13. ragazze grazie, provatelo e fatemi sapere! :)
    marisa io ho usato due teglie in modo da disporre per bene gli ingredienti senza “affogarli” troppo! :) io ho usato 200g di riso in totale. :)

  14. Tra qualche giorno iniziano per me le ferie e questo sarà uno di quei piatti che preparerò,magari invitando mio cognato che è pugliese…. le tue ricette,cara Elena riescono sempre…spero che anche questa volta … Grazie per le tue ricettine…sempre super golose..

  15. Carissima Elena,ho mangiato questo fantastico piatto a dicembre in Puglia, volevo provare a farlo ma non riuscivo a trovare la ricetta giusta, erano tutte complicate proverò senz’altro a fare la tua, l’hai spiegata benissimo è un pò che ti seguo e ho fatto diverse tue ricette tutte riuscite! ti farò sapere, una cosa ti chiedevo non si deve tanto riempire la teglia penso perchè il riso un pò cresce ho visto che ne hai fatto due, un abbraccio Mrisa Ala TN ciao…….

  16. Questo è un piatto che preparava sempre mia nonna: inevitabilmente quando ne sento parlare il pensiero vola dritto a lei e la mia mente è invasa da mille ricordi,immagini, odori, sapori … era divino il suo riso con patate e cozze… poi mai più mangiato….
    comunque non è semplice dare alla ricetta il giusto equilibrio. . È estremamente facile sbagliare e portare in tavola un piatto insipido o al contrario particolarmente saporito.. chissà quale fosse la ricetta di mia nonna.. ero troppo piccola per poterla ricordare! …

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP