Crostata crema e amarena vegan

Difficoltà:
Cottura:
30 min
Preparazione:
40 min
Per:
10
persone

Ho preparato questa crostata crema e amarena vegan per mia mamma, intollerante a uova e lattosio, che solitamente si vede passare sotto al naso tutti i dolci che preparo e che il più delle volte non può assaggiare. Quindi ho deciso di fare un dolce tutto per lei ed ho scelto questa fantastica crostata, e a giudicare dalle due fettone che ha mangiato appena l’ho portata a casa, direi che è stata più che apprezzata! 😀

Per una variante cioccolatosa, potete preparare la base sostituendo 40g di farina con altrettanto cacao e la copertura aggiungendo 100g di cioccolato fondente alla crema ancora calda. Per la versione alla frutta invece potete dare un’occhiata alla mia ricetta.

Vi auguro una buona giornata golosauri vegani e non! :)

Ingredienti

Per la base:
400 g di farina
120 g di zucchero
100 ml di olio di semi
100 ml di acqua
5 g di lievito per dolci
buccia d'arancia grattugiata
Per la copertura:
500 ml di latte di soia
80 g di zucchero
60 g di farina
buccia di limone o vaniglia
1 pizzico di curcuma (facoltativa)
200 g di amarene

Preparazione

Scaldate il latte con la buccia di limone.

A parte mescolate zucchero, curcuma e farina setacciata.

Aggiungete il latte (dopo aver eliminato la buccia di limone) a filo, mescolando con una frusta. Trasferite in un pentolino e cuocete a fiamma bassa mescolando finchè non si sarà addensata. Io ho lasciato cuocere circa 5 minuti.

Spegnete, trasferite in un piatto e mettete della pellicola a contatto. Fate raffreddare del tutto.

In una ciotola capiente setacciate farina e lievito.

Disponete a fontana e mettete al centro tutti gli altri ingredienti.

Iniziando a lavorare dal centro, incorporate piano piano la farina fino ad ottenere un panetto omogeneo.

Stendete su un piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo cm e foderatevi una teglia del diametro di 28 cm, unta con un po’ d’olio e infarinata oppure con della carta da forno. Bucherellate la base.

Mettete un foglio di carta da forno e dei fagioli secchi (in questo modo manterrà la forma in cottura).

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 15 minuti.

Togliete i fagioli e la carta e cuocete altri dieci minuti.

Lasciate raffreddare del tutto. Trasferite nel piatto da portata e decorate a piacere con la crema.

Aggiungete le amarene e lasciate riposare una mezz’ora in frigo prima di servire la vostra crostata crema e amarene vegan!

Ed eccovi una bella fetta! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:34

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 12 commenti a "Crostata crema e amarena vegan"

(media voti:5 su 12 commenti)
  1. ciao raffa! aggiungi la crema alla frolla prima di infornarla! :)

  2. ciao elena, ma se volessi fare questa crostata, cuocendo tutto assieme? Si può fare cucoendo la crema? dovrei cambiare qualche dose?
    Te lo chiedo perchè mi piacciono molto le crostate alla crema, cotte assieme!
    Grazieeee

  3. aurora credo che le privazioni alimentari imposte siano una delle cose peggiori, e purtroppo sono sempre piu’ diffuse, quindi sono ben felice di poter aiutare con qualche piccolo trucchetto! :)
    rosanna grazie! 😀
    susanna io non ho provato, ma credo non ci siano problemi, magari se hai un po’ di difficoltà ad amalgamare la frolla, aumenta un po’ la quantità di acqua! :)
    federico io vado al supermercato! 😀
    agata prova e fammi sapere. :)
    paola era davvero ottima, provare per credere! :)
    raffaella ti ringrazio di cuore! il blog e soprattutto voi, siete uno stimolo continuo a sperimentare. :) ogni tanto mi viene il “blocco del cuoco”, mi fermo un paio di giorni per ricaricarmi e riparto come un treno! 😀

  4. FATTA!
    Mia sorella ha scoperto da poco di essere intollerante ad una serie di cose, tra queste burro e lattosio.. ho deciso di seguire fedelmente la ricetta, nonostante le uova possa mangiarle…. un rivelazione! la frolla è sicuramente più biscottosa ma mai avrei pensato di ottenere un tale risultato senza ingredienti fondamentali quali latte burro e uova.. la crema eccezionale nonostante l’assenza dei tuorli, stessa consistenza di una crema normale, vellutata, colorata grazie al trucchetto della curcuma, basta aromatizzarla secondo gusti!
    Come sempre per me rimani un punto di riferimento, ci sono altre brave foodblogger, che hanno avuto la fortuna di essere notate già, ma tu rimani una delle pochissime (per me l unica) che si sforza continuamente di sperimentare, innovare, con meticolosità e dedizione, ottenendo sempre ottimi risultati!
    Complimenti :-)

  5. Ciao!
    La tua crostata vegan sembra una vera delizia

  6. Questa torta mi piace provero a farla!!

  7. Posso chiederti dove fai di solito acquisti? io mi sto servendo di un e-commerce e mi sembra buono. Tu cosa mi consigli?

  8. Ciao vorrei fare questa crostata ma sono intollerante alla farina di grano cosa dici se la sostituisco con farina di riso e farina senza glutine ?quale è meglio secondo te?

  9. Brava Elena, è molto invitante e anche golosa questa crostata

  10. Ahi, poverella tua mamma!!! Ma ha una figlia bravissima :D. Come celiaca e allergica alle proteine del latte ringrazio tantissimo i cuochi che badate anche a chi deve evitare qualche cibo.

  11. grazie stefania! ^_^

  12. Apprezzo con sincerità gli sforzi che fai per accostarti ad una cucina non propriamente tradizionale. Io faccio parte della categoria “vegan” e posso assicurarti che la tua ricetta è dosata in modo più che giusto. Garantisco il gusto!

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP