Frittatine di pasta e patate

Difficoltà:
Cottura:
40 min
Preparazione:
25 min + riposo
Per:
14
frittatine

Le frittatine di pasta e patate sono un mix tra due cibi di strada che qui a Napoli vanno per la maggiore: il crocchè e la frittatina di pasta. 😀 L’idea mi è venuta qualche giorno fa, perchè dovevo smaltire un bel po’ di uova e cercavo qualche frittata particolare, solo che alla fine sono passata da ricetta a ricetta e sono atterrata sulla frittatina di pasta e patate, e l’unico uovo che ho usato è stato per la pastella. :)

Io ho usato la pasta mista, che qui a Napoli si trova molto facilmente, altrimenti potete utilizzare dei bucatini, spezzandoli a mano, o fare voi in casa la pasta mista. Gli unici due consigli che vi do sono di non esagerare con l’acqua, quando cuocete il tutto, perchè il risultato deve essere asciutto. E di far raffreddare per bene la pasta prima di ricavare le frittatine. Detto questo, non vi resta che mettervi all’opera!

Buona giornata! 😀

Ingredienti

1 kg di patate
400 g di pasta mista
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
100 g di prosciutto cotto
150 g di provola
40 g di parmigiano grattugiato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe
olio di semi per friggere
Per la pastella:
200 g di acqua circa
1 uovo
100 g di farina
3 g di lievito istantaneo per torte salate

Preparazione

In una pentola rosolate carota, cipolla e sedano tritati.

Aggiungete le patate tagliate a cubetti.

Fate insaporire un paio di minuti ed aggiungete acqua calda fino a coprire le patate, un po’ di sale ed il concentrato di pomodoro.

Coprite e fate cuocere fino a che le patate non si saranno ammorbidite. Aggiungete la pasta e se necessario un altro po’ di sale.

Fate cuocere la pasta e fate in modo che il risultato sia bello asciutto! Spegnete ed aggiungete pepe, parmigiano, provola

e prosciutto cotto.

Trasferite in una teglia in modo da ottenere un’altezza di circa 3 cm.

Lasciate raffreddare completamente e mettete in frigo per un paio d’ore. Ricavate ora le vostre frittatine. Io ho usato un coppapasta di 8cm di diametro.

Preparate la pastella setacciando la farina e lievito ed aggiungendo poco alla volta l’acqua.

Aggiungete in fine l’uovo.

Passate le frittatine nella pastella

e cuocetele in abbondante olio di semi ben caldo.

Asciugate l’olio in eccesso e servite le vostre frittatine di pasta e patate ben calde! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 09:17

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 8 commenti a "Frittatine di pasta e patate"

(media voti:5 su 8 commenti)
  1. grazie a tutti! 😀
    anonino chi le ha assaggiate non ha rimpianto la pasta e patate classiche. 😉 è come dire di mangiare gli spaghetti aglio e olio invece della frittata di pasta, sono due concetti diversi. :)
    laura perchè sarebbe molto dispendioso, oltre al fatto che per certe cose la frittura in olio evo è immangiabile (come nel caso della frittata). basta semplicemente non esagerare. 😉

  2. ottimissime di buon gusto squisite.

  3. UUHA,STA RICETT è PROPRI NA FAVL.CIVA METTR PUR E SCORZ E FURMAGG. COMPLIMENTI.

  4. Perchè friggere con un liquido oleoso raffinato (potenzialmente dannoso) e non con olio extravergine di oliva (ALIMENTO NOTORIAMENTE NUTRACEUTICO) che durante la frittura di g 100 di un alimento cede g 3-8 di polifenoli come ha dimostrato il Prof Massimo Gargano della facoltà di Agraria dell’Università Federico II° di Napoli?

  5. E’molto più buona mangiarla come pasta e patate; l’ulteriore tempo per il raffreddamento, la pastella e la frittura non aggiunge ulteriore sapore, anzi appesantisce la pietanza.

  6. Bella bombetta sfiziosa e golosa…poi a quest’ora 😀

    Ottima idea Elena ^_^

    Un baciotto Manu

  7. Ho fame! 😉 sorprendente come sempre

  8. Ma sono spettacolari…ottima idea!!!

TOP