Sformatini patate e salsicce

Difficoltà:
Cottura:
50 min
Preparazione:
20 min
Per:
7
sformatini

Dopo aver fatto alcune cene con amici, avevo in frigo delle salsicce già cotte che volevo utilizzare per fare qualche altra ricetta; la prima delle due che ho preparato, sono questi sformatini di patate e salsicce, con al centro una ciliegina di mozzarella filante. Se volete prepararli pur non avendo salsicce pronte, vi basterà cuocerle una decina di minuti in padella con acqua e vino, questo trovo sia il motodo più veloce. 😀

Per tutti quelli che invece hanno i sensi di colpa post festività, sul sito ci sono tante ricette light dalle quali trarre spunto, dal primo al dolce! :)

Vi auguro una buona giornata!

Ingredienti per sformatini patate e salsicce

450 g di patate (quelle farinose per gli gnocchi)
1 albume
1 salsiccia già cotta
80 g di mozzarella (io ho usato le ciliegine)
sale
pepe
burro per gli stampini

Come fare sformatini patate e salsicce

Sciacquate le patate e mettetele in una pentola con acqua fredda.

Fate cuocere per una ventina di minuti circa da quando l’acqua inizia a bollire. Per vedere se le patate sono cotte, infilatevi un coltello, se entra senza incontrare resistenza, sono pronte..

Fatele intiepidire; sbucciatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Aggiungete sale, pepe e albume.

Imburrate degli stampini per muffin e foderateli con le patate.

Mettete al centro la salsiccia e la mozzarella.

Chiudete con altre patate.

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 25-30 minuti. Lasciate intiepidire prima di togliere dallo stampo i vostri sformatini patate e salsicce! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:37

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP