Lardiata

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
10 min
Per:
2
persone

La pasta lardiata è un piatto tipico napoletano, molto saporito e calorico, come si puo’ immaginare dal nome. 😀 Infatti l’ingrediente di base è il lardo, insaporito con aglio, cipolla, pomodori e pecorino grattugiato. Ho assaggiato questo piatto anni e anni fa, a casa di una mia cara amica, e dopo tanto tempo ho avuto il piacere di mangiarlo di nuovo. Diciamo che nonostante la mia nomea, solitamente non ho pezzi di lardo a portata di mano in frigo, a meno che il mio compagno non si faccia prendere la mano al banco salumeria. E così è accaduto la settimana scorsa, quindi mi sembrava d’obbligo preparare i maccheroncelli lardiati, che dedico alla mamma della mia amica che mi ha battezzata così, quand’ero ancora quindicenne. 😀

Buona domenica a tutti! :)

Ingredienti

160 g di pasta
70 g di lardo
250 g di pomodorini
1 spicchio d'aglio
1 cipolla piccola
50 g di pecorino grattugiato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Preparazione

Prendete il pezzo di lardo

e tritatelo molto finemente, devei diventare quasi una cremina. Per facilitare questa operazione, magari potete farvelo tagliare già a fette belle sottili quando lo andate a comprare. :)

In una padella rosolate aglio e cipolla tritata finissima.

Aggiungete il lardo e abbassate la fiamma.

Lasciate cuocere una decina di minuti, il lardo dovrà sciogliersi e mai dorarsi! Aggiungete i pomodorini tagliati a metà ed un pizzico di sale.

Fate cuocere una decina di minuti ed aggiungete il basilico.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e fatela insaporire con il condimento (togliete l’aglio!), aggiungendo metà del pecorino ed un po’ di pepe.

Servite la vostra lardiata napoletana spolverando con il pecorino rimanente! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:44

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 5 commenti a "Lardiata"

(media voti:3 su 6 commenti)
  1. oh mamushka! :))))

  2. Cara Elena, in quanto tua iniziatrice alla lardiata sono deliziata, estasiata e commossa!

  3. crocchè ella reca già sai! 😀
    gianfranco ciao e grazie! 😀 puoi scrivere a info @gnamgnam.it! ^_^

  4. Mi è piaciuta, e molto.
    Ne faccio una simile da parecchi anni, insegnatami, tanto per non sbagliare, da quell’incredibile cuoca che è stata mia Mamma.
    Una delle poche cose diverse tra la tua e la mia è che tu togli l’aglio. Io, al contrario, me lo mangio tutto. :o))
    Ma si sa: de gustibus non dispuntandum est….
    Se mi dai un indirizzo privato, ti mando un’altra ricetta di Mamma: una torta di mele assolutamente fuori dalla norma e di una bontà altrettanto.
    Regalo di Natale, perché non la do praticamente a nessuno…

  5. EEeeeeele che tenerezza…aspetta che lo veda la mamma in questione :)

TOP