Pizza sette sfoglie

Difficoltà:
Cottura:
50 min
Preparazione:
60 min
Per:
12
persone

La pizza sette sfoglie (o anche pizza de tutt’i sande) è un dolce pugliese, più precisamente di Cerignola, a base di frutta secca, cioccolato e confettura che si prepara nel periodo di Natale. La ricetta mi è stata data da Annarita, un’altra ragazza del gruppo di GnamGnam, ho apportato solo qualche piccola modifica per quanto riguarda il ripieno, aggiungendo anche delle noci. :)

Visto che sono maniaca dell’ordine e della simmetria (sono tra quelle che quando si fa il panino in salumeria, poi lo apre nuovamente per distribuire in maniera ordinata il companatico), potete mescolare insieme agli ingredienti tritati, anche la marmellata ed il liquore, in modo da distribuire omogeneamente tutti gli ingredienti. 😀

Vi auguro una buona giornata, e anche in questo caso, se avete qualcosa da aggiungere amiche pugliesi, lasciatemi pure un commento! :)

Ingredienti

Per l'impasto:
500 g di farina
250 ml di vino bianco tiepido
50 ml olio extravergine d'oliva (più extra per spennellare)
2 cucchiai di zucchero (più extra per spolverare la superficie)
1 baccello di vaniglia o una bustina di vanillina
Per la farcia:
200 g di mandorle
100 g di noci
50 g di pinoli
100 g di uva passa
300 g di confettura di ciliegie
150 g di zucchero
120 g di cioccolato fondente
20 ml olio extravergine d'oliva
20 ml di liquore strega
cannella

Preparazione

In una ciotola mescolate farina e due cucchiai di zucchero.

Aggiungete il vino, l’olio e i semini di vaniglia.

Lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Dividete l’impasto in sette parti, una delle quali dovrà essere più grande delle altre perchè sarà il primo strato e ricoprirà anche i bordi della teglia. Coprite e fate riposare trenta minuti.

Nel frattempo tritate la frutta secca.

Tritate anche il cioccolato e mescolate frutta secca, uva passa, cioccolato, cannella e zucchero.

Stendete il pezzetto di impasto più grande fino ad ottenere uno spessore di 1-2 millimetri.

Ungete con un po’ d’olio una teglia di 20-22cm di diametro e mettete la pasta che avete steso.

Mettete al centro i mix di frutta secca, la confettura, un pochino d’olio e di liquore.

Stendete una sfoglia e coprite.

Continuate ad alternare foglie e farcia fino ad arrivare all’ultimo strato. Ripiegate i bordi della pasta, spennellate con un poco d’olio e spolverate con lo zucchero.

Cuocete in forno preriscaldato ventilato a 150° per circa 50 minuti.

Lasciate raffreddare la pizza sette sfoglie prima di tagliarla a fette. :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:54

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Pizza sette sfoglie"

(media voti:3 su 9 commenti)
  1. ciao paola! io la conserverei ben chiusa a temperatura ambiente! :)

  2. Complimenti l’ho fatta oggi, per la prima volta, ed e venuta buonissima, solo un’informazione come si conserva? Grazie e complimenti ancora

  3. oh danielle, thank you so much! 😀

  4. I live in America and I made this cake many times with my grandmother since I was a child. She passed away this past March and I am so very happy you posted this!!!! I will be making it today with my daughters! Grazie

  5. ragazze grazie! il gruppo è meraviglioso, continua fonte di ispiraione! :))) elena credo tu possa aggiungerlo l’uovo per compensare il glutine “collante”. 😀

  6. questa pizza la faccio ogni anno e la dedico a mio marito che è di Cerignola. Nella ricetta tradizionale, tramandatami da mia suocera, al posto della confettura di ciliege si usa la mostarda d’uva.Grazie di averla pubblicata.

  7. Qualcuno di voi l’ha mai preparata senza glutine? Mi preoccupa un po’ l’impasto che essendo senza uova non ha “la colla” (come la chiamo io) che gli serve per tenersi un po’ da cotto. Ma se aggiungessi un uovo?
    :-)

  8. Ciao Elena, dev’essere di un buono! Grazie a te e al gruppo di Gnam Gnam vengono fuori ricette poco conosciute e buonissime, grazie ancora. Un bacio, Sabrina.

  9. Ke spettacolo e ke meraviglia!!! Senza parole, ma in compenso ho l’acquolina in bocca. Bravissima

TOP