Pasta alla carlofortina

Difficoltà:
Cottura:
30 min
Preparazione:
10 min
Per:
2
persone

La pasta alla carlofortina è un piatto sardo, per la precisione dell’isola di Carloforte, dalla quale prende il nome. :) Si tratta di un primo a base di tonno, pesto e pomodorini! Credo che per ottenere un piatto davvero squisito, sia necessario utilizzare tonno fresco (al massimo, se proprio non lo trovate, scegliete dei tranci di tonno al naturale!), preparare il pesto in casa e magari usare dei pomodorini freschi! Quindi armatevi di pazienza e non imbrogliate! 😉

Come formato di pasta ho scelto delle pennette, perchè le adoro, ma se volete potete usare anche dei formati lunghi, come spaghetti o linguine! Il sughetto puo’ essere preparato con un po’ di anticipo, in modo da dover calare solo la pasta all’ultimo momento!

Vi auguro una buona giornata!

Ingredienti

160 g di pasta
150 g di tonno
250 g di pomodorini
80 g di pesto
1 spicchio d'aglio
50 ml di vino bianco
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Preparazione

Rosolate uno spicchio d’aglio ed aggiungete il tonno tagliato a cubetti.

Rosolate e sfumate con il vino bianco.

Appena sarà evaporato, mettete il tonno da parte ed aggiungete i pomodorini tagliati a metà ed un pizzico di sale.

Cuocete 10-15 minuti. Aggiungete il tonno ed il pesto. Fate in saporire un minuto.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e saltatela con il sughetto che avete preparato.

Ed eccovi la mia pasta alla carlofortina! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:05

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Pasta alla carlofortina"

(media voti:5 su 9 commenti)
  1. ciao e grazie per i consigli! ^_^

  2. Dimenticavo. Il pesto non va mai cotto in nessun modo, perchè perde il suo tipico sapore naturale. Anche nel minestrone genovese va messo alla fine prima di essere versato nei piatti!
    Ciao da Pegli!

  3. Come Pegliese, dissento solo per il pesto, lo stesso può essere gustato solo nella sua unica tipologia, cioè condito al naturale con le trenette, fagiolini e patate, e/o trofie e trofiette di Recco o meglio ancora con le lasagne o le conchiglie rigate. Non discuto del magnifico piatto “Carlofortino” sicuramente gustosissimo, almeno dall’aspetto fotografico. Un saluto da Pegli|

  4. ale da’ tutto un altro sapore, il piatto è piu’ leggero e genuino! ^_^ un bacino tesoro!

  5. Provata stasera! Ci siamo deliziati! Incredibilmente facile e incredibilmente saporita! Non avevo mai avuto a che fare con il tonno “vero” prima d’ora… Tutta un’altra storia… Una nuova scoperta, sempre grazie a te Elena! :*

  6. Devo provarla assolutamente!

  7. grazie ale! 😀
    estrella a me ne hanno parlato qualche mese fa, e da allora ho aspettato che il mio basilico crescesse a dovere per poterla assaggiare! 😀

  8. CiaoElena!questa ricetta mi ha fatto ricordare in mio amico dell’università che puntualmente ogni estate mi mandava una cartolina dalla Sardegna, proprio da Carloforte e Isola di San Pietro! Un primo mediterraneo e super estivo, brava! Buon inizio settimana a tutte!

  9. Ma dai, che bella idea!!

TOP