Crocchè di patate

Difficoltà:
Cottura:
30 min
Preparazione:
40 min
Per:
15
crocchè di patate

I crocche’ di patate, in napoletano panzarotti, sono delle crocchette di patate (ovviamente!) dalla forma cilindrica, ripieni di provola o mozzarella ed arricchiti con salame o prosciutto e prezzemolo tritato. E naturalmente tanto pepe! :)
I crocchè erano tra le poche ricette rimaste nella lista dei piatti che mi incutevano timore; nelle case dei napoletani si narrano terribili storie di crocchè che si squarciano, o che non mantengono la forma e tanto altro ancora! Quindi immaginate il terrore nel farli la prima volta! 😀 Beh, risultato eccezionale!
I segreti per dei crocchè perfetti sono:
1) le patate, che devono essere vecchie e farinose, in modo da rimanere belle compatte durante la lavorazione e la frittura.
2) la provola deve essere vecchia di qualche giorno e non dovete esagerare nelle quantità perché sciogliendosi, potrebbe perdere acqua che andrebbe a spingere per uscire. Da lì  crocchè aperti!
3) volendo potete fare una doppia impanatura, per rendere più “resistenti” i crocchè. In pratica passate nell’uovo, poi nel pangrattato e di nuovo uova e pangrattato!
4) i crocchè di patate devono essere ben freddi quando li friggete!
5) l’olio deve essere abbondante e ben caldo (non rovente, altrimenti rischiate che si brucino fuori e restino freddi dentro!).

Con queste dosi mi sono venuti 15 crocchè grandi! Volendo li potete congelare da crudi e poi friggerli quando volete, lasciandoli 5-10 minuti fuori dal freezer prima di immergerli nell’olio.

Questo è tutto, non vi resta che lanciarvi e provare i panzarotti, che hanno allietato numerose mattinate della mia adolescenza e di quella di tutti i napoletani! :)

 

Ingredienti per crocchè di patate

750 g di patate
1 uovo
50 g di salame
100 g di provola
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale
pepe
Per la panatura:
2 uova
pangrattato q.b.
Per friggere:
1 litro di olio di semi

Come fare crocchè di patate

Lavate per bene le patate e mettetele in una pentola con acqua fredda. Ponete sul fuoco e cuocete una ventina di minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Per vedere se le patate sono cotte, infilatevi un coltello. Se entra senza trovare resistenza, le patate sono cotte. Lasciatele intiepidire.

Tagliate il salame a pezzetti piccolissimi.

Tagliate la provola e tritate il prezzemolo.

Sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Aggiungete sale e pepe.

Aggiungete il salame, l’uovo ed il prezzemolo.

Impastate il tutto. Prendete una manciata dell’impasto dei crocchè e mettete al centro un po’ di provola.

Chiudete e date una forma cilindrica.

Passate nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.

Fate riposare in frigo almeno due ore.

Cuocete i crocchè pochi per volta, in olio ben caldo.

Asciugate l’olio in eccesso e servite i vostri crocchè di patate! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:08

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP