Paris brest alle fragole

Difficoltà:
Cottura:
40 min
Preparazione:
30 min
Per:
10
paris brest

I paris brest sono dei dolcetti a forma di ciambella, a base di pasta choux, creati nel 1891 in onore della corsa ciclistica che prevedeva il percorso Paris-Brest-Paris, da qui il nome e la forma di “ruota”. :) La ricetta originale prevede una farcia al cioccolato, ma molto diffusa è ormai la variante alle fragole o con fragoline che ho preparato anche io. :)

Per la farcia potete usare o una crema mousseline (che è una sorta di crema pasticcera arricchita di tanto burro) oppure la crema diplomatica (che molti erroneamente chiamano crema chantilly) a base di crema pasticcera e panna montata.

Vi lascio e vi auguro una buona giornata, io corro ad addentare il mio paris brest alle fragole! 😀

Ingredienti

Per la pasta choux:
250 ml di acqua
100 g di burro
150 g di farina
5 uova (se sono grandi ne bastano 4)
1 pizzico di sale
Per la farcia e la decorazione:
500 ml di latte
120 g di zucchero
70 g di farina
3 tuorli
1 bacca di vaniglia
200 ml di panna
200 g di fragoline
zucchero a velo q.b.

Preparazione

In un pentolino mettete l’acqua, il burro ed un pizzico di sale. Ponete sul fuoco.

Quando il burro si sarà sciolto, mettete la farina tutta in una volta.

Spegnete e mescolate un minuto circa, fino a formare un impasto compatto. Se l’impasto non si compatta, mettete sul fuoco un altro minuto.

Fate intiepidire, e aggiungete un uovo alla volta, mescolando fino a che non si sarà assorbito, prima di aggiungere quello successivo.

Otterrete un composto così. Mi raccomando, la consistenza deve essere abbastanza compatta in modo da mantenere la forma quando formate i vostri bignè.

Mettete la pasta choux in una sac à poche (io ho usato il beccuccio liscio!) e formate dei cerchi di circa 12cm di diametro, lasciando un po’ di spazio al centro.

Fate cuocere in forno preriscaldato ventilato a 200° per 10-15 minuti e poi abbassate la temperatura a 180° e fate cuocere altri dieci minuti. Lasciate poi asciugare la pasta choux in forno spento, con lo sportello lettermente aperto.

Scaldate il latte con la vaniglia. La vaniglia va aperta con un coltellino e dovrete raschiare i semi dall’interno. Sia i semi le la bacca vanno messi poi nel latte, in modo da aromatizzarlo. :)

In una terrina lavorate tuorli e zucchero.

Aggiungete la farina (e se necessario un po’ del latte, non eccessivamente caldo).

Aggiungete il latte filtrato, mescolando con una frusta, e ponete la crema sul fuoco. Cuocete a fiamma bassa mescolando continuamente, finchè non si sarà addensata. Ci vorranno circa 5-10 minuti. Spegnete subito!

Mettete della pellicola a contatto e lasciate raffreddare completamente.

Quando la crema sarà fredda, potete aggiungere la panna, dopo averla montata. Incorporatela delicatamente con una spatola.

Tagliate i paris brest per il lungo e mettete al centro un po’ di crema e le fragoline.

Chiudete e decorate con crema diplomatica, fragoline ed un po’ di zucchero a velo. Lasciate riposare un’oretta in frigo prima di servire i vostri paris brest alle fragole! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:35

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 13 commenti a "Paris brest alle fragole"

(media voti:4 su 13 commenti)
  1. mariagrazia sì, l’impasto è lo stesso, cambia solo la forma! 😀
    gerardo aspetto! ^_^
    ninha volendo sì, credo si debbano aumentare solo un po’ i tempi di cottura e non mettere troppo impasto, altrimenti dentro potrebbe restare crudo! Se la ciambella resta bassa (cosa molto probabile!), non ti preoccupare, prenderà volume con la farcia! 😀
    marina: la quantità di zucchero è minima, quindi non fa molta differenza, specie quando la farcitura prevede crema diplomatica e sopra c’è anche lo zucchero a velo! 😀 in questo caso ho fatto la pasta choux senza zucchero perchè ho fatto qualche bigne’ extra da congelare e da utilizzare per qualche ricetta salata. :)

  2. Ciao scusa vorrei un’informazione,ma perché nella pasta choux delle paris brest alle fragole non si mette zucchero? visto che l’impasto e’uguale a quello dei PROFITEROLES grazie buona giornata

  3. woww Ele..non hai idea da quanto tempo volessi provare a fare la paris-brest ma non mi sono mai cimentata nella sua realizzazione. Ho una domanda da porti..secondo te è possibile versare il composto in uno stampo per ciambella e cuocere poi normalmente al forno? La mia idea è di avere un dolce unico poi da divedere al momento. Le tue ricette sono sempre di sicura riuscita. Bella tu e le tue ricettine. Bacio

  4. La proverò e ti farò sapere il mio parere.ciao grazie
    ” Paris brest alle fragole “

  5. :) anche io ne vorrei uno ele…
    buoni… assomigliano a quelli che voi chiamate sciù giusto?
    li ho fatti l’altra settimana.. sciù al cioccolato ripieni di crema chantilly buoni buoni erano… :p
    la prossima volta provo questi alle fragole… 😀
    bacino ele buona notte

    Maria Grazia

  6. fanciulline ve ne regalo uno per una! :)

  7. Elena amo i dolci!! Questo qui è invitantissimo!! Ciao bella :)

  8. a volere somigliano tanto alle bigne’ ripiene di diplomatica……cmq per me una idea nuova ( se no che elena saresti ) le faro’ sicuramente adesso che sul terrazzo ho dei vasi di fragole mature….hummmm buone…ci staranno a meraviglia !!!! sei un genio !!! un bacione grande

  9. Spettacolo Elena!!! La mia passione sono i dolci di tutti i tipi e questo mi intriga un sacco, non vedo l’ora di provarlo! Buona settimana e ci leggiamo domani per la prossima ricetta. Ciao e baci.

  10. Passo spesso dal tuo sito e cosa trovo? Sempre ricettine stupende e dall’espetto (e sapore credo!) magnifico!!!
    Ne mangerei volentieri uno :-)

  11. Slurp…in un lunedì piovoso questo dolce riporta il sorriso!!!! Sai sempre di cosa abbiamo bisogno!!!;-)

  12. ilenia non posso che concordare! 😀

  13. Mamma mia che invitante!

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP