Uova sode colorate

Difficoltà:
Cottura:
20 min
Preparazione:
5 min + riposo
Per:
3
uova sode

Tanto tempo fa vidi su internet delle uova sode colorate, per di piu’ viola, mio colore preferite, e la solita bambina che è in me si ripromise di provarle! :) Il rapporto fatica/risultato è ottimo: poco tempo (se non si considera il riposo) per un risultato strabiliante. 😀

Il procedimento per le uova sode colorate è molto semplice, dovete bollire delle barbabietole e poi usare l’acqua di cottura, mettendoci le uova già cotte (e sgusciate!) e lasciandole riposare per 24 ore. :) Vi consiglio di usare le barbabietole fresche, se non le torvate, potete bollire quelle precotte, che rilasceranno meno colore, ma sempre meglio di niente! :)

Alla prossima tornata di uova sode proverò anche magari con acqua di cottura degli spinaci e di altre verdure, per farle di tutti i colori! 😀

Vi auguro una buona domenica! 😉

Ingredienti per uova sode colorate

3 uova
300 g di barbabietole rosse
sale
pepe

Come fare uova sode colorate

Sciacquate le barbabietole, sbucciatele e tagliatele a pezzetti. Mettetele in acqua fredda e ponete sul fuoco. Fate cuocere una ventina di minuti.

A parte lavate le uova, mettetele in un pentolino con acqua fredda e cuocete per  minuti da quando l’acqua inizia a bollire.

Filtrate l’acqua delle barbabietole e fate raffreddare. Sgusciate le uova e mettetele nel succo delle barbabietole.

Mettete in frigo e fate riposare 24 ore.

Ecco come risulteranno le uova.

Servite le uova sode colorate con un po’ di sale e pepe! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:20

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP