Bagna cauda

Difficoltà:
Cottura:
60 min
Preparazione:
15 min
Per:
1
persone

La bagna cauda (o bagna caoda) è un piatto tipico piemontese a base di aglio, alici salate e olio. :) Si tratta di una salsina saporitissima che viene messa a tavola nel “fojòt” (o “dian”), un contenitore di terracotta con sotto una candela, per tenere sempre calda la bagna cauda. Si accompagna poi con verdure come i cardi, i peperoni crudi, patate e cipolle arrosto, topinambur e altro ancora.

La bagna cauda è un pretesto per incontrarsi con gli amici e parenti, tutti attorno al tavolo ad intingere verdure nello stesso intingolo! 😀 Quando l’ho assaggiata la prima volta mi è piaciuta molto (io amo i sapori forti!) e la prima risposta è stata “Mi piace molto, ma non potrei mai stare tutta la serata ad inzuppare cose nella bagna caoda!”. Poi l’ho preparata e mi sono ricreduta: io e il mio ragazzo sembravamo ammaliati, ogni dieci minuti andavamo in cucina con un pezzetto di pane ed un cucchiaino, pronti a farla fuori! 😀

Queste sono le dosi per una persona (ebbene sì!), se anche voi amate sapori ed emozioni forti, vi consiglio di provarla! 😀

Buona domenica!

Ingredienti

1 testa d'aglio
50 g di alici salate
80 ml di olio extravergine d'oliva

Preparazione

Prendete la testa d’aglio

e pulite gli spicchi d’aglio eliminando la camicia.

Tagliateli poi a metà ed eliminate l’anima.

Tagliate l’aglio a fettine sottili.

Mettete in un pentolino con l’olio.

Sciacquate le alici sotto acqua corrente eliminando il sale. Apritele delicatamente ed eliminate le lische.

Asciugatele tamponandole con un po’ di carta assorbente e mettete nel pentolino.

Fate cuocere a fiamma bassissima, la bagna cauda non deve mai arrivare a friggere. Fate cuocere circa un’ora.

Se volete potete dare una passata di frullatore alla vostra bagna cauda, una volta cotta.

Servite la vostra bagna cauda! :)

Varianti

Per una bagna cauda più leggera potete cuocere prima gli spicchi d'aglio nel latte, buttare poi il latte utilizzato ed aggiungere l'aglio cotto all'olio e le acciughe.
Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di glutine.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:37

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 10 commenti a "Bagna cauda"

(media voti:3 su 10 commenti)
  1. Grazie Elena per avermi risposto, comunque le tue ricette, sono tutte molto belle e facili da rifare, l’unica che non avevo trovato tanto giusta era la bagna cauda come ti ho scritto, per il resto è tutto ok. Adesso, vado a cercare un dolce da fare oggi.

  2. ciao graziella, grazie! :) i commenti vengono approvati manualmente, quindi ci vuole un po’ di tempo per visualizzarli, ma i consigli sono sempre bene accetti! :)

  3. Non so se avete letto il mio commento, ho dato la ricetta della bagna cauda, mi pare di aver capito, che si possono scrivere delle opinioni, penso di essere stata corretta. Il mio commento non lo vedo, non credo di essere stata maleducata. Se ho sbagliato, chiedo scusa. Cordialmente.

  4. Come mai avete cancellato la mia ricetta della bagna cauda? Non era una critica e neanche una offesa. Mi pareva di aver letto che si possono esprimere dei commenti se non ritieni giusta la ricetta. Cordialmente.

  5. La bagna causa, se la vuoi più leggera, fai cuocere l’aglio nel latte, butti via il latte, quindi prendi metà burro e metà olio, vi fai sciogliere le acciughe e aggiungi l’aglio. Cuoci un poco, e aggiungi della panna. Io alla fine, aggiungo anche le noci tritate, rende la salsa più corposa e dà un sapore molto buono. Le noci sono facoltative. La tua ricetta, è come la facevano una volta, cioè una ricetta povera, si fa ancora così, per condire l’insalata di verza, o peperoni. La mia, non è una critica,ho dato la ricetta come si fa a casa nostra.

  6. La vera bagna cauda non è proprio così. Occorrono anche altri ingredienti. Questo, è un intingolo di aglio e acciughe cotte in olio. Scusami, sono torinese, e questa la so fare bene. <3

  7. grazie sabrina! :)

  8. E’ il mio piatto preferito, io sono piemontese doc. La ricetta scritta da te e’ la classica, quella usata dai nostri nonni, ora si fa con il latte e un’aggiunta di panna. Se vuoi la ricetta precisa di mia mamma che e’ specializzata nella bagna cauda e nei procedimenti per togliere il forte all’aglio, vai a vedere la ricetta sul mio blog, l’ho postata qualche settimana fa. Ciao tati

  9. esa per fortuna anche il mio ragazzo ama questi sapori, altrimenti sarebbe stato un vero problema. :) il fatto della cottura nel latte l’avevo letto, ma avevo dimenticato di scriverlo, ora l’ho aggiunto, grazie per aver rinfrescato la mia memoria bacata. :) :*****

  10. sei veramente una coraggiosa!:)
    questa è proprio la ricetta classica, quella più saporita °,,,°
    ormai ogni famiglia ha la sua ricetta, se posso ti do la mia variante che la rende meno forte e più cremosa.
    il procedimento è il medesimo soltanto si fa prima bollire l’aglio ricoperto di latte finchè non sia diventato morbido, poi si unisce al fondo con acciughe e olio già cotti.
    ti invito a provarla, è squisita.
    a presto :)

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP