Farinata di ceci

Difficoltà:
Cottura:
30 min
Preparazione:
10 min + riposo
Per:
4
persone

La farinata è una torta salata che prevede pochi, semplici ingredienti: farina di ceci, acqua, olio, sale e pepe. :) Si tratta di un piatto tipico ligure, dove assume il nome di fainà, ma si è diffusa anche nelle regioni limitrofe (io infatti l’ho assaggiata a Torino! :) ) e a Sassari, dove prende il nome di fainè e può essere arricchita con cipolle e salsicce.

La farinata di ceci è abbastanza semplice da preparare, l’unico problema che potreste avere è quello di reperire la farina di ceci, ma leggiucchiando su internet ho visto che si puo’ preparare in casa frullando dei ceci secchi, fino a ridurli in polvere sottilissima! :)

Potete aggiungere alla vostra farinata dei rametti di rosmarino, il risultato sarà eccezionale! :)

Vi auguro buona giornata!

 

Ingredienti

200 g di farina di ceci
450 ml di acqua
30 ml di olio extravergine (più extra per la teglia)
sale
pepe

Preparazione

In una ciotola mettete la farina di ceci.

Aggiungete l’acqua poco alla volta, mescolando con la farina. Per evitare grumi, ho passato tutto il composto al setaccio. :)

Coprite e lasciate lievitare a temperatura ambiente per tre ore, mescolando ogni tanto. Trascorso tale tempo, eliminate la schiumetta che si sarà formata in superficie, ed aggiungete olio, sale e pepe.

Ungete una teglia del diametro di 26cm con dell’olio.

Versate il composto della farinata.

Cuocete in forno preriscaldato statico a 220° per circa 30 minuti (la farinata deve risultare ben dorata!).

Ed eccovi la mia farinata di ceci. :)

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di glutine.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:23

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 12 commenti a "Farinata di ceci"

(media voti:4 su 12 commenti)
  1. ne sono felicissima pat! :)

  2. Che bonta’ ragazza mia!
    Tu non sai che regalo hai fatto ad una piemontese che vive in giro per il mondo da tanti anni!

  3. rossella devo provarla! 😀

  4. Ottima la farinata. Qui a palermo esiste una versione…fritta . Si tratta di un “cibo di strada” adorato da tutti specialmente da studenti e operai. Al posto del rosmarino si aggiunge del prezzemolo fresco e non si mette olio nell’ impasto. Questo meraviglioso cibo si chiama : Panella.

  5. isaq io sono una patita degli antipasti, mi piace assaggiare piu’ cose contemporaneamente! 😀
    sibel sicuramente no! 😛
    carmela grazie! :)
    simo quando risalirò li proverò! :)
    anna allora eri tu! purtroppo non c’era il nome, pero’ sono felice di averti accontentata! :)

  6. Siiii!!! Grazie, l’ho chiesta io!! ^_^

  7. Hey elena sei venuta a torino?io sono della provincia di alessandria mi fa piacere che ti sia piaciuta la cucina piemontese io adoro i piatti che hai elencato prima!e i gianduiotti sono divini!se capiti ancora da queste parti ti consiglio anche gli agnolotti..ciao cara a presto!

  8. Appena sfornata e ti diro’….. e’ proprio buona

  9. belli :) proverò anche questi dai, male non fanno! :)

  10. Brava Elena hai provato proprio quello che a me piace di + della cucina piemontese!Adoro i loro antipasti!E mi fa piacere che ti siano piaciuti.Devo ammettere infatti che non a tutti piacciono,per esempio mio marito di origine calabrese ed alcuni miei cugini lucani non amano gli antipasti in genere.preferiscono passare alle pietanze vere e proprie.Non ti dico a Natale e Pasqua quando io mi sazierei soli di antipasti sfiziosi che discussioni che vengono fuori se solo proprongo qualche antipasto prima del primo e del contorno!Per inciso anche a me il salato fa impazziere + del dolce!

  11. isa alla fine sì! ho acchiappato la neve il primo giorno e non ho praticamente mai visto il sole, ma a parte questo la città mi è piaciuta moltissimo, e per certi versi mi ha ricordato parigi, la città che piu’ amo al mondo! mi sono fatta guidare dalla mia amica, ho assaggiato: l’albese, la bagna cauda, il vitello tonnato, formaggi vari (tome, tomini, castelmagno), gnocchi al castelmagno, il bagnet vert, il brasato al barolo, la panna cotta con la panna VERA e mi sa nient’altro. ah, e mi ha portata in una burgheria. ^_^ purtroppo 5 giorni sono davvero pochi, spero di ritornarci presto! :) i gianduiotti e i cremini me li portò la mia amica qualche anno fa, ed erano spettacolari. cmq noto che non ho mangiato praticamente nulla di dolce (se si esclude la panna cotta). come si vede che sono amante del salato! :°D

  12. Io l’adoro!peccato che gonfi un pochino la pancia :-(
    Allora, alla fine sei venuta a Torino!Io negli ultimi 15 gg sono stata a casa ammalata (non so dire se sfortunatamente o fortunatamente visto il brutto tempo che c’è stato qui), ma a te la città è piaciuta?Hai assaggiato le specialità che ti dicevo?

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP