Sformatino di patate e zucca

Difficoltà:
Cottura:
1 h e 10 min
Preparazione:
30 min
Per:
4
sformatini

Qualche giorno fa avevo in frigo alcuni avanzi di altri piatti: zucca, patate e friarielli, tutti e tre gia’ cotti. Volevo fare un unico piatto utilizzando questi tre ingredienti e tra le varie opzioni, ho pensato a degli sformatini di patate e zucca con ripieno di friarielli: colorati, buoni e leggeri (circa 107 calorie a sformatino!). Ce li siamo divorati nel giro di 5 minuti!

So i friarielli sono a disposizione di pochi fortunati, quindi, se non li trovaste, potete sostituirli con i broccoli o degli spinaci, saranno buoni ugualmente! :)

Come anticipato nella newsletter, da questa settimana inizierò a postare anche ricette più caloriche, in modo da accontentare tutti! :)

Vi auguro buona giornata!

Ingredienti

300 g di patate
250 g di zucca
1 albume
2 fasci di friarielli
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
sale
pepe
burro per gli stampini
pangrattato per gli stampini

Preparazione

Tagliate la zucca a cubetti e cuocetela in un pentolino con un pizzico di sale, per 15-20 minuti. Giratela spesso per non farla attaccare, in questo modo non dovreste aver bisogno di aggiungere l’acqua.

Una volta cotta, frullatela e mettetela a scolare in un colino in modo da eliminare l’acqua in eccesso.

Sciacquate per bene le patate e mettetele in una pentola con acqua fredda.

Cuocete circa una ventina di minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza delle patate, voi infilate un coltello, se entra senza incontrare resistenza, le patate sono cotte.

Pulite i friarielli eliminando i gambi e le foglie più dure o rovinate. Sciacquateli per bene.

Fateli sbollentare in acqua per 5 minuti.

In un’altra pentola fate rosolare uno spicchio d’aglio, eliminatelo, aggiungete i friarielli ed un po’ di sale.

Fate cuocere per una ventina di minuti finchè i friarielli non si saranno ammorbiditi. Sminuzzateli con delle forbici.

Passate la zucca e le patate intiepidite allo schiacciapatate.

Mescolate ed aggiungete sale, pepe ed un albume.

Prendete quattro stampini monoporzione, imburrate leggermente e rivestite con il pangrattato.

Mettete il composto di zucca e patate, foderando la base e i bordi.

Mettete al centro i friarielli.

Coprite con patate e zucca e cuocete gli sformatini in forno preriscaldato ventilato a 200° per circa 15-20 minuti.

Lasciate intiepidire e impiattate i vostri sformatini di patate e zucca! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:03

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 13 commenti a "Sformatino di patate e zucca"

(media voti:5 su 13 commenti)
  1. grazie serena, soprattutto per i consigli! ^_^

  2. Grazie Elena per quest’ennesima super ricetta! Non essendo mai stata a Napoli (….lo so, suprema vergogna!), non ho mai assaggiato i friarelli. Ho quindi provato a preparare gli sformatini con una variante, cioè sostituendoli con la bietola. Buoni lo stesso :)
    Un’altra cosa che ho sperimentato è un piccolo trucco per eliminare l’acqua in eccesso dalla zucca: prima di cuocerla in casseruola, l’ho “stordita” 7-8 minuti nel microonde. Risultato: non ho dovuto filtrare la crema di zucca :)

    Un caro saluto e grazie sempre per le tue fantastiche idee!

    Serena

  3. marcello sono fortunatissima! 😀

  4. Come i friarielli sono per pochi fortunati!!!! le cime di rapa si trovano ovunque in Italia a Napoli a volte questo nome si usa per i peperoni verdi dolci da friggere
    Ciao

  5. bisogna accontentarsi dodo! 😀

  6. domani li provo, sostituendo i friarielli (D’OH!)

  7. isaq sì, in effetti i friarielli sono tipici di queste zone, infatti tutti i miei amici trasferitisi fuori napoli, rimpiangono soprattutto friarielli e mozzarella! 😀
    michela un bacetto! 😀

  8. che bontà…..ti adoro :)

  9. Elena,forse posso aiutarti con la domanda d Rosalia.Anche in Basilicata dove stanno i miei parenti ci sono le cime d rapa e qui a torino trovo anche i friarielli .appartengono alla stessa famiglia ma i friarielli hanno il fusto più tenero ed il gusto un po’ meno amarognolo.costano anche di più e si trovano con più difficoltà rispetto alle cime.spesso vendono le cime piccoline x friarielli. Che io sappia in quanto riferitomi da molti amici campani,i friarielli sarebbero tipici proprio della loro regione. Chissà se qualcuno sa confermarcelo

  10. maria puoi usare delle carote! :)
    rosanna saranno buoni ugualmente! :)
    rosalia non so se sono le stesse, qui i friarielli sono tipo broccoli, con le infiorescenze ed un gusto amarognolo! :)

  11. ciao Elena,
    i friarielli sono quelli che qui, in Abruzzo, chiamano “cime di rape” ? dalle foto sembra di si….

  12. che carini questi sformatini, proverò a farli ovviamente senza friarielli sostituendoli magari con il broccolo visto che è il periodo giusto.

  13. Ciao cara, con cosa posso sostituire la zucca?
    grazie e complimenti.

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP