Struffoli al forno

Difficoltà:
Cottura:
10 min
Preparazione:
1 h e 20 min
Per:
6
persone

Gli struffoli al forno sono dei dolcetti piccoli piccoli, ricoperti di miele e zuccherini (e magari frutta candita) che si preparano a Napoli per Natale e per Carnevale. :) La ricetta originale degli struffoli prevede che questi siano fritti, ma tantissime persone nel corso degli anni mi hanno chiesto di pubblicarne la versione al forno, ed eccoli qua. :)

La sola differenza tra i due è che in questi ho aggiunto anche il lievito per dolci, in modo da farli gonfiare (in quelli fritti ci pensa, appunto, la frittura a far ottenere questo effetto). Un altro vantaggio di cuocerli al forno è che se ne possono fare molti di piu’ per volta, rispetto alla frittura! :)

Potete decidere se seguire la ricetta degli struffoli al forno o di quelli fritti, l’importante è che sulla tavola di noi napoletani (e non solo) non manchino! 😉

Buona giornata! :)

Ingredienti

300 g di farina
2 uova
100 g di zucchero
1 pizzico di sale
20 ml di limoncello
20 ml di olio extravergine d'oliva
10 g di lievito per dolci
Per la copertura:
200 g di miele
40 g d zucchero
zuccherini (per essere precisi, i diavolini)

Preparazione

In una ciotola mettete la farina ed il lievito.

Al centro mettete lo zucchero, le uova, l’olio, il limoncello ed il pizzico di sale.

Iniziate a lavorare dal centro fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete nella pellicola e fate rposare mezz’ora a temperatura ambiente.

Prendete dei pezzetti di impasto, fate delle striscioline e ricavate dei pezzettini di impasto. Devono essere molto piccoli, perchè in forno tenderanno a gonfiarsi. :)

Arrotondate i pezzettini di impasto e poggiateli su una teglia rivestita di carta da forno, ben distanziati tra loro.

Cuocete in forno periscaldato ventilato a 180° per circa 5-10 minuti (dovranno dorarsi, ma non scurirsi troppo!). Se vedete che si attaccano tra loro, a metà cottura rigirateli un po’! :)

In un pentolino mettete il miele e lo zucchero. Ponete su una fiamma bassa e mescolate fino a che lo zucchero non si sarà sciolto del tutto.

Tuffatevi gli struffoli.

Mescolate con gli zuccherini e mettete in un piatto da portata. Decorate con altri zuccherini e, se vi piace, della frutta candita.

Ed eccovi la metà degli struffoli al forno che ho preparato! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:28

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 17 commenti a "Struffoli al forno"

(media voti:4 su 17 commenti)
  1. mi fa piacere rosaria! :)

  2. Un ottima ricetta . Sono venuti degli struffoli dolcissimi aromatici e molto friabili. Io ho usato la farina per dolci e aggiunto un po di cannella e buccia d arancia grattugiata .

  3. grazie caty! 😀

  4. Buonissimi davvero.. appena fatti con la mia bimba :)

  5. spero ti siano piaciuti! 😀

  6. LI ho appena sfornati,sto preparando la copertura e spero che vengano buoni !!!

  7. mi fa piacere liliana! tanti auguri pure a te! ^_^

  8. Ciao Elena!
    Li ho fatti per il pranzo di capodanno…un successone!
    Buon anno

  9. dipende se è quello concentrato o no! magari mettine poco alla volta e vai “a naso”. 😀

  10. Sicuramente li farò al forno..:) quello al limone che dici andrebbe bne e più o meno quanto ne dovrei mettere?un cucchiaio?

  11. ciao veronica, se poi decidi di friggerli, ci vuole qualcosa di alcolico, perchè aiuta a farli venire piu’ asciutti. andrebbe bene anche un po’ di vino bianco. se li fai al forno, va bene un qualsiasi aroma, se usi le fialette o altro, credo ce ne voglia un po’ di meno. :)

  12. Ciao Elena,questa ricetta mi sembra deliziosa :-D,per domani avevo proprio intenzione di preparare gli struffoli friggendoli ma ,ora che ho scoperto che possono essere anche cotti in forno,non ci penso due volte e li preparerò così :-)..una sola domanda..ha casa non ho il limoncello :-S posso non mettere anche nulla? Oppure al supermercato ho visto aromi come aroma al limone,fuori d’arancio,aroma alle mandorle,rum..quale andrebbe meglio? Aspetto notizie ciao

  13. grazie ragazze, vi auguro una buonissima giornata! :)

  14. Complimenti Elena!! Ti seguo sempre e ormai per cucinare uso solo il tuo blog 😀 e la mia bimba apprezza sempre tutto! 😀
    Quest’anno proverò a fare questa ricetta alla mia famiglia per Natale!
    Un bacio :-* e complimenti ancora! 😉 :)
    Elisa.

  15. :)buon pomeriggio cara elena..
    si si proverò ad attuare queste piccole indicazione come effettivamente avevo già pensato… credo di farli domani mattina … ti farò sapere … :)
    buon fine settimana
    bacio

    Maria Grazia

  16. mariagrazia che bel salto nella tua cucina tradizionale! :) credo anche io possa dipendere dalla cottura, puoi cuocerli un po’ meno e a fiamma meno alta, in modo che non si cuociano troppo! :)

  17. Buongiorno Elena!!
    Questa è una ricetta che mi piace… e sulla quale vorrei dire qualcosina :)
    gli struffoli sono un tipico dolce natalizio anche dalle mie parte (io sono salentina), qui si chiamano, nel nostro dialetto, purciddhruzzi.. che mi ricordano tanto la mia carissima nonna..
    i purciddhruzzi sono molto simili ai vostri struffoli, c’è giusto qualche piccola differenza: l’olio usato nell’impasto viene scaldato con della buccia d’arancia per aromatizzarlo, l’impasto viene lavorato con del succo d’arancia e per chi lo gradisce anche un bicchierino d’anice e infine, una volta tagliati i vari pezzettini, questi vengono fatti scorrere su di una grattugia per dare una forma più particolare..(queste sono le differenze principali che ricordo senza andare a controllare la ricetta) 😉 .. Anche qui da noi sono previste le due varianti al forno e fritti… i preferisco i purciddhruzzi fritti hanno quel quid in più, come del resto quasi tutte le cose fritte :)
    unico problemino: alcune volte mi sono venuti un pochino duri.. analizzando le varie fasi della ricetta ho pensato che questo problema dipendesse dal tempo di cottura che deve essere veramente breve.. e infatti io non credo di averli tenuti a lungo… mah.. quella del tempo di cottura comunque è solo una mia ipotesi, non ne sono certa .. Ele se hai tu qualche consiglio da darmi lo accetto volentieri! 😉
    Anche se qui da noi come lì da voi questo dolce rappresenta un vero e proprio rito, quest’anno non ho ancora deciso se farli o meno… vedremo :)
    salutino
    bacio Ele Buona giornata

    Maria Grazia

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP