Melanzane sott’olio

Difficoltà:
Cottura:
5 min
Preparazione:
40 min + riposo
Per:
3
barattoli da mezzo kg

Le melanzane sott’olio sono tra le conserve piu’ diffuse, non molto difficili da fare, ma che richiedono tempo e qualche piccolo accorgimento. Innanzi tutto bisogna sterilizzare i barattoli, e sul sito trovate il procedimento con foto passo passo per sterilizzare i vasetti.

Poi le melanzane vanno tenute a riposo sotto sale per 24 ore e, una volta cotte e messe nei barattoli, devono essere sempre ben coperte di olio.

Per le mie melanzane sott’olio ho usato melanzane bio di una mia amica e dell’olio extravergine d’oliva regalatomi, davvero squisito. Con queste dosi mi sono venuti fuori circa 3 barattoli da mezzo kg. :)

Insomma armatevi di pazienza e preparate le vostre melanzane sott’olio. 😀

Ps per questa settimana e la prossima pubblicherò le ricette a giorni alterni, in modo da conciliarle con le mie vacanze! In questo modo non vi lascerò da soli! 😀 Buona estate a tutti! :)

 

Ingredienti

3 kg di melanzane
150 g di sale grosso
750 ml di aceto di vino bianco
1,5 l di acqua
5 spicchi d'aglio
3 peperoncini
sale
olio extravergine d'oliva q.b.

Preparazione

Lavate per bene le melanzane. Togliete la parte superiore.

Tagliatele a fettine

e poi a striscioline.

Mettetele in una ciotola capiente insieme al sale grosso e fate riposare 24 ore.

Dopo 24 ore vedrete che avranno eliminato parecchio liquido.

Strizzate le melanzane. In una pentola mettete acqua e aceto. Appena inizia a bollire, fate cuocere le melanzane per 5 minuti (io le ho cotte in due volte!).

Scolate le melanzane.

Una volta intiepidite, strizzatele e fatele asciugare su un canovaccio pulitissimo per un’oretta.

Mescolate le melanzane con aglio tagliato a fettine, peperoncino sminuzzato, un po’ di sale e olio.

Mescolate e mettete nei barattoli.

Coprite d’olio e pressate per bene le melanzane. Dopo dodici ore controllatele, se il livello dell’olio è sceso, aggiungerne dell’altro.

Fate riposare le melanzane sott’olio un mese, in un luogo fresco, asciutto e buio, prima di consumarle. :)

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di glutine.


Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di lattosio.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 09:00

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 30 commenti a "Melanzane sott’olio"

(media voti:5 su 30 commenti)
  1. brava povera mamma! 😀

  2. Le melanzane sott’olio sono buonissime e seguirò la tua ricetta per farne una scorta per il lungo inverno!

  3. grazie vincenzo! :)

  4. bellissime

  5. In effetti…vent’anni di conserve di tutti i tipi,confermano la tua opinione.Non so se il”pezzo di carta”lo possiedi anche tu,se così fosse,amo pensare che effettivamente non si traduca in”cellulosa”pura ma che abbia il suo giusto peso!…Però,Marcello,parliamo di altro,non vorrei fossimo divenuti davvero i rompiscatole delle”melanzane sott’oilo”.
    Ciao Elena,ciao simpaticone!!!

  6. In questo momento mi viene da pensare…. credo nei tuoi studi per il semplice fatto che facendo molte conserve e non avendo avuto nessun problema di botulino testimonia che hai fatto le cose per bene. Poi non tutti quelli che studiano hanno l’onore di meritarsi il pezzo di carta che hanno in possesso.
    Visto che sono un curioso adesso che hai realizzato le tue conserve mi piacerebbe vedere qualche tua foto…. Io sono innamorato delle spiegazioni e delle foto che Elena ha messo nel sito ed ogni volta che apro questa pagina mi viene una voglia matta di mangiarle, ma ovviamente prima di mangiarle le dovrei fare. Sicuramente appena trovo un po’ di tempo e di volonta’ le faro’ ma con l’aggiunta dell’origano……
    Ciao Dottoressa Dell’Atti………..

  7. Non parlo e non scrivo per “sentito dire”…ho i miei studi sulle spalle…stai attento anche tu!! Ciao simpatico! E ciao Elena….dimenticavo, oggi ho preparato altre melanzane sott’olio…che squisitezza!

  8. Che abbiamo colorato il blog dandogli un sapore speciale lo dici tu, forse siamo stati due rompi scatole. ahahah
    Cmq mi ha fatto piacere interloquire con te Antonia.
    Alla prossima, attenta pero’ a quello che scrivi ok? ahahah
    Un saluto anche a te Elena e complimenti per il Sito

  9. Ciao Marcello, avrai sicuramente compreso da persona intelligente che scherzavo!Concordo con te sulla condivisione del “sapere”!Inoltre chiedo anch’io “venia” ad Elena e a tutti quelli che condividono i commenti…abbiamo “colorato” il blog dandogli un sapore speciale!!
    Grazie Elena per averci “sopportato”… Alla prossima!!

  10. il sito serve anche a questo! 😉

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP