Gelato alla ciliegia

Difficoltà:
Cottura:
15 min
Preparazione:
35 min + riposo
Per:
4
persone

Il gelato alla ciliegia mi frullava da un po’ in testa, ma aspettavo sempre l’occasione giusta per farlo. Ieri guardando in frigo, ho visto un’enorme quantità di ciliegie belle mature e non avendo voglia di accendere il forno, ho deciso di farci il gelato. :)

Il gelato alla ciliegia è davvero facilissimo da preparare, inoltre si tratta di un gelato senza uova, che male non fa. :)

La quantità di zucchero è abbastanza indicativa, le mie ciliegie erano gia’ molto dolci, quindi non ho esagerato. Magari, una volta frullato il tutto, prima di mettere il composto nella gelatiera, date un assaggio e regolatevi. 😉 Se vi piace l’idea, potete aggiungere anche un vasetto di yogurt alla ciliegia, prima di mantecarlo. 😉

Vi auguro una fresca giornata! :)

 

Ingredienti per il gelato alla ciliegia

400 g di ciliegie
50 g di zucchero
200 ml di latte
200 ml di panna di latte

Come fare il gelato alla ciliegia

Eliminate i noccioli dalle ciliegie e mettetele in una padella con lo zucchero.

Fate cuocere 10-15 minuti. Lasciate intiepidire.

In un contenitore alto, mettete le ciliegie, il latte e la panna.

Frullate con un frullatore ad immersione e filtrate il tutto, in modo da eliminare la buccia della ciliegia. :)

Fate raffreddare in frigo dopodichè mettete nella gelatiera e seguite le istruzioni (io l’ho lasciato a mantecare trenta minuti).

Servite il vostro gelato alla ciliegia! :)

Come conservare

Si conserva per più di una settimana ben chiuso in freezer. 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 10:30

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP