Crocchette di riso al gorgonzola

Difficoltà:
Cottura:
20 min
Preparazione:
20 min
Per:
10
crocchette di riso

Queste crocchette di riso e gorgonzola sono state il mio primo approccio a questo formaggio che fino a qualche anno fa non volevo nemmeno sentir nominare. :) Le preparò mia zia per un pranzo in famiglia e mi piacquero così tanto che decisi di rivalutare il gorgonzola. E ammetto che mi si è aperto un nuovo mondo culinario. 😀 Se anche voi non amate il gorgonzola a priori, vi consiglio di provarle, vi ricrederete.

Se poi proprio non ce la fate, potete sostituirlo con del brie. :)

Queste crocchette di riso possono essere preparate anche il giorno prima e conservate in frigo, per poi friggerle al momento opportuno. :)

Vi auguro una buona giornata!

Ingredienti

100 g di riso carnaroli
10 g di burro
1 scalogno piccolo
250 ml di brodo vegetale caldo
30 g di gorgonzola
1 uovo
pangrattato
sale
pepe
olio di semi per friggere

Preparazione

In una padella sciogliete il burro e rosolate lo scalogno tritato. Aggiungete il riso e fatelo tostare un paio di minuti a fiamma viva, rigirandolo spesso.

Aggiungete un po’ del brodo e cuocete a fiamma media, rigirando di tanto in tanto ed aggiungendo altro brodo solo quando quello precedente è stato assorbito.

Quando il riso sarà cotto e asciutto, spegnete ed aggiungete il gorgonzola.

Fatelo sciogliere e aggiustate di sale e pepe. Fate intiepidire.

A questo punto in una ciotolina sbattete l’uovo. Metà lo aggiungerete al riso e l’altra metà lo conservate da parte per impanare le crocchette di riso. :)

Formate le crocchette di riso inumidendovi le mani per non far attaccare il riso alle dita.

Passatele nell’uovo e nel pangrattato.

Friggete le crocchette di riso al gorgonzola in olio caldo per due tre minuti. Devono essere coperte d’olio almeno fino a metà. Se le immergete del tutto, tanto meglio. :)

Asciugate l’olio in eccesso e servite le crocchette di riso al gorgonzola. :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:21

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Crocchette di riso al gorgonzola"

(media voti:3 su 10 commenti)
  1. puoi farlo tranquillamente! ^_^

  2. Elena ciao,ma se li preparo il sabato per poi tenerli in frigo e friggerli la domenica a pranzo?????pensi si asciugano troppo e diventano secchi?

  3. ciao raffa! sì, puoi congelarle crude e poi friggerle direttamente nell’olio bollente, magari un pochino di piu’ di tempo! :)

  4. Cara Elena, ti leggo ormai da tempo e ogni volta che ti chiedo consiglio rinnovo il mio grazie per la tua semplicità e trasparenza.
    Volevo chiederti, se volessi congelarle, come devo procedere?
    Le preparo, le faccio rassodare in frigo un paio d’ore e poi le congelo?
    E nel momento in cui voglio cucinarle, le tolgo dal congelatore e aspetto che si scongelino oppure posso direttamente friggerle in olio bollente?
    Grazie infinite,
    continua così!
    Raffaella

  5. sì monica, spennellale d’olio, forno ventilato a 200° giusto il tempo di farle dorare. :)

  6. Si potrebbero fare anche al forno????

  7. filippo: è stata la mia prima idea, ma non sapevo se il tuorlo da solo avrebbe fatto abbastanza da legante, quindi per evitare guai, l’ho sbattuto. 😀
    patrizia: ti ringrazio! :)

  8. devono essere ottime !!!! favolose. Le tue ricette sono sfiziose e solo a leggerle e a guardare le figure vien voglia di prepararle e naturalmente mangiarle.
    Patrizia

  9. Eccezionali!
    Propongo una variante sull’uso delle uova: nel riso i tuorli, mentre gli albumi a parte esclusivamente per impanare!

TOP