Pasta incaciata con cavolfiore

Difficoltà:
Cottura:
50 min
Preparazione:
10 min
Per:
4
persone

Ogni volta che devo proporre una ricetta tradizionale, mi viene sempre un’ansia da prestazione. 😀 Oggi vi propongo una rivisitazione della pasta ‘ncaciata, tipica siciliana: la pasta incaciata con il cavolfiore. :) La ricetta mi è stata data dalla mamma di un mio amico, insieme ad altre ricette. Sono tornata a casa carica di meraviglie! 😀 Che si tratti o meno della ricetta originale, vi dico solo che dopo 28 anni sono riuscita a mangiare il cavolo, e con piacere anche! 😀 Insomma, un vero miracolo. :)

In foto vedete la versione dietetica della ricetta, visto che ho omesso pinoli, uvetta e diminuito drasticamente il pecorino. Se però non siete a dieta, vi consiglio vivamente di provarla così come ve l’ho scritta. 😉

Buona giornata a tutti!

Ingredienti

320 g di pasta
700 g di cavolfiore
2 alici sott'olio
1 spicchio d'aglio
100 g di pecorino
30 g di uva passa
30 g di pinoli
peperoncino
sale
pepe

Preparazione

Sciacquate il cavolo e mettetelo a lessare in abbondante acqua.

Fatelo cuocere una ventina di minuti (finchè non si sarà ammorbidito), sollevatelo con un forchettone e conservate l’acqua per cuocervi la pasta.

In una padella rosolate l’aglio e le alici.

Aggiungete il cavolfiore a pezzetti, il sale ed un po’ di peperoncino.

Lasciate cuocere altri 20 minuti e schiacciate con una f orchetta finchè non si sarà ridotto in crema. Potete anche farvi dare una mano dal frullatore ad immersione. 😉

Aggiungete i pinoli e l’uvetta (dopo averla messa in ammollo in acqua tiepida per dieci minuti).

Cuocete la pasta nell’acqua dove avete cotto il cavolfiore (ricordatevi di aggiungere il sale!).

Scolatela al dente e trasferitela  nella padella con la crema di cavolfiore,.

Mantecate con il pecorino grattugiato e servite spolverando con pecorino, pepe e peperoncino. :)

Varianti

Potete aggiungere alla pasta della besciamella e della provola a cubetti e poi farla gratinare in forno dopo averla spolverata con pangrattato e pecorino.
 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:50

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 9 commenti a "Pasta incaciata con cavolfiore"

(media voti:3 su 9 commenti)
  1. … ma la vera ricetta siciliana non può certo prevedere il cavolo bianco, bensì il tradizionale cavolo viola!

  2. mi fa molto piacere! 😀

  3. Buongiorno! Provata oggi, buonissima! Finalmente ho trovato un modo di cucinare il cavolfiore che non mangio mai perchè non vado pazzo per il suo sapore. Grazie!

  4. paloma: grazie per i preziosi consigli! :)
    giuseppe: grazie! 😀

  5. Oggi ho provato questa tua ricetta, buonissima!

  6. Dalle mie parti (Sicilia orientale) la pasta incasciata col cavolfiore si prepara aggiungendo al ragu’ di carne il cavolfiore lavorato come nella tua ricetta. Il tipo di pasta e’ sedanini rigati o, apoteosi, Mafalda (regi nelle) naturalmente sbollentata appena e poi in forno 20 minuti . fontina e parmigiano reggiano in gran quantita’ e quest’ultimo va aggiunto anche in superficie a cottura ultimata. Ti consiglio di provarla. Ciao

  7. grazie mille ragazze. :)

  8. buona questa variante…da provare!!!

  9. Brava complimenti.. Così è ancora più buona.. Brava.. Baci a presto..

TOP