Pasta all’amatriciana

Difficoltà:
Cottura:
25 min
Preparazione:
10 min
Per:
4
persone

La pasta all’amatriciana (romanizzata pasta alla matriciana), è un primo piatto laziale, più precisamente della città di Amatrice. Si tratta di un primo piatto a base di guanciale, pomodoro e pecorino, facile e veloce da preparare.

La ricetta originale prevede l’utilizzo degli spaghetti, ma molto diffusa è anche la versione con i bucatini (infatti io ho preferito quest’ultima). :)

La pasta all’amatriciana può salvarvi quando avete poco tempo per cucinare, ma volete comunque preparare un primo piatto gustoso. 😉

Ingredienti

400 g di bucatini o spaghetti
200 g di guanciale
20 ml di olio extravergine d'oliva
50 ml di vino bianco
50 g di pecorino
400 ml di pomodori pelati
peperoncini
sale

Preparazione

Tagliate il guanciale a cubetti, dopo aver eliminato la cotenna.

Rosolatelo con un po’ d’olio.

Dopo un paio di minuti, sfumate col vino bianco.

Appena il vino sarà evaporato, aggiungete i pelati ed il peperoncino.

Lasciate cuocere dieci minuti, finchè il sugo dell’amatriciana  non si sarà asciugato. A questo punto aggiustate di sale se necessario.

Cuocete la pasta e un paio di minuti prima che sia cotta, trasferitela nella padella con un paio di mestoli di acqua di cottura.

Servite i bucatini all’amatriciana con una bella spolverata di pecorino. :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 11:57

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 16 commenti a "Pasta all’amatriciana"

(media voti:4 su 16 commenti)
  1. patrizia devi moltiplicare per 40 mi sa! 😀

  2. Aiuto!!! domani devo cucinare la pasta all’amatriciana per 150 persone, sono nel pallone non riesco a calcolare le quantità degli ingredienti, mi puoi aiutare???

  3. grazie valentina! ^_^

  4. Bravissima!!! finalmente vedo una ricetta originale su internet!!!….. Sono di Roma e sò la ricetta originale ed è proprio come l’hai scritta tu!! ti faccio i miei complimenti perchè su internet fin’ora sei l’unica che la fà ancora così!!….

  5. grazie mario. :)

  6. ritengo che la segunte ricitta è vicino alla mia esecuzione la ritengo ottima

  7. marti puoi fare un risotto ai gamberi! :)

  8. SOS
    devo preparare un primo piatto per un bambino un po’ schizzinoso amante dei gamberetti che però detesta le verdure in generale cosa posso fare?
    grazie :)

  9. grazie rosaria. :)

  10. al mio compagno e’ piaciuta di piu’ la tua versione..infatti ottima …
    l’avevo provata con la cipolla buona anche quella ..ma la tua e’ migliore.
    grazie e brava
    ora sto’ preparando la norma ti faro’ sapere

  11. grazie a te rosa. :)

  12. costanza: ho usato i pomodorini pelati perchè avevo solo quelli in casa, ma i pelati sono meglio! :) guanciale e pancetta, anche se simili a prima vista, provengono in realtà da due parti del maiale diverse (rispettivamente la guancia ed il ventre). :)

  13. ho fatto il sugo questa mattina alle 6. c’era un profumino x casa….tra poco ci condisco la pasta. grazie e continua cosi’.

  14. Piatto invitante. Da provare!!!! Qualche chiarimento: scrivi pelati ma vedo pomodorini o sbaglio? Quale dei due si usano? E poi scusa l’ignoranza ma il guanciale nn è la pancetta? Grazie.

  15. meno meno male, grazie! 😀 anche se, da fan della cipolla quale sono, è stata davvero dura non metterla. 😛

  16. Ecco la tua solita romana che, leggendoti ogni giorno, anche più volte al giorno, quando scorge ricette della propria regione si entusiasma.
    Allora, brava perché, contrariamente a come fanno molti, NON hai messo aglio o cipolla insieme al guanciale.
    Brava perché hai usato guanciale e non pancetta.
    Brava per il pecorino (sapevi che nasce bianca, sì? cioè, senza pomodoro, irrimediabilmente scoperto ed arrivato in Italia molto dopo la nascita del piatto)
    DUnque, brava!

    p.s. non è che “romanizzata” diventa ‘matriciana’. quella espressione sbagliata e pigra è proprio di chi non ha la più pallida idea di cosa sia la pasta, di cosa stia mangiando, e del fatto che esiste Amatrice (che saluto), rigoglioso paesino nel reatino, che ha dato i natali al bucatino così saporito!

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP