Risotto allo champagne

Difficoltà:
Cottura:
20 min
Preparazione:
5 min
Per:
4
persone

Il risotto allo champagne è un primo piatto facile e veloce, infatti ho deciso di prepararlo  ieri che avevo pochissimo tempo a disposizione. :) E poi questa è una bella idea per i dopo festa, quando vi avanza quella mezza bottiglia di spumante o champagne e non sapete che farvene, perchè magari si è anche sfiatata. 😛

Siccome al mio ragazzo è piaciuto tantissimo, la prossima volta proverò a farne una versione più raffinata, magari con degli scampi o un astice, se proprio vogliamo esagerare. 😉

Una volta impiattato il risotto allo champagne con l’aiuto di una coppa pasta, mi sembrava un po’ anemico, ed ho deciso di guarnirlo con una cialdina di parmigiano fatta in padella. 😀

Buona giornata a tutti, e se provate questo risotto, fatemi sapere cosa ne pensate. :)

Ingredienti per il risotto allo champagne

320 g di riso carnaroli
500 ml di champagne
500 ml di brodo vegetale
30 g di parmigiano
30 g di burro
50 g di cipolla
sale
pepe
Per le cialdine di parmigiano:
parmigiano grattugiato

Come fare il risotto allo champagne

Fate le vostre cialde di parmigiano.

Mettete a scaldare una padella e, all’interno di un tagliapasta tondo, mettete un po’ di parmigiano grattugiato fino a coprire tutta la base.

Cuocete un paio di minuti. Quando il parmigiano inizierà ad imbrunirsi, girate le cialdine con una spatolina e fate cuocere anche all’altro lato.

Lasciate raffreddare le cialde di parmigiano.

In una padella sciogliete il burro ed aggiungete la cipolla tritata.

Fate rosolare ed aggiungete il riso.

Tostate il riso un paio di minuti ed aggiungete lo champagne.

Una volta che si sarà assorbito, aggiungete un po’ di sale e ultimate la cottura del risotto aggiungendo il brodo vegetale caldo, un po’ alla volta.

Quando il risotto sarà pronto, aggiustate di sale e pepe ed aggiungete il parmigiano per farlo mantecare.

Servite il vostro risotto allo champagne. :)

Se volete usare anche voi il tagliapasta tondo, ricordatevi di bagnare i bordi interni per evitare che l’amido del riso lo faccia attaccare. 😉

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 01:52

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP