Crocche’ di pacchero

Difficoltà:
Cottura:
30 min
Preparazione:
60 min
Per:
10
persone

Per sapere cos’è un crocchè di pacchero devo prima dirvi cos’è un crocchè: si tratta di un piatto tipico napoletano del quale siamo molto ghiotti. Si prepara con un impasto di patate e uova impanato e fritto (prometto che li farò presto 😉 ). Il crocchè di pacchero non è altro che questo tipo di pasta ripieno di crocchè! 😀

L’idea non è mia, ma appena vista me ne innamorai e mi ripromisi di riprodurlo in casa. Beh, chi ha assaggiato è impazzito! 😉

Due piccoli consigli se decidete di fare i crocchè di paccheri: le patate devono essere quelle vecchie, che si usano per fare (appunto!) i crocchè. Non cuocete i paccheri contati perchè in cottura se ne può sempre rompere qualcuno. :)

Armatevi di pazienza e buon crocchè di pacchero! 😉

Ingredienti per crocche’ di pacchero

40 paccheri
1,5 kg di patate vecchie
2 uova
50 g di salame
50 g di provola
30 g di parmigiano
sale
pepe
Per l'impanatura:
3 uova
pangrattato
olio di semi (per friggere)

Come fare crocche’ di pacchero

Fate bollire le patate per almeno una ventina di minuti (dipende dalla grandezza!). Per vedere se sono pronte, infilatevi un coltello: se entra senza incontrare resistenza, sono pronte. :)

Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata, con l’aggiunta di un po’ d’olio all’acqua per non farli attaccare.

Scolateli e lasciateli raffreddare separatamente in modo da non farli attaccare tra loro.

Schiacciate le patate con uno schiacciapatate (potete metterle anche con tutta la buccia, che resterà all’interno dello schiacciapatate).  Aspettate che si intiepidiscano ed aggiungete le due uova, il salame e la provola tritati, il parmigiano, il sale ed il pepe.

Mescolate il tutto e con una sac à poche dal beccuccio liscio (e abbastanza largo) farcite i vostri paccheri.

Passateli nell’uovo sbattuto e nel pangrattato.

Friggete i vostri crocchè di pacchero in abbondante olio di semi e serviteli, sia caldi che freddi. 😉

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:14

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP