Paccheri con lo stocco

Difficoltà:
Cottura:
40 min
Preparazione:
10 min
Per:
4
persone

Ieri il mio cuoco personale, è tornato a casa con un pezzo di stocco freschizzimo ed una ricetta, presa dallo chef di un ristorante famoso qui in zona proprio per il pacchero con lo stocco. E allora detto fatto, ci siamo messi all’opera per preparare questo saporitissimo primo piatto di pesce. :)

Lo stoccafisso è un pesce norvegese, simile al merluzzo, che viene importato qui in Italia dopo essere stato essiccato (a differenza del baccala’ che viene conservato sotto sale). Il pezzo di stoccafisso che mi è stato portato ieri, evidentemente era già stato messo in ammollo, perchè di certo non era essiccato. Quindi regolatevi a seconda dello stocco che riuscite a trovare. :)

Ingredienti

320 g di paccheri
500 g di stocco
250 g di pomodorini
150 g di olive nere
30 ml di brandy
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
olio extravergine d'oliva
sale
peperoncino

Preparazione

Mettete in ammollo lo stocco per un paio d’ore e sbollentatelo per una decina di minuti.

In una padella rosolate lo spicchio d’aglio ed il peperoncino.

Aggiungete i pomodori tagliati a metà o in quattro parti (dipende dalla grandezza).

Fate cuocere qualche minuto. Aggiungete lo stocco a pezzetti, le olive ed il brandy.

Fate cuocere una ventina di minuti ed assaggiate. Nel caso aggiustate di sale.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela bene al dente. Saltate la pasta in padella qualche minuto.

Servite paccheri con lo stocco con un po’ di prezzemolo. :)

Avviso agli intolleranti:

Prima di utilizzare qualsiasi ingrediente, assicuratevi che sulla confezione sia specificata l'assenza di lattosio.


 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:27

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 6 commenti a "Paccheri con lo stocco"

(media voti:3 su 6 commenti)
  1. povera mamma voglio assaggiare anche io! 😀

  2. Stella prossimamente farò questa ricetta,scommetto che sarà proprio saporito questo piatto!Proprio oggi ho detto a papà di comprare lo stocco dal nostro pescivendolo.

  3. simone: da brava napoletana..sono proprio quelli che ho usato! :)
    cinzia: ho appena preso un mac perchè ho scoperto che col pc che avevo era impossibile montare i video! si impallava tutto! :(

    sammy: grazie! :)

  4. Mamma mia a guardare questo piatto mi viene una fame……se trovo lo stocco proverò a preparare questa delizia Sammy….

  5. Un primo piatto splendido! Ma quando inizi le tue videoricette? Sono curiosa… eh eh

  6. Questa fantastica ricetta è un classico, ormai, della cucina mediterranea ed è sempre graditissima: grazie per averla pubblicata!!
    Un piccolo suggerimento: i pomodorini migliori per questa ricetta sono quelli del “pendolo” (” ‘o piennolo ” in napoletano), ovvero un grappolo di pomodorini che crescono pressoché solo alle pendici del Vesuvio. Si raccolgono a fine stagione, si forma appunto un grappolo (il pendolo appunto) che viene appeso. I pomodorini rimangono ottimi per tutto l’inverno se conservati all’aperto intorno a 12-15 gradi (temperatura invernale napoletana) o all’interno non oltre i 20 gradi, con poca umidità. Ne bastano quattro o cinque per arricchire ogni pietanza in modo superlativo, ovunque serva il pomodorino! Quest’anno mi son rimasti fino a Pasqua inoltrata… Buon appetito!

TOP