Peperoncini verdi fritti

Difficoltà:
Cottura:
20 min
Preparazione:
5 min
Per:
4
persone

Arrivata l’estate, i peperoncini verdi (anche detti friggitelli) diventano per me un acquisto fisso dal fruttivendolo! Adoro prepararli come contorno o per condire un bel piatto di spaghetti. Per avere dei perfetti peperoncini verdi fritti, basta seguire un paio di regole: vanno fritti in olio di semi abbondante ed essenziali sono aglio e basilico. Se poi avete la fortuna di trovare un buon fruttivendolo, siete proprio a cavallo. 😛

Chi ha assaggiato i miei peperoncini verdi fritti ne è rimasto entusiasta, quindi andate e..cucinate! :)

Ingredienti per peperoncini verdi fritti

700 g di peperoncini verdi
500 g di pomodorini
2 spicchi d'aglio
olio extravergine d'oliva
basilico
sale

Come fare peperoncini verdi fritti

Lavate i peperoncini verdi ed eliminatene l’estremità. Volendo potete tagliarli a metà ed eliminare i semi, io li preferisco interi. :)

Soffriggete uno spicchio d’aglio in abbondante olio di semi e friggetevi i peperoncini verdi. state attenti perchè schizza olio ovunque. 😀

Cuocete i peperoncini verdi per 5 minuti rigirandoli di tanto in tanto.

Una volta cotti, salateli e mettete ad asciugare l’olio in eccesso.

In un’altra padella, rosolate uno spicchio d’aglio in poco olio evo.

Aggiungete i pomorodini lavati e tagliati a metà. Saltateli in padella un minuto, aggiungete mezzo cucchiaino di sale e coprite.

Fate cuocere a fiamma viva 10 minuti, girandoli di tanto in tanto.

Aggiungetei peperoncini verdi fritti e fate insaporire qualche minuto.

Spegnete, aggiustate di sale e mettete tanto tanto basilico! :)

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 12:03

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP