Onigiri

Difficoltà:
Cottura:
15 min
Preparazione:
20 min
Per:
4
persone

Tutti hanno visto gli onigiri almeno una volta nella vita: si tratta di quelle polpette di riso che si vedono in tutti cartoni animati giapponesi. :) Una volta comprata l’alga nori (quella parte nera che si vede alla base dell’onigiri), prima di preparare il sushi, ho deciso di fare gli onigiri, ben piu’ facili e veloci.

Preparare gli onigiri è molto semplice, e si possono farcire in tanti modi: con verdure, con il pesce o con la carne, a seconda dei propri gusti. Potete dare un tocco orientale ai vostri buffet e stupire i vostri ospiti. :)

Io ho deciso di preparare gli onigiri al salmone, accompagnandoli con salsa si soia e wasabi: davvero buonissimi! :)

Ingredienti per onigiri

250 g di riso thay o basmati
alga nori
sale
200 g di salmone al naturale

Come fare onigiri

Lavate il riso con abbondante acqua.

Cuocete il riso in una pentola con la stessa quantità di acqua (leggermente salata), in modo da non doverlo scolare una volta cotto. Cuocete coprendo con un coperchio e girando di tanto in tanto.In questo modo l’amido non andrà perso e il riso risulterà compatto. :)

Tagliate l’alga nori a strisce.

Preparatevi sul tavolo il ripieno, una ciotolina d’acqua per inumidirvi le mani, il riso (che deve essere ancora caldo/tiepido) e l’alga nori, oltre ad un piatto per appoggiare gli onigiri.

Inumiditevi le mani, prendete una parte del riso e fate una palla. Premete al centro con il dito e mettete il ripieno nell’onigiri.

Chiudete l’onigiri, date la tipica forma e mettete l’alga nori alla base.

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 07:00

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP