Graffe senza patate

Difficoltà:
Cottura:
10 min
Preparazione:
4 ore
Per:
10
persone

 

Ieri ho deciso di fare le graffe, in modo da poterle inserire nelle ricette di carnevale. :) Inoltre mio fratello me le stava chiedendo da giorni, ma io continuavo a rimandare. Alla fine gli ho promesso di farle, e mi sono messa all’opera. Ebbene, è stata un’epopea! Guardando un po’ in giro mi sono resa conto di quanto sia difficile trovare ricette di cucina chiare e fidate. Ho dovuto fare un mix di vari siti, alla ricerca di una ricetta delle graffe che non richiedesse necessariamente l’uso dell’impastatrice (che tendo sempre ad evitare!) e che fosse comprensibile. Inoltre ho scoperto troppo tardi che in casa non c’erano patate, quindi  ho dovuto fare un’ulteriore modifica alla ricetta. E, dulcis in fundo, faceva talmente freddo che  ci hanno messo il doppio del tempo a lievitare. :( Le rifarò sicuramente, con le patate. 😉

Detto ciò, fate tesoro dei miei disastri: assicuratevi di avere tutti gli ingredienti, preparate le graffe in un ambiente caldo e..seguite la ricetta con foto passo passo! 😀

 

Ingredienti per graffe senza patate

500 g farina manitoba
100 ml latte
100 g burro
3 uova medie
80 gr zucchero
10 gr lievito di birra fresco
6 gr sale
20 ml di limoncello
zucchero extra
olio di semi per friggere

Come fare graffe senza patate

In una terrina sciogliete il lievito con il latte intiepidito e con 40g di zucchero.

Aggiungete 150g di farina setacciata.

Amalgamate il tutto e mettete a riposare l’impasto fino a che non raddoppierà di volume.

In un’altra terrina lavorate le uova con lo zucchero rimanente, il sale e il limoncello.

Aggiungete la restante farina.

Otterrete un impasto liscio e omogeneo.

Unite i due impasti

e lavorateli per qualche minuto. Aggiungete il burro ammorbidito.

Coprite e lasciar lievitare per due ore.

A questo punto lavorate l’impasto come in foto. Prendete un lembo e ripiegatelo su se stesso.

Ripetete lo stesso movimento spostandovi di volta in volta lungo il perimetro dell’impasto, come vedete nelle foto. :)

Ripetete l’operazione altre due volte. Questi sistema favorisce la lievitazione dell’impasto. :)

Staccate dei pezzetti di impasto del peso di circa 60g.

A questo punto potete fare dei salsicciotti da richiudere su se stessi per formare un cerchio, o praticare il buco al centro con le mani, così:

Se volete una forma perfetta, potete stendere la pasta per intero e usare due taglia pasta circolari, di dimensioni diverse, per ottenere la forma a ciambella. :)

Coprite le graffe e fatele lievitare per un’altra mezz’ora.

Friggete le graffe in abbondante olio di semi (non eccessivamente caldo altrimenti rischiate di bruciarle fuori e lasciarle crude dentro!).

Asciugate l’olio in eccesso, passate le graffe nello zucchero e servitele ancora calde. 😉

 

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social!


Pubblicato da Elena Amatucci il alle 05:28

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

TOP