Nocino

Difficoltà:
Cottura:
10 min
Preparazione:
40 min + riposo
Per:
2
litri circa

 

Il nocino è un liquore a base di noci e spezie. Le noci per preparare il nocino si raccolgono il giorno di San Giovanni, il 24 giugno; in quel giorno infatti le noci hanno raggiunto il grado di maturazione ideale per preparare il nocino.

Il nocino va fatto riposare per un anno; infatti quello che vedete nelle foto è stato fatto l’anno scorso e tra poco potrò aprirlo “ufficialmente”. 😉

Da oggi in poi avete tre settimane di tempo per procurarvi tutto il necessario per preparare il nocino. :D

Ingredienti

1 l di alcol al 95%
22 noci acerbe
mezza stecca di cannella
1 noce moscata
7 chiodi di garofano
500 g di zucchero
400 ml di acqua

Preparazione

Preparate i vostri ingredienti per il nocino.

Mettete dei guanti (mi raccomando!) e lavate le noci con abbondante acqua, dopodichè asciugatele bene.

Tagliate le noci in quattro parti

ed infilatele nel fiasco per il nocino.

Aggiungete l’alcol

e le spezie.

Lasciate riposare per 40 giorni agitando di tanto in tanto.

Dopo 40 giorni, preparate lo sciroppo sciogliendo in una pentola lo zucchero nell’acqua.

Fate raffreddare per bene e unite i due composti.

Filtrate il nocino con l’aiuto di imbuto e garze.

Lasciar riposare il nocino fino a giugno dell’anno seguente. 😉

 

Ricette simili


Chi sono

Pubblicato da Elena Amatucci il alle 08:37

La cucina è la mia passione, il mio hobby e, per mia fortuna, anche il mio lavoro, chiunque mi stia vicino per almeno cinque minuti non può non rendersi conto di quanto sia per me di vitale importanza vivere ogni giorno  immersa in profumi, odori e colori provenienti dalla mia cucina. Spero che il mio blog possa essere uno stimolo, per tutte le persone che hanno sempre guardato la cucina solo da lontano, ad avvicinarsi, e a rendersi conto che non esistono persone che sanno cucinare, ma solo persone che amano farlo. :)

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualmente sono presenti 30 commenti a "Nocino"

(media voti:5 su 31 commenti)
  1. ciao elena grazze una risposta! non posso aspetare ancola
    11 mesi!! bouna domenica! maki

  2. maki dopo circa 11 mesi, il mese di giugno dell’anno seguente!! :)

  3. sono giaponese! sto preparndo al nocino di sua ricetta per qui non posso capire una cosa dopo si aggunge al zuccero quanti giorni si deve riposare cioe quando si po vere!?
    grazze mille!!

  4. pasquale non credo ci sia una ricetta “giusta”, ma solo tante varianti che si adattano ai gusti di chi li fa e della propria famiglia. :) potresti fare il nocino da tenere da parte, e poi il limoncello per ingannare l’attesa. 😉

  5. Non lo trovo equivalente ad altri nocini,x esempio voi ci mettete 0,400 lt di acqua,gli altri 0.200,qualcuno addirittura 0.150….qual’è la ricetta giusta io trovo eccessiva tale misura non è che poi viene leggerissimo?Ora leggo addirittura che una volta fatto bisogna aspettare circa 10 mesi per ritenerlo buono da bere…non so se vale la pena farlo…di solito mia mogle fa il limoncello,oppure la crema dello stesso,direi che con successo notevole,oppure il liquore di liquirizia di ROSSANO CALABRO….grazie.

  6. Ciao Rosanna, entro nel merito di una discussione di qualche anno fa circa il potere cancerogeno del nocino preparato con noci lasciate a macerare per molti mesi ( quasi un anno se ho ben capito): è una grande baggianata! La predisposizione a quella malattia è da ricercarla principalmente nel DNA degli individui Predisposizione che può essere accentuata dalla “chimica” manipolata dall’ uomo. Mi riferisco principalmente ai prodotti derivanti dal petrolio: catrami e idrocarburi alifatici (a catena lineare) e aromatici (a catena ciclica) specie se scaldati o bruciati; in poche parole sto parlando di plastiche, gomme, copertoni di macchine bruciati, vernici e diluenti in genere. Nel mondo “vegetale” , a meno che l’ uomo non sia intervenuto con anticrittogamici e antiparassitari per correggere (secondo lui) la natura, il cancro è da escludere. L’ alcool è un prodotto puro, le noci altrettanto e allora tranquilla, la natura non commette pasticci come fa l’essere umano. In caso di dubbio hai fatto bene a buttarlo via: i dubbi e i rimorsi sono devastanti per noi piccoli esseri umani. Saluti Jj.Bocca

  7. Il Nocino è una medicina Chi è il celebroleso che ha detto puo’ essere cancerogeno??? Il colore scuro è segno di contenuto di polifenoli (anticancro da sempre) ed il verde è dovuto a poca esposizione al sole consigliata per almeno 40 giorni prima di sciroppare ed inbottigliare l’unico pericolo per la salute si presenta eccedendo nella noce moscata che è leggermente tossica, ma ciò renderebbe il liquore inbevibile in dosi pericolose per sapore orribile.
    Faccio un ottimo nocino da 20 anni con una ricetta quasi uguale a questa e garantisco che è ottima. Solo non dimenticare mai di mettere al sole la prima pozione se no niente colore e niente effetti paramedicamentosi.
    Se il nocino è buono risulterà un valido sciroppo per il maldigola. Saluti.

  8. Errata corrige: volevo scrivere che la ricetta è molto meno ricca e non molto meno povera.

  9. Quest’anno per la prima volta anch’io mi sono cimentato nella preparazione del Nocino. La ricetta che ho io è molto meno povera di altre che ho letto qui, ma speriamo bene. Il 24 giugno ho messo 7 noci californiane in un litro di grappa bianca (non alcol a 95°) con 60 gr. di zucchero e una scorza di limone dentro un vaso in vetro chiuso ermeticamente e ho lasciato il tutto sotto il sole cocente fino al 2 di agosto; dopodichè ho filtrato e messo in particolari bottigliette da 150 ml (ne sono venute 5), ho comprato la grafica di un’etichetta personalizzata per il mio nocino in un sito dedicato e me la sono stampata; così, se dovesse venire bene e buono, potro regalarle a qualche amico. SI possono caricare foto in questo sito?

  10. ,ciao a tutti ho finito di filtrare adesso il mio nocino,14giugno ho raccolto 30 noci,anche se umido la temperatura era alta,le ho lavate asciugate tagliate ,ricordate di usare dei guanti,e messe in vaso ermetico con gr 500 di zucchero una fettina di limone e un lt di grappa e lasciato sotto il sole fino a poco fa ho filtrato e messo in bottiglia a riposare.Ho pure assaggiato non era male

Scrivi un commento e vota la ricetta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP