Pasta alla genovese

 

La pasta alla genovese è un piatto tipico campano a base di cipolle e carne. Pare che il nome derivi non dalla posizione geografica, ma dalle origini della famiglia che la preparò qui a Napoli. :)

La pasta alla genovese richiede almeno due ore di cottura (a meno che non siate provvisti di pentola a pressione :D ) in quanto il risultato finale deve essere quasi una sorta di crema.

Mio padre mi aveva sfidata chiedendomi di preparare la pasta alla genovese come faceva sua nonna; non so se mi sono avvicinata al risultato nonnesco, ma fatto sta che se n’è mangiati due piatti, chiedendomi di rifare la genovese quanto prima. :P

A casa mia abbiamo l’abitudine, quando si fanno ragù e primi con i pezzi di carne, di servire quest’ultima insieme alla pasta. Se volete potete fare così oppure servire la pasta alla genovese e per secondo la carne che avrete cotto insieme alle cipolle. ;)


difficoltà
cottura:
2 h e 30 min
preparazione:
30 min
persone:
4

INGREDIENTI

 320 g di pasta
 1 kg di cipolle
 800 g di carne di vitello
 100 g di carote
 100 g di sedano
 100 ml di vino bianco
 olio extravergine d'oliva
 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
 pecorino
 sale
 pepe

Preparazione

.

Pulire e tagliare le cipolle.

 

Tagliate a pezzetti le carote ed il sedano. (le carote mettetele in acqua fredda fino all’utilizzo, altrimenti si anneriscono :) ).

 

Prendete il pezzo di carne (se l’avete comprato intero :D )

 

E tagliatelo a pezzi grandi.

 

In una pentola abbastanza capiente, soffriggete la carota ed il sedano.

Aggiungete la carne

 

e fatela rosolare. Sfumate con il vino bianco. Appena il vino sarà evaporato, aggiungete il concentrato di pomodoro.

Aggiungete le cipolle e rigirate per un paio di minuti.

 

 

Aggiungete il sale e coprite con un coperchio.

 

Lasciate cuocere per un paio d’ore, rigirando ogni tanto.

Questo è come risulta dopo un’ora

 

e questo dopo due ore. :)

 

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata; per tradizione si usano gli ziti da spezzare a mano, io ho usato delle penne:P.

Condite la pasta col sugo alla genovese, aggiungete il pepe ed il pecorino e servite la pasta alla genovese spolverizzando con ulteriore pecorino. ;)

Ecco il piatto della mia prima pasta alla genovese! :D



Se ti è piaciuta la ricetta, scrivimi un commento o condividila su Facebook!
Se vuoi ricevere ricette nella tua email ogni settimana,
iscriviti alla Newsletter!

Diventa Fan della mia pagina Facebook per ricevere tutti i giorni le nuove ricette.



Condividi


Visitato 56776 volte.
Pubblicato da Elena Amatucci il 28 maggio 2010 alle 11:45

Categoria: Pasta, Primi piatti
Altre categorie:

Commenti

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Attualmente sono presenti 31 commenti a "Pasta alla genovese"

(media voti:5 su 31 commenti)
  1. che pezzo di carne usi??? a me avevano consigliato di usarlo intero perchè altrimenti era troppo dura….grazie in anticipo

  2. Ciao Ljuba..ti volevo dire che puoi usare anche la carne tritata viene buonissima!! almeno io così la faccio e senza carote ma ovviamente dipende dai gusti ;) Ciao e buona giornata :)

  3. allora ljiuba, ho chiesto a mio cugino (dove ho comprato la carne :D ). ad esser epignoliha detto che il pezzo chem ha dato si chiama coquizzo (in napoletano) o tracchia di locena. per semplificarti la vita, chiedi la carne per lo spezzatino. :)

  4. mi sa che hai ragione mi conviene chiedere per spezzatino o come mi consiglia francy lanciarmi con il macinato….grazie mille!!!ma poi la cottura è diversa, giusto????

  5. MI DISPIACE, MA IL SUGO RISULTA TROPPO CHIARO !!! BISOGNA TOGLIERE LA CARNE QUANDO E’ COTTA, ALZARE LA FIAMMA E CON IL CUCCHIAIO DI LEGNO CONSUMARE LE CIPOLLE CHE SI ATTACCANO SUL FONDO. SE OCCORRE, AGGIUNGERE UN PO’ DI VINO PER AIUTARSI QUANDO LE CIPOLLE SEMBRANO CHE STIANO BRUCIANDO. AL TERMINE IL SUGO DEVE RISULTARE DI UN BEL MARRONE SCURO. FATEMI POI SAPERE….

  6. ljuba: le cipolle si devono comunque sfaldare. :)

  7. la carne io non la taglio a pezzetti ma bensì a fette sottili più cruda che cotta ed il taglio è il cosidetto “piccione”. Ed un’altro segreto è quello di passare nel frullatore dopo che le cipolle assieme alle carote e sedano sono cotte in modo da ottenere una vera e propria crema ultimo tocco aggiungere al composto un cucchiaio di farina e buon appetito.

  8. sinceramente non ho capito bene dove la pasta alla fine viene condita , se in una padella a parte o se versata nella pentola grande col sugo ?

  9. LA PASTA SI CUOCE A PARTE E QUANDO E’ BEN AL DENTE SI SCOLA , SI RIMETTE NELLA PENTOLA DI COTTURA E SI CONDISCE CON UN MESTOLO DI SUGO . POI NEL PIATTO SINGOLO SI AGGIUNGE ALTRO SUGO E SI SPOLVERIZZA DI PARMIGIANO GRATTUGGIATO.

  10. luca se la padella è abbastanza capiente, puoi versare la pasta al dente direttamente lì. altrimenti anche nella pentola, come è più comodo per te. :)

  11. si può fare con costine o reale di vitello deliziosa!

  12. meraviglia !!!!
    è stato fantastico.
    soprattutto se accompagnato da un vino italiano.

    Io sono brasiliano,
    obrigado
    aloisio

  13. ciao,si possono anche usare bocconcini di manzo?:)

  14. volendo sì. :)

  15. Ho seguito alla lettera…..semplicemente superba!!!! La mia mente è tornata indietro di 30 anni, quando la cucinava mia madre. Io sono napoletana e questo è uno dei piatti della nostra vastissima e squisitissima cucina napoletana!!!! Grazie

  16. Ci sono degli errori tecnici nella ricetta…

  17. susy ne sono felice! :)

    gi: quali? :)

  18. Ciao!! questa ricetta mi ispira molto e un giorno di questi la proverò sicuramente. Io ho a disposizione la pentola a pressione..quanto deve cuocere(più o meno)il tutto se utilizzo la pentola a pressione??

  19. la pentola a pressione ti può aiutare solo per cuocere la carne più in frettta: Dopo devi armarti di santa pazienza e proseguire col metodo tadizionele: leggi il mio precedente commento e poi mi ringrazierai. Ciaooo!!!

  20. gaia non so come aiutarti perchè non ho mai usato la pentola a pressione. :P
    rosaria grazie per l’intervento! :D

  21. ottima ma preferisco sensa la carne.

  22. de gustibus! :D

  23. è buonissima!!!
    potete usare anche le cipolle rosse di Tropea
    ciao

  24. l’unica cosa è che verrebbe piu’ dolce. :D

  25. quando il peccato è puro piacere!

  26. già! ;)

  27. Tutto uguale, solo che al posto del vino uso il brendy ….. Nel quale lascio marinare la carne prima di cuocerla !! Che bonta

  28. Deluso. Questo è il mio stato d’animo al cospetto di questa ricetta. Aggiungere brodo o addirittura acqua alla Genovese è un vero e proprio anatema. La genovese si deve cuocere con l’acqua che cacciano le cipolle a fuoco molto lento. Almeno 3 ore! Per le dosi e per gli ingredienti sono d’accordo. Consiglierei come pasta gli ziti spezzati. ;)

  29. Ottimo,poche varianti rispetto altre. Io conoscevo la versione con marsala(secco) senza carote e sedano (però ci vogliono) ed abbondante parmiggiano alla fine. E’una delizia.Ciao

  30. Ciao Elena,
    mi piace tantissimo il tuo sito e le tue ricette, sei gentilissima e rispondi sempre ai commenti, ti seguo sempre :D
    L’unica cosa é che secondo me dovresti aggiungere piú dettagli alle preparazioni, come per esempio che fuoco usare e spiegare meglio i tempi di cottura. Per una principiante come me é difficile senza questi suggerimenti :)
    Grazie di tutto! :D

  31. a. di solito quando non è specificato è fiamma media! :D per i tempi di cottura possono variare in base a tante cose: grandezza degli ingredienti, capienza della pentola e via dicendo! :)

Scrivi un commento e vota la ricetta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*